La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Game of thrones – Cripples, bastards and broken things



Game of thrones
, quarto episodio.
E un titolo molto esplificativo, che rinchiude in sé le situazioni clou dell’episodio.

Cripples.


Abbiamo lo storpio per eccellenza, Tyrion Lannister, intento a scendere verso Approdo del Re dopo la scampagnata su alla Barriera. Per sua sfortuna, nella locanda dove si ferma incontra una Lady Stark che, in incognito, cerca di tornare a Grande Inverno dopo aver portato le ultime notizie su Bran al marito. E dopo aver saputo da Ditocorto l’identità del proprietario del pugnale.
E così otteniamo un grandissimo finale quando finalmente la lady tira fuori la sua risolutezza e con un colpo di genio chiama a raccolta uno a uno i guerrieri lì presenti, tutti legati in qualche modo a suo padre, e denuncia pubblicamente il Folletto come mandante dell’attentato alla vita di Bran.
Un ottimo finale, senza ombra di dubbio, e una grande strategia di Lady Stark.

Abbiamo poi Il Mastino, la guardia del corpo dell’adorabile principino Joffrey (adorabile sopratutto quando non compare, ammettiamolo pure). Che compare di striscio, messo in ombra anche dalla prima apparizione del suo fratellone, ser Gregor Clegane,  la Montagna, che mostra la sua abilità nella giostra schiantando sfortunatamente la propria lancia nella gola del giovane cavaliere, il fu scudiero del fu Primo Cavaliere.
Ma viene narrata la triste storia del Mastino, con Ditocorto che spiega a Sansa la sua situazione, e come abbia fatto a ridursi il volto in quel modo. Una storia di amore fraterno e di psicosi.
Comunque lo immaginavo molto peggio visivamente, il Mastino.

Bastards

Se si parla di bastardi, il primo che viene in mente in questo contesto è senza dubbio Jon Snow.
Che troviamo infatti alla Barriera, ora amico dei due che aveva umiliato al suo esordio tra i Corvi. Un’evoluzione che, ricordiamolo, deve totalmente all’intervento di Tyrion Lannister.
E mentre il gruppo viene vessato come sempre dal bastardissimo istruttore, arriva una nuova recluta. Samwell Tarly,  un povero ragazzo molto sovrappeso e molto codardo che è finito lì per evitare di essere ucciso dal padre che non sopporta di avere un figlio così inetto. E che farebbe una gran brutta fine se il buon Jon non prendesse le sue difese, facendo in modo che nessuno si approfitti di lui o accolga gli inviti alla violenza del sadico istruttore.
E proprio in un dialogo tra l’istruttore e le due reclute veniamo a scoprire qualcosa sulla durezza degli inverni e sugli scontri con i Bruti. Chissà come saranno questi bruti!

 

Abbiamo poi l’arrivo di un altro bastardo importante.
Si tratta di Gendry, figlio illegittimo di re Robert.
Jon Arryn lo visitava spesso, e prima della morte aveva consultato sovente anche un grosso libro sulla genealogia dei nobili, le loro vite, le loro caratteristiche fisiche.
Il seme è forte, ha detto in punto di morte il Primo Cavaliere.
E ora Ned ha cominciato le indagini. Il figlio illegittimo di Robert lo ha trovato, ora manca tutto il resto: chi ha ucciso Jon? E perché? Non penso che un bastardo possa valere la sua vita, perfino Stark ne ha uno!
E allora cosa è successo?
Pycelle sembra tirare in ballo Varys, Ned pensa più a una mano femminile -chissà di chi, viste le sue antipatie…-, Ditocorto tenta di mostrare a Ned come il palazzo sia un crogiuolo di spie al soldo di tutti i membri del consiglio ristretto e lo imbocca verso lo scudiero di Jon -ahimé, tragicamente defunto prima di poter parlare con Lord Stark- e verso il figlio bastardo di Robert.
Si comincia ad avere un assaggio dei giochi di potere che si tengono a palazzo, finalmente.
E si gode nel vedere Robert che schiaffa i suoi tradimenti apertamente in faccia all’altezzoso Jamie. Almeno, io ci ho goduto per l’Assassino di re.

Broken things

 La cosa rotta per eccellenza.
Bran Stark.

“Paralyzed and frozen
Free your mind
You’re broken
Paralyzed and frozen
Learn to roam
Don’t look back”

La canzone dedicatagli dai Blind Guardians direi che riassume alla perfezione quanto riguarda Bran.
Abbiamo Hador, che immaginavo più gigantesco e deforme mentre qui sembra normale.
Abbiamo il sogno di Bran, con il corvo con tre occhi che pare guidarlo da qualche parte.
Abbiamo la sella per storpi.

Si è risvegliato. Non ricorda niente al momento di quello che ha visto, ma non potrà più camminare. Ha il suo metalupo al fianco, e Hador a fargli da gambe.
Ha Rob come lord di Grande Inverno.
E finalmente si è visto anche Theon Greyjoy, il protetto di casa Stark. Un termine utilizzato per definire i prigionieri di guerra, i figli delle casate sconfitte, tenuti in ostaggio dai vincitori per assicurarsi la pace.
E in diverse occasioni, in questo episodio, sentiamo parlare della guerra dei Greyjoy. Marinai che attaccarono i Lannister, che combatterono contro gli Stark. E ora l’unico figlio di Lord Greyjoy rimasto in vita, Theon, è ostaggio degli Stark. E sembra essersi affezionato a loro!

Che altro?
Sansa Stark mi fa sempre più rabbia, e riesce incredibilmente a non venire nemmeno sfiorata dal dubbio che la colpa della morte di Lady possa ricadere sulla sua mente malata.
Aria Stark si sta allenando, e a breve si allenerà con i gatti! Ottimo personaggio, l’attrice lo rende alla perfezione.  No. That’s not me. Standing ovation, e Ned che sembra quasi tifare per lei anche se sa che cercherà di appiopparle un marito e un castello. Il sogno di sua noiosità Sansa.
Daenerys arriva con tutta la trappa alla città dei Signori dei Cavalli. E quando Viserys per l’ennesima volta fa lo sbruffone e tenta di malmenarla o peggio, questa volta si ribella. Stare con questa gente le fa bene e si vede. E si vedrà sempre più in futuro, nei prossimi episodi aspetto una certa scena con impazienza.

Quasi dimenticavo… finalmente scopriamo che con Jon Snow, alla Barriera è arrivato anche Spettro, il suo metalupo albino.
Finalmente lo rivediamo!

Un ottimo episodio, pieno zeppo di spunti, di accenni al passato, di semi per il futuro. Un futuro che si fa sempre più pressante e vicino, un futuro in cui comincerà il gioco dei troni.

9 maggio 2011 - Posted by | Game of thrones, Serie tv

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: