La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Varie e assortite


Edit: questo post era stato fatto la scorsa settimana. Poi mi è stato fatto notare che era sparito… mah, misteri di WordPress.

Segnalazioni, letture del week-end passato in gran parte a cazzeggiare, appuntamenti e altre bazzecole di questo tipo che mi si stavano accumulando e che scordavo di postare.

Per cominciare: tra due settimane cominciano i Comics.
Verrete?
Per l’occasione si è anche organizzata una bella cena, forse anche un paio. Se mi fossi scordato di contattarvi (perché sono smemorato, o più semplicemente perché non avevo idea veniste a Lucca) ditemelo che vedo di porre rimedio.
Aspetto in gloria il calendario della manifestazione per stilare il mio personale, di sicuro sarò alla conferenza Panini e all’incontro del lunedì con Dimitri.
E conterei di esserci anche a una presentazione di Barbi e a una di Falconi, si vedrà poi come il tutto si andrà a incastrare.
Ah, se vedrete un idiota arrampicarsi su un cornicione per gettarsi in picchiata addosso a Sberla in onore dei vecchi tempi dell’A-team, molto probabilmente sarò io. E sarò io di nuovo il tizio incappucciato e mascherato che tenterà di rapire Martin, se verrà.
Di sicuro purtroppo non verrà John Kovalic che si scusa su Dork Tower per non potercela fare. Peccato.

Così, tanto per dire.

 

Ho scoperto questo libro grazie a Liviu, pare molto interessante!

What would happen if Odysseus met Captain Ahab in the Fortieth Century? Only Captain Ahab is a beautiful woman named Steel who owns her own starship and Odysseus is an unemployed actor named Mohandas who’s stuck on the backside of a backwater moon because he won’t pay his taxes. Oh, and everybody well, almost everybody lives forever, did I mention that? And there s a telepathic Internet that allows the entire population of the galaxy to communicate at will and even experience the world from another person’s perspective. Dancing with Eternity is a sprawling galactic odyssey that takes Steel, Mo, and the crew of the starship Lightdancer on an incredible voyage of adventure, self-discovery, and revelation…. And they get to go to a lot of really cool planets, too.

Questo libro invece l’ho scovato tramite Mihir. Altro titolo che pare davvero interessante.

Cal MacDonnell is a happily married New York City cop with a loving family. Seth Raincrest is a washed-up photographer who has alienated even his closest friends. The two have nothing in common—except that they both suffer from retrograde amnesia. It’s as if they just appeared out of thin air thirteen years ago, and nothing has been able to restore their memories. Now their forgotten past has caught up to them with a vengeance.

Cal’s and Seth’s lives are turned upside down as they are stalked by otherworldly beings who know about the men’s past lives. But these creatures aren’t here to help; they’re intent on killing anyone who gets in their way. In the balance hangs the life of a child who might someday restore a broken empire to peace and prosperity. With no clue why they’re being hunted, Cal and Seth must accept the aid of a strange and beautiful woman who has promised to unlock their secrets. The two must stay alive long enough to protect their loved ones, recover their true selves—and save two worlds from tyranny and destruction.

Awakenings launches a captivating fantasy saga by an amazing and talented new storyteller.

Cory Doctorow ha annunciato che la Tor lo ha messo sotto contratto per scrivere il seguito di Little Brother (da noi semplicemente X). Un libro davvero molto bello che consiglio a tutti quanti, una sorta di “sulla strada verso il Grande Fratello” ambientato ai giorni nostri, in un’America giusto un pelettino più Orwelliana di quanto non sia adesso. Un libro che parla anche della tecnologia, spiegando per bene diverse cose. E che parla della ribellione, della necessità di muoversi prima che le cose diventino ingestibili.
L’argomento mi spingerebbe alla deriva verso il 15 ottobre di Roma, ma visto che il mio buon proposito della giornata era quello di non parlare di questo scempio, la chiudo qui. Ma leggete il libro. E’ disponibile anche gratuitamente, in CC.

Sempre rimanendo, comunque, in ambito più o meno distopico, quando ho letto la notizia del supporto odoroso per i film non ho potuto fare a meno di pensare a Il mondo nuovo

A chi interessasse, qui c’è un’intervista a Terry Pratchett (Mondo Disco) fatta nientepopodimenoche da Neil Gaiman (troppa roba da scrivere qui condensata in due parole).

Fed ha scritto un bel post su una vecchia serie (stranamente sfortunata) di S.E. Joss Whedon, e cioè Firefly.
Almeno, immagino sia un bel post. Di sicuro è lungo, e contiene delle immagini. E Fed è una nerdaccia.
Non l’ho letto perché all’epoca mi ero procurato Firefly e Serenity, il film che chiude la serie. Pensavo però che la cronologia fosse al contrario, e che il film fosse prima della serie. Insomma, mi sono spoilerato l’intero finale. Sono più di cinque anni che mi proibisco di vedere la serie fino a quando non dimenticherò il film. Immagino il momento si stia avvicinando. Ma fino ad allora, no spoilers. Come direbbe River Song.

E infine, le mie letture del fine settimana… sabato mattina sono andato in fumetteria.  Mancavo da un po’.
Un rapido punto della situazione, quindi.
Rat-Man è ormai tornato su livelli eccellenti. Dopo la storia con i Mercenari e Cristo nell’antica Palestina, adesso si torna nella continuity del Ratto. Al suo legame con Janus Walker. E lo facciamo seguendo un Janus intrappolato nella zona morta della memoria di Rat-Man, dove finiscono le cose dimenticate. Con uno stile davvero affascinante da parte di Leo.
Psyren continua a piacermi, malgrado sia una serie classica di lotte e guerrieri che si migliorano costantemente, la trama rimane intrigante. E ora le cose si sono fatte molto complicate: metà del gruppo è rimasto nel futuro, chi sperso e chi intento a lottare assieme ad altri ribelli. E chi è tornato a casa -dopo una lunghissima assenza che ha attirato su di loro le attenzioni della polizia- torna a fare indagini, consapevole però che se eviteranno la fine del mondo non cambieranno il futuro, ma creeranno un nuovo futuro. Abbandonando a sé stessi gli amici rimasti laggiù e i ragazzini cresciuti in clandestinità.
Bleach ha visto finalmente la fine della saga di Aizen e degli Arrancar. E termina con un bel colpo di scena, Ichigo privo di poteri! La serie è monotona ma non noiosa, temo però di chiuderla qui per penuria di spazio fisico.
Fairy Tail è quasi arrivata alla fine della saga nell’altro mondo, dove abbiamo scoperto la vera natura di Happy e Charle ma anche di Mistgun, e questa era davvero inaspettata. Ora rimane solo un piccolo dettaglio da chiudere, poi la saga potrà considerarsi davvero chiusa. Anche questa serie è a rischio abbandono: divertente ma non sorprendente né travolgente, potrebbe diventare vittima del Demone dello Spazio.
D.gray-man ormai esce così raramente che devo sempre fare per un po’ mente locale, prima di leggerlo. Per ora penso di continuarlo, mi intriga vedere Allen che minaccia sia i Noah che l’Ordine!
X-Men ho letto di fila tre numeri della serie, più due numeri del Deluxe. Cose buone e cose meno buone. Niente che sia spiccato clamorosamente sopra il resto.

Annunci

23 ottobre 2011 - Posted by | Bleach, D.Gray-Man, Doctorow Cory, Fairy Tail, Firefly, Gaiman Neil, Lazellari Edward, Lowric John Patrixk, Lucca Comics, Pratchett Terry, Psyren, Rat-Man, X-Men

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: