La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Game of thrones – The wolf and the lion


Quinto episodio della prima stagione di Game of thrones.

E torniamo ad avere il finale mozzafiato!

Prima di parlare dell’episodio, un commento per tutti coloro che seguono la serie senza aver letto i libri di Martin.
Avete presenti i colpi di scena avuti fino a ora alla fine degli episodi? Ecco, partendo da questo pensiero e tenendo in mente che nei prossimi episodi i colpi di scena saranno anche di più, fate mente locale sul fatto che tutto questa stava in un libro. Il primo della saga. La prima stagione.
Fidatevi: comprate questi libri e leggeteveli. Meritano dannatamente, malgrado la lentezza di Martin e le mosse commerciali della Mondadori. Che comunque ha stampato da poco un librone che racchiude in sé diversi libri italiani della saga. Conveniente, stranamente.

Passiamo ora al libro.
Difficile non partire dal finale, ma il fatto di sapere che sarebbe accaduto l’ha reso vagamente più accettabile e quindi riesco a resistere tutto sommato bene al prurito che avverto sulle dita pensando a quelle lance e a quelle spade.

Partiamo allora dal fratellino di re Robert, Lord Renly, e dal suo ricco amichetto del sud, l’idolo delle donne -ignobile Sansa compresa- Loras Tyrell.
Una relazione che nei libri è solo accennata velatamente, senza mai spiegare chiaramente dove arrivi l’amicizia e dove cominci qualcosa di diverso tra i due nobili, e che qui invece viene descritta subito in una ben precisa maniera. Preannunciata ampiamente, va detto, dalla rasatura di Renly.
Interessante comunque il dialogo tra i due riguardo l’opportunità di Renly di diventare re. Ma al momento questo Renly ha molto meno spessore del Renly cartaceo.
Anche Tyrell non mi sembra granché, splendidamente realizzato invece il suo elmo. Non avrei mai pensato a qualcosa di quel genere!

E parlando di sir Loras non si può non nominare i fratelli Clegane.
La Montagna che parte alla carica per far fuori il damerino che lo ha disarcionato, il Mastino che si para in mezzo -desideroso, chissà, di riuscire a colpire il fratello- e un durissimo scontro che ha inizio tra i due fino a quando il Re non sbotta. E da notare come il Mastino, fedele al suo nome, si inchina subito, incurante dell’attacco del fratello!
E che dire del mostriciattolo Lannister, che osserva la scena divertito e soddisfatto?

E intanto cominciamo a immergerci sempre di più nelle sabbie mobili degli intrighi di palazzo.
Anche Varys sembra avere i propri piani per Ned, e così come fa Ditocorto anche lui comincia a incontrarsi con il Primo Cavaliere per passare informazioni.
Informazioni sul modo in cui è morto Jon, e informazioni sulla vita dello stesso re in pericolo!
Ma finalmente Ned manda il re a quel paese, dopo diverse indagini per capire su cosa stesse lavorando Jon al momento della morte (anche se i sospetti li ha già bene in mente, inutile dirlo): quando il re e il consiglio ristretto decidono di fare uccidere Daenerys, saputo della sua gravidanza (e rivelando la presenza del traditore alla sua corte!), Ned si oppone strenuamente. E piuttosto che diventare complice di questo omicidio rassegna le dimissioni, pronto a fuggire rapidamente dalla città.
E intanto la piccola Arya, intenta a seguire le sue lezioni e, dietro istruzione del maestro, a inseguire i gatti, finisce nei sotterranei del palazzo. E mentre si aggira tra i teschi dei draghi, sente un dialogo tra due individui del palazzo. Un dialogo tra gente molto informata, che verte su Jon, Ned, un segreto della famiglia reale, una guerra incombente.

“He’s found one of the bastard already. He has the book. The rest will come.”
“And when he knows the truth, what will he do?”
“The gods alone know. The fools tried to kill his son, what0s worse… they botched it.
The wolf and the lion will be at each other’s throats. We will be at war soon, my friend.”

Intanto Lady Catelyn Stark sta portando il suo prezioso prigioniero, Tyrion Lannister, al Nido dell’Aquila dalla sorella Lisa, vedova di Jon Arryn e sovrana di quel posto.
Lungo la via il gruppetto raccattato alla locanda subisce grosse perdite a causa di un attacco improvviso dei selvaggi di quel tratto di montagna, ma alla fine arrivano a destinazione.
Purtroppo non si vede molto del paesaggio e del tragitto per arrivare al castello, e dico purtroppo perché sarebbe stato davvero grandioso.

In compenso conosciamo Lisa, che rende alla perfezione l’idea di una pazza completa. Anche il piccolo Robert è reso meravigliosamente bene, e così pure la reazione di Catelyn alla vista della sorella.
Forse il folletto non aveva tutti i torti, quando aveva avvisato la sua catturatrice delle condizioni mentali della sorella.
Abbiamo una splendida visuale della cella del Nido, una piccolissima stanza priva di una parete, a strapiombo nel vuoto. Ma con un panorama invidiabile, diamogliene merito.
Tyrion che fino a ora si è dimostrato correttissimo, salvando peraltro la Stark durante gli scontri con i banditi. Tra i personaggi migliori e più amati della serie al momento, direi.
E anche in seguito, se mi è permesso di dirlo!

 

E il finale, il gran finale.
L’ennesimo incontro  cui Ned viene condotto da Peter, sulle orme di Jon, con la gente del nord pronta ad abbandonare Approdo del Re al suo rientro al castello.
L’ennesimo bastardino -anzi, bastardina- di Robert. Un passo avanti verso la realizzazione della verità.
E sopratutto…

Comincia.

Jamie e i Leoni.
Ned e i Lupi, in inferiorità numerica e colti alla sprovvista.
Peter che andrà a chiamare la Guardia Cittadina.

E i dubbi su cosa succederà.

Come si comporterà Robert? Come si comporterà Ned? Cosa accadrà a castello?
Ciò che è successo difficilmente non lascerà conseguenze… la guerra è praticamente cominciata, scatenata da Lady Stark!

E intanto, una bella discussione tra re Robert e Cersei concede un po’ più di spessore al personaggio di lei. E fa chiarezza sulla relazione tra i due, sempre basata sui soldi dei Lannister, sulle ambizioni del padre di lei, sul fantasma dell’amore di Robert.
Mi sono quasi sentito triste per lei.
Quasi, perché la conosco.

Annunci

16 maggio 2011 - Posted by | Game of thrones, Serie tv

2 commenti »

  1. Per me, che non ho letto i libri, questa è stata una gran puntata, forse la migliore. Quando Ned abbandona il posto di Hand of the King non si ha proprio idea di come possano andare le cose, e lo stesso nello scontro fra (jamie?)Lannister e Ned Stark.
    Almeno per me, e per chi come me, che non conosce la storia, questo è stato un gran bell’episodio.

    Ps. Non so perché, ma lo svolgimento dei fatti mi porta a supporre una brutta fine (vicina o lontana che sia) per Ned… Spero di no, è uno dei miei personaggi preferiti xD

    Commento di Maurizio Vicedomini | 16 maggio 2011

  2. Mi sono rimangiato almeno due risposte per evitare spoiler 😀

    Ned è un personaggio stupendo 🙂
    Anche se prima o poi ammetto che mi piacerebbe vedere re Robert in gioventù, prima che diventasse un buzzone alcolizzato tormentato dal fantasma dell’amata Stark…

    Commento di tanabrus | 17 maggio 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: