La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Black March 2012


Tra due giorni comincerà marzo.
E per marzo, in seguito al raid su Megavideo (seguito a sua volta alla protesta del #blackout che ha fatto naufragare la proposta di censura cinese del SOPA in America, risorta poi come una Fenice sotto forma di ACTA in forma globale… per fortuna le proteste di massa in tutta Europa hanno fatto frenare il consenso politico a questo ennesimo tentativo di creare una bella distopia generalizzata), è stato indetto il Black March.

Cosa significa?

Significa boicottaggio delle grandi imprese nell’industria dell’intrattenimento.
Boicottaggio di quelli che fanno pressione sui governi per ottenere ogni tipo di controllo su quello che vediamo, ascoltiamo, leggiamo, compriamo.
DRM, proibizione di fare copie, prezzi altissimi, zero diritti del consumatore, cultura solo per chi può pagare.

Il Marzo Nero si propone il boicottaggio di queste ditte nel mese in cui tirano le prime somme dell’anno, e di supportare al contempo gli altri.
Gli autori indipendenti, le piccole realtà locali o anche nazionali ma prive di potere, prive di visibilità, prive di soldi con cui diventare reali competitors.

Aderirò con piacere, anche se non nella maniera talebana di altri, la maniera che ho visto richiesta in diversi manifesti.
Non comprerò libri (un bello sforzo, direte voi… lo so, baro un poco vista la coda di lettura) dei grandi editori. Anzi, ho già due libri da leggere, di autori emergenti con cui inaugurare il mese di marzo!

Non comprerò film né dvd. Ma potrei comprare la prima uscita Dynit di Madoka, senza aspettare aprile: mi paice la politica Dynit, che prima di vendere i dvd ha reso disponibile la serie gratuitamente e in streaming, su pop-corn tv. Testata, guardata, apprezzata, comprata. Massimo sostegno a queste iniziative.

Non so se boicotterò del tutto manga e fumetti, o se ne comprerò meno. Cercherò comunque di non comprarli, preparandomi per il conseguente salasso ad aprile.
Fa eccezione Ubel Blatt 11, uscito in contemporanea col giappone due-tre settimane fa e ancora non reperito in fumetteria. Questo lo prenderò a vista ovunque io lo trovi. Dead or alive.

Niente cd. Niente concerti, pure. Tranne, ovvio, gruppi locali o serate strane.

Niente cinema. Quasi. Se venerdì ce la farò (cioè, se il film sarà in proiezione) andrò a vedere ACAB. Diverse le ragioni al riguardo, è una questione di precedenze di impegni.
Tanto poi, quasi sicuramente, non andrò a vedere (per mancanza di accoliti) John Carter nè Hunger Games e direi che questo riequilibra non poco la bilancia.

 

 

Ed è tutto.
Il prossimo mese cercherò quindi di parlare di cose un po’ diverse dal solito, da webcomic ad autoproduzioni, autori esordienti et similia.

Annunci

28 febbraio 2012 - Posted by | Uncategorized

3 commenti »

  1. Be’, chi vuole aderire a questa iniziativa resterà a digiuno di cinema, ma può sempre andarsene a teatro: saltando magari quel paio di teatri più “in”, si tratta quasi sempre di spettacolo non “industriale” e di produzioni minori. Domanda per tutti: da quanti anni non andate a teatro? (ci siete mai andati?).
    E poi il boicottatore può leggersi un libro (magari in digitale) edito fuori dai canali tradizionali. Salterei però l’editoria a pagamento, o per lo meno quella più bieca. Io ho già dato nei mesi scorsi da questo punto di vista, scaricandomi alcuni e-pub gratuiti…
    E per la musica, ci sono alcuni bravissimi artisti di strada (e altri un po’ meno bravi).

    Commento di bruno | 29 febbraio 2012

  2. Sono stato a teatro un mese o due fa, mi pare… il Cirano. Che ok, era una delle produzioni “in” ma mi è piaciuto davvero molto…
    Per i libri sono a posto, tra un paio di sorprese di cui poi vi parlerò e la decisione dei collettivi di scrittura Wu Ming e Kai Zen di rendere disponibli i propri libri in formato digitale, sui propri siti, a offerta libera dei lettori. Li reputo abbastanza “atipici” da rientrare nel Black March, per quanto siano nomi abbastanza noti. E ovviamente quando leggerò dei libri, se gli stessi mi saranno piaciuti pagherò con estremo piacere gli autori.

    Per la musica, quando da queste parti suonano è sempre un evento e vado più che volentieri ad ascoltare musica dal vivo!

    Comunque la cosa, anche se non seguita integralmente, può certamente portare benefici agli utenti, magari spronandoli a scoprire cose nuove, uscendo dal circolo dei “soliti nomi” proposti dalla pubblicità e dai media…

    Commento di tanabrus | 29 febbraio 2012

  3. mi piace un sacco questa iniziativa, e non ne sapevo niente. Aderirò con piacere 🙂

    Commento di fed | 29 febbraio 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: