La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’angolo del cacciatore di libri (22-2011)


Eccoci arrivati al consueto appuntamento domenicale con L’angolo del cacciatore di libri.
Ovvero, i libri di cui ho scoperto l’esistenza nell’ultima settimana e che mi hanno affascinato. Oppure libri di cui solo in questi giorni ho letto recensioni tali da farmeli giudicare interessanti, e meritevoli di finire nella neverending queue… chissà quali di questi titoli alla fine riuscirò a leggere!

Il labirinto, di James Dashner.
La copertina è inglese, ma il libro uscirà in Italia il 1° giugno per la Fanucci, come ho scoperto sul blog di Yuko

Quando Thomas si sveglia, le porte dell’ascensore in cui si trova si aprono in un modo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L’unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra all’inizio del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi chiudersi di notte. Ben presto i ragazzi elaborano  l’organizzazione di una società ben ordinata e disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei consigli e vigono regole rigorose per mantenere l’ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell’ascensore. Il mistero si infittisce un giorno quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza. È la prima donna che abbia mai fatto la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di altri mezzi visibili di fuga, il Labirinto sembra essere l’unica speranza del gruppo…o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.

The winds of Khalakovo, di Bradley P. Beaulieu
Anche questo è merito di Yuko, che me lo ha segnalato. Grazie!

In mezzo ai mari crudeli e inospitali si trova Khalakovo, un arcipelago di sette isole montagnose, il cui nido d’aquila si estende per un migliaio di piedi nel cielo. Rifornito dalle navi a vento che portano merci e dignitari, il nido d’aquila di Khalakovo è il crocevia del commercio mondiale. Ma non va tutto bene a Khalakovo. E’ scoppiato un conflitto tra il signore dominante, l’indigeno Aramahn, e il natico Maharraht, e si è diffusa una grave malattia nell’ultimo decennio. Oggi, Khalakovo ospiterà i Nove Duchi, un incontro che avrà un grandissimo peso per il futuro di Khalakovo.
Quando uno spirito elementale attacca una nave a vento in arrivo, uccidendo il Gran Duca e il suo seguito, il pincipe Nikandr, erede allo scettro di Khalakovo, viene incaricato di  trovare il bambino prodigio che si crede abbia compiuto l’evocazione. Comunque, Nikandr scoprirà che il bambino è autistico e potrebbe possedere la chiave per far sparire la maledizione che sta spazzando le isole. Potranno essere tenuti a freno i Duchi, assetati di vendetta? Khalakovo potrà essere salvata? La risposta si trova nei Venti di Khalakovo…

Annunci

29 maggio 2011 - Posted by | Beaulieu Bradley P, Dashner James, L'angolo del cacciatore di libri

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: