La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Varie ed eventuali


Avviso: il post sarà un poco lungo.
Ci sarà un piccolo aggiornamento su che fine ho fatto, una piccola news su un progetto futuro molto vicino nel tempo, e poi una carrellata di varie ed eventuali che ho messo da parte in questi giorni di lontananza dal blog.

Sabato mattina.
Un bel sabato mattina, soleggiato.
Ho un bel tomo sull’asterisk da leggere\studiare\testare che tanto per cominciare mi terrà impegnato per buona parte del week-end, con mia somma gioia.
Lo stereo sta sparando i Black Sabbath.
La giornata è cominciata ottimamente, i miei propositi sono saldi, la volontà è forte e la sicurezza non mi manca.

Ieri ho deciso anche di aprire un nuovo blog, su un’altra piattaforma. Probabilmente Blogger, per meglio legarlo a Google+, che mi ha dato l’idea e gli spunti per aprirlo. Non sarà un blog sui libri\fumetti\film\serie, per questi argomenti rimarrà sempre questo blog.
Solo che ora che il tempo è diminuito drasticamente, ho sempre meno cose da scrivere qui (tanto per dirne una, Martin è ancora al 65%. E l’ho iniziato un mese fa…) mentre stanno aumentando vertiginosamente le cose interessanti che sto scoprendo/apprendendo sull’altro versante della mia vita, quello tecnologico-professionale. E così ho deciso di tirar su un blog relativo a queste cose.
Un blog influenzato anche da Arya Stark, dalla quale prenderò e adatterò una domanda ricorrente che le viene fatta, a un certo punto della saga: Quali sono le tre cose nuove che ora sai e che prima non sapevi?
Penso a qualcosa del tipo Cosa so di nuovo stasera, che questa mattina non sapevo?
Perché devo rimanere sveglio, attivo, curioso e affamato. E imparare, sempre e comunque.
Appena lo attiverò lo linkerò anche qui, nel caso qualcuno fosse incuriosito.

Ma basta parlare di questo, passiamo veramente alle varie ed eventuali.
Cioè segnalazioni che mi sono salvato dall’ultimo post fatto.

Intanto, un aggiornamento sulla neverending queue.
Sono arrivati tanti nuovi amici in casa, tanti che adesso temo non mi basterà il tempo per leggerli…
in ordine sparso: Supergods di Grant Morrison, Il circo dei gatti di Vishnu di Ian Mcdonald, L’aleph di Borges, Il mondo nuovo – ritorno al mondo nuovo di Huxley, Sandman Slim di Kadrey, Ristorante al termine dell’universo di Adams, Io, robot di Asimov, La mano sinistra di Dio di Hoffman, La sottile linea bianca di Lemmy, The giver di Lowry, Abarat di Barker, Hunger games della Collins.
Che si vanno a sommare ai libri in attesa, L’invasione degli ultracorpi di Finney, L’ultimo lupo mannaro di Duncan, I.N.R.I. di Moorcock, La casa del tempo sospeso di Petrosjan, Il sentiero dei pugnali di Jordan, Kim di Kipling, Delitto e castigo di Dostoevskij.
E ai libri sul Kindle: raccolte di racconti di Martin e della Hobb, libri di Barker, libri di non so quante persone, tra cui Room della Donoghue.
Help.

Passando oltre, eccoci alle segnalazioni.

Bruno parla di Non lasciarmi, il film tratto dall’omonimo romanzo di Ishiguro di cui avevo parlato qualche tempo fa.
Mi fa piacere che i suoi dubbi siano gli stessi che mi avevano colto durante la lettura del libro.

Una notizia molto bella, a mio avviso, è che la Dynit dopo aver acquisito i diritti dell’ottima serie Puella Magi Madoka Magica ha deciso di trasmetterla in streaming, sottotitolata, gratuitamente. Su Pop Corn Tv. Tanto di cappello!
Se non l’avete mai vista, dategli una possibilità, davvero.
E inoltre, la Dynit ha anche aperto dei sondaggi per far scegliere ai fan italiani le voci dei doppiatori, in vista dell’edizione in dvd!
Mi piace sempre di più la Dynit.

Robert e Liviu parlano benissimo di questo libro di Erin Morgenstern, The night circus.
E ultimamente l’atmosfera circense, o almeno di un certo tipo di circo misterioso, brutale e mistico, mi sta intrigando non poco…

The circus arrives without warning. No announcements precede it. It is simply there, when yesterday it was not. Within the black-and-white striped canvas tents is an utterly unique experience full of breathtaking amazements. It is called Le Cirque des Rêves, and it is only open at night.

But behind the scenes, a fierce competition is underway—a duel between two young magicians, Celia and Marco, who have been trained since childhood expressly for this purpose by their mercurial instructors. Unbeknownst to them, this is a game in which only one can be left standing, and the circus is but the stage for a remarkable battle of imagination and will. Despite themselves, however, Celia and Marco tumble headfirst into love—a deep, magical love that makes the lights flicker and the room grow warm whenever they so much as brush hands.

True love or not, the game must play out, and the fates of everyone involved, from the cast of extraordinary circus per­formers to the patrons, hang in the balance, suspended as precariously as the daring acrobats overhead.

Written in rich, seductive prose, this spell-casting novel is a feast for the senses and the heart.

Il primo settembre è uscito per la Fanucci il secondo volume della trilogia di Patrick Rothfuss.
Il seguito dell’ottimo Il nome del vento.
Si, so che La paura del saggio è la traduzione esatta del titolo The wise man’s fear, ma devo ammettere che il titolo suona migliore in inglese che non in italiano… comunque per ora non lo comprerò.
Il motivo? E’ nascosto nel secondo paragrafo di questo post. Se prendo un altro libro formato enorme, penso che lui, Jordan e La casa del tempo sospeso tireranno su una malvagia alleanza e mi salteranno sullo stomaco di notte, per punirmi di ignorarli come sto facendo. Quindi dovrà attendere che la coda di lettura si svuoti, purtroppo…

Se pensate di fare una festa a tema, e se pensate che il tema possano essere i pirati -del resto siamo nel bienno di celebrazioni Salgariane- Fed vi svela come fare, documentando la sua splendida festa pirata!!!

Su Sognando Leggendo, Molly fa una gran bella recensione di Io sono leggenda, libro che non ho mai letto e che ora avrei davvero voglia di leggere. Non fosse per i piccoli particolari del secondo paragrafo.

E infine, Sam parla di John Carter.
Un bel post, lungo ed esaustivo come sempre, che parla sia della storia che ha portato alla nascita del film, sia dei libri di Burroughs da cui il film  è ovviamente tratto.
Libri che io purtroppo non ho mai letto, ammetto candidamente che la mia conoscenza di questo autore si limita al pur ottimo Tarzan delle scimmie. E tanto per cambiare il suo post mi ha fatto venire voglia di leggere le avventure di John Carter su Marte.
Prima o poi recupererò, promesso.

Inoltre, ne approfitto per fare gli auguri al suo blog, Libri e caffèlatte, che oggi compie un anno.
Articoli lunghi, ben ragionati, appassionati, documentati. Un bellissimo blog.
Auguroni al blog e a Sam!

Annunci

10 settembre 2011 - Posted by | Adams Douglas, Asimov Isaac, Barker Clive, Borges Jorge Luis, Burroughs Edgar Rice, Collins Suzanne, Donoghue Emma, Dostoevskij Fedor, Duncan Glen, Finney Jack, Hoffman Paul, Huxley Aldous, Ishiguro Kazuo, John Carter, Jordan Robert, Kadrey Richard, Kipling Rudyard, Lowry Lois, Matheson Richard, McDonald Ian, Moorcock Michael, Morgenstern Erin, Morrison Grant, Motorhead, Petrosjan Mariam, Puella Magi Madoka Magica, Rothfuss Patrick

15 commenti »

  1. per prima cosa ti invito a mettere immediatamente Io sono leggenda nella coda di lettura, è un libro meraviglioso (ma magari meglio se lo leggi tipo in piena estate perché è devastante… penso che se non l’avessi letto sotto l’ombrellone mi sarei suicidata), e poi ti ringrazio per la citazione del mio pirate party 😉

    Commento di fed | 10 settembre 2011

  2. Non posso 😦
    I libri in coda mi parlano, giuro.
    Di notte li sento borbottare sottovoce, organizzano rivolte e promettono di torturarmi se entrerà anche solo un nuovo libro prima che abbia cominciato a dedicargli la dovuta attenzione.
    Mi fanno paura…

    Commento di tanabrus | 10 settembre 2011

  3. Sto leggendo adesso La casa del tempo sospeso di Petrosjan ed è una lettura piacevole, ma il bello penso che debba ancora venire 🙂

    Ho preso la Paura del Saggio: sapevo che era grosso, non credevo così grosso 😛

    E mi associo a Fed: metti in coda di lettura Io sono Leggenda (solo duecento pagine, niente in confronto ai libri delle righe sopra), merita, eccome se merita 🙂

    Commento di M.T. | 10 settembre 2011

  4. DEVI leggere “Io sono leggenda”. Non ci sono se e ma. Se sono la terza che lo scrive in modo perentorio un motivo ci sarà!
    Per il resto grazie delle segnalazioni e aspetto di leggerti anche su Blogger^^

    Commento di Daisy Dery | 10 settembre 2011

  5. DEVI leggere “Io sono leggenda” (ed evitare come la peste di vedere il film… sempre che tu non l’abbia già fatto, nel qual caso condoglianze).
    Finito quello, puoi passare a “La paura del saggio” 😉

    Commento di Darak | 10 settembre 2011

  6. Io ho deciso che NON comprerò più libri cartacei che hanno più di 500 pagine. 🙂

    Commento di Valberici | 10 settembre 2011

  7. Grazie infinite! ^__^
    Sono contenta che ti sia piaciuto l’articolo su Carter, sarà anche un uomo d’altri tempi ma ha sempre il suo fascino 😉
    Puella Madoka l’ho visto, non male davvero! Molto originale.
    Infine mi aggiungo al coro dicendoti: leggi Io sono leggenda!
    A me è piaciuto moltissimo.
    Grazie ancora, per tutto. Per il link, i complimenti e gli auguri … :)))

    Commento di Sam | 10 settembre 2011

  8. Boia, un plebiscito a favore di Io sono leggenda!
    Appena potrò prendere nuovi libri (e non per lasciarli accumulare polvere) punterò a Matheson.

    E comunque sto cominciando a pensarla come Val, per i grossi tomi…

    Commento di tanabrus | 11 settembre 2011

  9. mi sa che a questo punto DEVI leggerlo proprio ^^ però sono d’accordo nell’idea di smaltire prima un po’ la coda di lettura: se i libri impilati ti parlano davvero aspetta: io non vorrei mai che Io sono leggenda mi parlasse!

    Commento di fed | 11 settembre 2011

  10. Se vuoi vedere un film che assomigli un poco al libro Io sono leggenda, guardati quelli realizzati nel passato (L’ultimo uomo della Terra,1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra): l’ultimo non c’entra nulla con l’opera di Matheson.

    Commento di M.T. | 11 settembre 2011

  11. Quoto M.T. i film interessanti sul tema sono più quelli del passato che l’ultimo, ammeto comunque che non ho letto il libro salvo alcuni brani.

    Ringrazio Tanabrus per la citazione del mio articolo, dove i dubbi che mi pongo in fondo sono semplicemente quelli logici che, immagino, son venuti più o meno a tutti gli spettatori che si siano posti qualche domanda; peraltro se ci sforziamo di accettare le premesse e la remissività del gregge dei cloni, il film è bello.

    Quanto alla Paura del Saggio meriterebbe di saltare la coda di lettura a pié pari, e superare il libro di Jordan spernacchiando, ma è una opinione personalissima. Ci tengo a precisare tuttavia che non mi è sembrato dello stesso livello, rispetto a Il Nome del Vento.

    Commento di bruno | 11 settembre 2011

  12. A proposito di libroni, se non l’hai ancora preso (non l’ho visto recensito), “Il campione delle ere” di Sanderson è in offerta a 5,00 euro in e-book sul sito della Fanucci.

    Commento di Darak | 12 settembre 2011

  13. Darak, sei un diavolo tentatore!

    Commento di tanabrus | 12 settembre 2011

  14. Prendilo Gabriele, prendilo…Il Campione delle Ere è un ottimo libro, ritorna al livello del primo della saga…fidati, io l’ho letto e merita…non puoi resistere…lo devi avere…ti sta aspettando…è il tuo tessssssoooro 😀

    Commento di M.T. | 12 settembre 2011

  15. devi assolutamente leggere “la paura del saggio”… è semplicemente BELLISSIMO! Se anche il terzo capitolo (sperando di non dover aspettare altri 4 anni) sarà all’altezza, credo che eleggerò Rothfuss a mio autore preferito!

    Commento di Marco Tarantino | 14 settembre 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: