La torre di Tanabrus

Did you miss me?

The Reichenbach Fall


Oggi mi sono guardato il terzo episodio di Sherlock, l’ultimo di questa seconda stagione.
Penso sia una delle serie migliori che siano in circolazione, ogni episodio è curatissimo e affascinante.

Questo secondo season finale (anche se mi suona strano chiamare così il terzo episodio di una stagione di tre… non sono ancora bene addentro alla cultura anglosassone) è un altro ottimo episodio, e oserei dire che riprende una tematica che era venuta fuori con grande potenza  nel secondo episodio.
La psiche di Sherlock Holmes, i suoi legami con le altre persone, le sue poche amicizie.

Stargli intorno è difficilissimo, visto che ha il tatto di Sheldon Cooper e senza accorgersene ridicolizza chiunque gli stia vicino. Semplicemente si trovano su piani differenti di esistenza, non c’è paragone tra Sherlock e un comune essere umano.
Solo poche persone possono avvicinarglisi, come mente.
Suo fratello Mycroft, che però è più civilizzato e meno estraniato dal mondo, meno assurdamente geniale;
Irene Adler, vista nel primo episodio della stagione, una donna in grado di tenergli testa e di attirare la sua completa attenzione;
e infine, e sopratutto, Moriarty. Il suo eterno rivale, il suo acerrimo nemico.
Il genio del crimine che ha trovato in Sherlock un’anime affine, un motivo di distrazione.

Moriarty era stato il cuore del finale della prima stagione, e ancora di più lo è in questo secondo finale di stagione.
Un episodio che vede fronteggiarsi direttamente Sherlock e Moriarty, a viso aperto, con in gioco la vita di Sherlock e dei suoi amici.
Un episodio che mostra il potere di un tarlo di dubbio bene instillato nelle menti, il potere della manipolazione. E l’affetto che in fondo Sherlock nutre per i suoi amici.

Un episodio che si apre in maniera sconvolgente, con un Watson affranto nello studio della sua psicologa. Uno Watson che è tornato da lei per parlare dell’evento che gli ha sconvolto di recente la vita… la morte di Sherlock Holmes.

Avevo previsto con buon anticipo il finale, ma pur rimanendo vigile per trovare falle non sono riuscito a individuarle, non sono riuscito a comprendere il meccanismo utilizzato da Moffat per arrivare a quel finale. Immagino dovrò attendere le sue risposte, comunque la stagione si chiude con un ottimo cliffangher come già capitato in occasione della prima serie.

 

 

 

p.s. Domani probabilmente vedrò di tirare giù due righe sulla proposta di Fava, della Lega Nord, che pare avere capito male la lezione americana e che vorrebbe tirare su una sorta di SOPA italiana. Il nemico è alle porte…

21 gennaio 2012 - Posted by | Serie tv, Sherlock

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: