La torre di Tanabrus

Did you miss me?

E qualcuno morirà!


E’ più facile che un cammello passi dalla cruna di un ago se prima lo macini

Continua quella che, a questo punto, sembra essere diventata una trilogia.
Trattandosi di Ortolani, però, non è detto. Tre, quattro, sei… usa sempre il numero di albi che gli serve, senza badare  a conformismi e a numeri standard.

Lo scorso numero, Gli spendibili, sembrava riprendere I mercenari.
Questo invece, dopo la presentazione dei personaggi avvenuta nel nuemro 82, ci fa passare all’azione.

Danny Ross è morto.
E gli Spendibili vanno a riprenderlo. Vanno a far la guerra all’aldilà per riportarlo in vita.

E tra loro c’è Ratto, uno dei primi Spendibili. Un soldato spietato, che però da tempo si era ritirato, scoprendo la religione e rifiutando la violenza.
Ratto che torna per Danny, ma non porta armi. Porta un crocefisso.

Questo episodio mi ha ricordato Saint Seya: the Hades chapter.

Con una facilità possibile solo in questo tipo di storie di Ortolani, arrivano con l’aereo nel mondo dei morti.
E scendono pronti a scatenare l’inferno su quella terra.

E sembrano quasi farcela!
Quelle persone abituate all’uccisione e prive di pietà sconfiggono a colpi di mitra la Guerra e la Carestia, la Pestilenza non è pervenuta (era a casa con la febbre).
Ma il problema arriva quando entra in scena la Morte.

Come uccidi la Morte?
Non c’è modo, come scopriranno quei soldati.
E a nulla vale il tentativo di ragionamento di Ratto, che indossa la vita di Cristo come un’armatura.
L’uomo che ha sconfitto la morte, e che è risorto.

Ratto che tenta di fare un dibattito filosofico con la morte in merito alla resurrezione è qualcosa che mai avrei pensato di vedere.
Ovviamente non ricava nulla da questo tentativo.

E mentre la Morte avanza, l’unico modo di salvarsi è chiedere aiuto direttamente a Lui.
Raggiungendolo 2000 anni fa in Palestina, a bordo di motociclette, e lasciando un paio di soldati a proteggere la ritirata.

E sono questi soldati a dover affrontare i morti viventi, soldati infallibili. L’esercito dei morti destato dalla Morte.
Individui conosciuti dagli esperti soldati Spendibili.
E, aggiungerei io, probabilmente tra loro ci sarà anche Danny stesso.

Una storia godibile, infarcita di citazioni bibliche molto in tema con il periodo dell’anno in cui ci troviamo ora.
E con una pagina di considerazioni di tale Tommaso Danovaro sulla religione in Rat-Man, il suo rapporto con il divino.
Su come l’ingenuità e in fondo la bontà di Rat-Man, anche involontariamente, si accordino con gli insegnamenti del Vangelo.

Nel prossimo numero, i protagonisti dovrebbero essere i morti viventi.
I dimenticati

21 aprile 2011 - Posted by | Rat-Man

2 commenti »

  1. É incredibile come Ortolani riesca a trattare di temi profondi, filosofici e anche esistenziali sotto la patina di geniale comicità che distinge rat-man.

    Profondità che, a mio parere, ha raggiunto il suo culmine (ebbene si, sono un nostalgico) con 299+1 ^^

    Maurizio Vicedomini

    Commento di Maurizio Vicedomini | 21 aprile 2011

  2. Una perla!
    Kretino! Kretone!

    Uno dei maggiori autori italiani viventi.

    Commento di tanabrus | 21 aprile 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: