La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Thor


Ieri sera mi sono visto Thor, in 3D.

Prima di tutto, chiariamo una cosa: il 3d era francamente inutile, e volto solo a spillare qualche soldo in più.
Ho apprezzato maggiormente il 3d del trailer del nuovo episodio dei Pirati dei caraibi, vuoi per i paesaggi differenti, vuoi per il tipo di azione (le scene nelle foreste rendono bene in 3D, e le stoccate di spada bucano letteralmente lo schermo). In questo film invece ha senso giusto quando siamo nel vortice (in pratica la sigla di Doctor Who in 3D) e quando arriviamo ad Asgard o dai giganti del gelo.
Pochino, per un intero film.

Premesso questo, che comunque era un sentimento diffuso a quanto ho capito, passiamo al film.

Direi che la scelta dell’attore che ha interpretato Thor sia stata perfetta, ho apprezzato anche Jane Foster, Loki, Odino,  Fandral, Volstagg. E ovviamente Heimdall, il guardiano del Bifost.
Mi hanno convinto meno Lady Sif, probabilmente perché priva di caratterizzazione, e Hogun (Asiatico? Un asiatico ad Asgard? Potrò non ricordare bene i fumetti della Marvel, Thor è da tanto che non lo leggo, ma non ricordavo che nei Tre Guerrieri ci fosse un asiatico…).

Il film non mi ha particolarmente colpito.
Ben fatto, certo, abbastanza attento al fumetto e senza troppi strafalcioni (anche se ho imprecato quando si è visto Odino perdere l’occhio in battaglia contro i giganti del ghiaccio… avrei preferito e molto degli accenni alla mitologia, con il sacrificio dell’occhio per ottenere  la saggezza dalla testa di Mimisbrunn), del resto ha partecipato alla sceneggiattura Straczynski, più noto come Stracchino per l’impossibilità di ricordarsi come sia scritto il suo cognome.

Mi è piaciuto il personaggio di Loki, profondo e ingannatore, una sfumatura grigiastra laddove temevo ci sarebbero stati solo bianchi e neri.
Mi è piaciuta anche la spiegazione all’esistenza degli Dèi, il richiamo ai nove mondi, la scienza fusa con la magia.
Non mi è dispiaciuta la deriva quasi comica che il film ha preso in diverse occasioni, vuoi per Volstagg su Asgard, vuoi per le scene di Thor sulla Terra. Forse avrei preferito un film più metallaro per il Dio del Tuono, ma il rischio che venisse una mattonata e che facesse flop sarebbe effettivamente stato alto.

Cosa non mi è piaciuto, allora?

Tendenzialmente, il fatto che non mi abbia preso.
Tutto rapido, tutto scontato (a parte un paio di scelte di Loki, che comunque rimane ambiguo quasi sempre, il che è un’ottima cosa). Thor è inviato sulla Terra per punizione, finché non diventerà degno di Mjolnir.
Arriva una notte, il giorno dopo viene preso da Jane Foster che ha visto la sagoma umana nella tempesta magnetica, la sera stessa fa irruzione nella struttura Shield.
Passa quanto, un giorno?, ed è a casa di Jane. Arrivano i tre guerrieri. Arriva il Distruttore.
Due giorni, quindi.
E in due giorni Thor non solo muta completamente di carattere, ottenendo saggezza, generosità e bontà, ma addirittura cambia per amore di una donna che ha visto di sfuggita e con la quale ha condiviso ben poco.

Troppo affrettato, troppo tirato.
Non è credibile.
Potevano fingere che fossero passati mesi, anni, prima di far cadere Odino nel sonno. Magari mostrare anni dopo Thor con l’identità terrestre, ormai abituato alla mortalità. E cambiato.
Invece no. Tutto rapido, tutto istantaneo.

E questa subitaneità non ha certo aiutato a immergersi nel film, un film dove i soli colpi di scena hanno riguardato le scelte di Loki e la prima apparizione del Distruttore.

Nota positiva: il pubblico in sala, ormai abituato agli extra Marvel, rimasto per diversi minuti in sala ad attendere la fine dei titoli di coda e premiato con l’appuntamento al film di Whedon, Avengers. E con la vista di Loki sulla Terra, e di Nick Fury che mostra uno strano cubo, fonte di enorme energia… che sarà mai questa cosa cosmica? Ho una mezza idea di come si stia formando il film sui Vendicatori, tra protagonisti, nemici e strumenti potentissimi messi a disposizione di chi li saprà cogliere.

Annunci

4 maggio 2011 - Posted by | Thor

7 commenti »

  1. Nel cinema dove l’ho visto io hanno acceso le luci ai titoli di coda e gli inservienti sono passati a ritirare gli occhiali e a ramazzare per terra. Che schifo, si sa che noi comics-addicted amiamo i cliffhanger e quello finale di Thor lascia pregustare quello che sarà. Quello che è chiaro è il tentativo di innestare una qualche sorta di continuity e di collegamenti tra un film e l’altro…

    Commento di Max | 4 maggio 2011

  2. Anche da noi luci accese. Ma il pubblico, indomito e ormai avvezzo a certe cose, ha resistito quasi nella sua totalità fino ai 90 secondi finali.
    E si, puntano chiaramente alla continuity. Anche perché così facendo film su altri personaggi avranno l’effetto traino…

    Commento di tanabrus | 4 maggio 2011

  3. 3D inutile, oltre che a volte fastidioso (attenzione!! i 3D dei trailer sono curati meglio del film stesso!! :-)). Anche a me il film non ha fatto impazzire. Certo ho passato un’ora e mezza piacevole, ma niente di più. Direi che la Marvel oramai cavalca l’onda lunga di Spider Man, alternando film belli (Spider Man appunto, X-men, Iron Man) a altri veramente brutti (il primo Hulk, Elektra, un po’ Devil). Speriamo che la nomina di Quesada a capo della divisione MArvel Entertaiment dia una regolata a questa alternanza di qualità.
    PS: Hogun solitamente viene raffigurato come un guerriero mongolo, quindi ok per l’asiatico, ma quello del film mi sembrava più stile samurai… 😀

    Commento di Rorschach | 5 maggio 2011

  4. Film non eccezionale ma divertente, credo che qualsiasi tentativo di prendersi più sul serio sarebbe stato corteggiare il disastro…

    Commento di bruno | 5 maggio 2011

  5. Hogun nipponico non si può vedere.
    Ma neppure un Heimmidallr nero e per giunta usciere!
    Se mostravano il cuoco di Asgard, cosa avremmo visto un cinese?
    Per il resto il film ha molte pecche, arriva alla sufficienza giusto per caso.

    Commento di devero | 18 maggio 2011

  6. Qualcuno si è chiesto come mai Fandral, dopo esser stato impalato da una stalattite, mezz’ora dopo già cammina come niente fosse, mentre Volstagg (si scrive così?) ancora sta soffrendo per la bruciatura al braccio? XD Solo per metter l’accento sulle paturnie di Loki a cui il tocco del gigante non ha fatto “nulla”?

    Commento di Francesca | 24 giugno 2012

  7. Possibile 😉

    Commento di tanabrus | 24 giugno 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: