La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Geektastic


Nell’ultima settimana ho cominciato a leggere questa raccolta di racconti.
Si, lo so, tutte le volte dico che non mi piacciono i racconti, e tutte le volte poi finisco di nuovo a leggerne qualche raccolta.

Ma questo libro direi che è diverso.

Non l’ho ancora finito, da lunedì al giovedì sono riuscito appena a leggere un racconto a sera.
Oggi però ho deciso di immergermici per bene, domani conto di finirlo.

Di cosa parla?

Di nerd.
Di geek.
Della cultura nerd americana.

Voglio dire, tutti conosciamo ormai i cosplayer e la cultura giapponese degli otaku.
Quello che però non avevo realizzato appieno, fino a questa raccolta, era la portata dell’equivalente americano.

Trekkers e appassionati di Star Wars che non solo si vestono da Klingon o da Jedi, ma cercano di vivere come loro.
Incontri dal vivo di gruppi di giocatori che si sono conosciuti online.
Convention di supereroi nella vita reale.
Sessioni di gdr dal vivo.
Il gioco di ruolo, gli allineamenti, gli alter ego che si sovrappongono alla reale identità di una persona.

Tutte cose che conoscevo, bene o male. Ma ne ignoravo la portata, la dimensione.
Il fanatismo con cui si perseguono certi obbiettivi, certi ideali, certi stili di vita.

Bene o male ho fatto quasi tutte le cose oggetto di questi racconti, penso.
Ma su scala diversa.
E’ affascinante come queste cose diventino l’intera vita di una marea di individui, laggiù.

 

Leggere questi racconti mi ha fatto sentire un po’ meno nerd,  in paragone a quegli esaltati. Più normale.
Poi, certo, è arrivato subito il rassicurante pensiero che se fossi americano, probabilmente passerei il tempo alle Convention vestito da Sith, a tentare giovani Jedi per portarli al lato oscuro. E le nostre sessioni notturne di gdr di Vampiri sulle Mura cittadine non hanno niente da invidiare ai live americani.

 

Comunque, per ora sto adorando questi racconti. Come sempre, alcuni sono più belli, altri meno, ma tutti sono… veri.
Tutti racconti scritti da scrittori YA sul tema di geek, nerd, convention. Il nostro mondo, insomma.
Autori che hanno vissuto in questo stesso mondo, che sanno bene di cosa stanno parlando.
Praticamente, ogni volta che torno a prendere in mano la raccolta, mi si stampa un sorriso in volto, mi sento come a casa.

28 gennaio 2012 - Posted by | Black Holly

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: