La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Incipit – Il circo dei gatti di Vishnu


Terminata la lettura dell’ultimo tomo di Martin, di cui parlerò nei prossimi giorni, passo a un libro differente.
Scritto in italiano, piccolo, fantascientifico.

Vieni Matsya, vieni Kurma, venite Narasimha e Varaha. Venite di corsa sul ring, alla luce fumosa dei rifiuti di polietilene in fiamme e sotto lo sguardo ebbro e folle della luna coricata sulla schiena< fulvi e neri, tigrati e grigi, bianchi e pezzati, color tartaruga e gatti di Man senza coda e con le gambe da lepre. Correte Vamana e Parashurama, correte Rama e Krishna.
Spero che nessuno si offenda perché ho dato ai gatti del mio circo i nomi degli
avatar divini. Certo, sono degli sporchi gatti di strada, acchiappati sulle mura, sui balconi e sui cumuli d’immondizia, ma per natura i gatti sono creature blasfeme. Ogni volta che si leccano o si raggomitolano, ogni volta che si stiracchiano o che graffiano, è un deliberato affronto al decoro divino. Ma non porto io stesso il nome di un dio? E non posso quindi chiamare col mio nome i miei corridori, i miei salvatori, le mie stelle? Perché io sono Vishnu, il Preservatore.

18 settembre 2011 - Posted by | Incipit, McDonald Ian

3 commenti »

  1. Non so bene cosa pensare di questo libro, da una parte mi affascina e dall’altra tutt’altro; ergo, sono indecisa se leggerlo o meno. Sono curiosa di vedere quale sarà la tua impressione finale 🙂

    Commento di Camilla P. | 18 settembre 2011

  2. ma… di che parla, oltre che di gatti irriverenti nei confronti degli dei? XD
    La copertina fa paura………..

    Commento di Francesca | 18 settembre 2011

  3. New wave of british sf, direi.

    Siamo nel futuro, un futuro ipertecnologico. In India (come si poteva intuire xD)
    Il protagonista (il “proprietario” del circo) racconta la sua vita al pubblico, partendo dall’incontro tra i propri genitori (e quindi raccontando un minimo di storia di questa India, che si è ritrovata fratturata dallo scoppio di uno “Scisma”, guerre fratricide tra regioni che si dichiaravano indipendenti) e dalla nascita del fratello Shiv fino al suo concepimento straordinario.

    Perché lui non è un normale umano, lui è un “eletto”. E’ un bramino, nato in provetta, con i geni selezionati con cura. Programmato per essere più forte, più intelligente, più sano di un normale umano. E dalla longevità doppia.
    Un prodigio in grado fin da naonato di interfacciarsi con le Intelligenze artificiali che lo circondavano, quando il suo cervello era giò formato e comprendeva tutto il circondario ma i limiti fisici del suo corpo di bambino gli impedivano di parlare.

    Per ora è interessante, anche se devo ancora capire dove voglia andare a parare.

    Commento di tanabrus | 18 settembre 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: