La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Perle dal web (8-2011)


Eccoci anche questa settimana alla rubrica del martedì, dove segnalerò articoli interessati scovati nell’ultima settimana in rete. Una mia personale rassegna di articoli presi da blog amici o nei quali sono comunque incappato casualmente in rete.

Perché certi post meritano di essere fatti circolare!

In questa settimana si è concluso il blog-tour dedicato a Esedion, di Claudia Tonin.
La quinta tappa ha riguardato il personaggio di Sofia, sul blog di Camilla.
La sesta tappa ci porta invece in Malesia, a visitare alcune isole della Sonda che compariranno nel libro. Se ne occupa Miss Meiko. E se il nome dell’arcipelago vi suona familiare, rispondo solo dicendo “Salgari”.
La settima, in casa di Alessandra, ci mostra l’isola di Estreria.
Infine, la settima e ultima tappa vede il tour tornare là da dove era partito, a casa di Voce del silenzio che fa una bella e lunga intervista all’autrice.
In bocca al lupo al libro!

Dal blog di Daisy, riporto la notizia -che in settimana ha fatto il giro  del web nostrano- di Madalon.
Chi è Madalon? Nessuno, non esiste. Ma alla fiera di Torino un genio ha fatto un esperimento, diventando lo scrittore Madalon. Avvicinando ospiti del salone ed editori, chiedendo loro pareri sul manoscritto che gli aveva inviato.
Capisco gli abbozzamenti di qualcuno che -si vedeva chiaramente- non voleva distruggere quel poveretto. Ma molti sono partiti a ruota libera lanciando giudizi sul romanzo, dando consigli su cosa cambiare, elencando i punti di forza e quelli deboli. Con una padronanza e una sicurezza che fa pensare non sia la prima volta che lo fanno. Un esordiente potrebbe pensare male, di fronte a certe reazioni…

 Sul suo blog, Sua Lentezza George Martin ha spiegato un po’ di cose su questo libro.
Cioè, poche cose riguardano il libro finale, parecchie riguardano gli anni di attesa per vederlo.
Comunque a questo punto comincio a essere fiducioso che il libro esca realmente.

Su The costumer is not always right viene raccontato un episodio spassosissimo che riguarda un povero libraio, un paio di grandiosi ragazzetti, un titolare illuminato, un acquirente cretino, la saga di Twilight e la saga di Harry Potter.
In fondo al racconto ci sono i link alle prime due parti della serie “Il tramonto della nostra letteratura”, sono spassosissime!

 

Nel suo magnifico blog, Uriel parla delle sue esperienze con la comunità Linux. I forum dove si cerca aiuto quando qualcosa non funziona come dovrebbe.
Effettivamente, certe situazioni che ha descritto mi hanno fatto venire in mente tante ricerche su svariate comunità… più che di Linux, direi che certi tipi di utenti si trovano in qualsiasi comunità (e rompono, se stai cercando la Soluzione).

Annunci

24 maggio 2011 - Posted by | Martin George, Meyer Stephanie, Perle dal web, Rowling J K, Tonin Claudia

5 commenti »

  1. La storiella è proprio divertente! Per il resto la ringrazio messere (inchino con riverenza)^^

    Commento di Daisy Dery | 24 maggio 2011

  2. non so se ridere o piangere per i tre post di The costumer is not always right, certo è che il manager del negozio è da stimare!!

    Commento di fed | 24 maggio 2011

  3. I dialoghi di “The Costumer is not always right” sono davvero divertenti… se non ci si ferma a pensare che succedono per davvero.

    Sono contenta che tu abbia seguito il blog tour! 😀

    Commento di Camilla P. | 24 maggio 2011

  4. “First, my editors and I made some decisions as to where to end this book which involved shifting a few chapters back into the next volume, THE WINDS OF WINTER”

    Dove ho già sentito questa cosa?

    [E quanto poco mi può importare dei patemi che ha sofferto nello scriverlo?]

    Commento di Azusa | 24 maggio 2011

  5. The Costumer is not always right sinceramente ho qualche perplessità riguardo questa storia.
    Questo tipo o tipa s’è comprato/a 7 libri in una botta senza aver mai sentito parlare prima della serie?
    Cioé, è come se comunque dovesse per forza comprare qualcosa. Poteva anche provare in un altro negozio. E’ come se non avesse avuto davvero importanza cosa comprava.
    Non sarà che doveva fare un regalo in tutta fretta con l’unica indicazione che la o il festeggiata/o volesse un libro fantasy con lupi mannari…? ^^”
    E i ragazzi che hanno nascosto i libri come facevano a sapere che quello avrebbe comunque comprato qualcosa? ^^” No, perché se il tipo non si comprava HP, dubito che il gestore poi avrebbe dato il buono ai ragazzi…

    Commento di Francesca | 25 maggio 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: