La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’angolo del cacciatore di libri (16-2011)


Eccoci arrivati al consueto appuntamento domenicale con L’angolo del cacciatore di libri.
Ovvero, i libri di cui ho scoperto l’esistenza nell’ultima settimana e che mi hanno affascinato. Oppure libri di cui solo in questi giorni ho letto recensioni tali da farmeli giudicare interessanti, e meritevoli di finire nella neverending queue… chissà quali di questi titoli alla fine riuscirò a leggere!

Doctor Who: The way through the woods, di Una McCormack.
Una storia del Dottore della quinta stagione, accompagnato da  Amy e Rory.
Ho già detto che amo Doctor Who? Devo vedere gli ultimi tre episodi della quinta stagione, spero di farcela per Pasqua, quando comincerà la sesta stagione. Segnalato da Graeme

‘L’autostrada gia attorno ai boschi. E così la vecchia strada. E la strada romana. Fin da quando delle persone hanno abitato qui, hanno sempre allungato il loro percorso per evitare i boschi’

Inghilterra, oggi. Tra il centro abitato e l’autostrada si trova un vecchio bosco. L’autostrada curva per evitarlo. La scorsa settimana, la giovane Laura Brown è scomparsa. Oggi, Vicky Caine perderà il suo bus e prenderà una scorciatoia attraverso il bosco. E anche lei scomparirà.
Inghilterra, 1917. Tra il villaggio e la strada principale si trova un vecchio bosco. La vecchia strada romana curva per evitarlo. Oggi Emily Bostock e un uomo di nome Rory Williams andranno nel bosco.

Investigando su eventi nei giorni nostri e indietro nel 1917, il Dottore e Amy cercano disperatamente di scoprire cosa è successo a Rory. Doveva tenere d’occhio Emily – e ora sono tutti e due scomparsi. Qualcosa aspetta nel bosco. Qualcosa che è stato lì per migliaia di anni. Qualcosa che ora si sta svegliando…

Una nuova, avvincente avventura con il Dottore, Amy e Rory, interpretati da Matt Smith, Karen Gillan e Arthur Darvill nella spettacolare serie dell’emittente BBC.

The replacement, di Brenna Yovanoff.
Scovato grazie a Amy, pare molto interessante. Il piccolo popolo delle leggende, visto in libri come La spada spezzata o La figlia del drago di ferro, torna qui prepotentemente in scena. E abbiamo come protagonista, per una volta, non le creature fatate che vivono al di là, né il bambino rapito. Abbiamo lo scarto, il fatato lasciato agli umani.

Mackie Doyle non è uno di noi. Anche se vive in una piccola città di Gentry, viene da un mondo di cunicoli e di acque nere ricoperte di muschio, un mondo di bambine non morte governato da una piccola principessa piena di tatuaggi. E’ un Rimpiazzo, lasciato nella culla di un neonato umano sedici anni addietro. Ora, a causa delle sue fatali allergie al ferro, al sangue e al terreno consacrato, Mackie sta combattendo per sopravvivere nel mondo umano.

Mackie darebbe qualsiasi cosa per vivere tra di noi, per suonare il suo basso o per passare del tempo con la ragazza che gli piace, Tate. Ma quando la sorellina di Tate scompare, mackie è trascinato nel mondo sotterraneo di Gentry, conosciuto come Mayhem. Dovrà affrontare le creature oscure di Slag Heaps e scoprire il posto che gli appartiene, nel nostro mondo, o nel loro.

Limbo, di Bernard Wolfe.
Consigliatomi da  Giacomo, sembra davvero intrigante.
L’unico problema potrebbe essere la reperibilità del libro, che immagino sia rasente lo zero.

Il dottor Martine, neurochirurgo, si è rifugiato in un’isola dell’Oceano Indiano per sottrarsi agli effetti di una guerra nucleare limitata. Trascorre il suo tempo con la moglie Ooda e il figlio Rambo, compiendo lobotomie sugli elementi più antisociali fra i nativi, ispirandosi alla pratica primitiva del mandunga. Dopo 18 anni decide però di tornare alla civiltà e inizia il suo viaggio alla riscoperta del mondo. Quello che trova è un Nordamerica semidevastato, dove regna l’ideologia dell’Immob: in questa grottesca e crudele società del dopobomba è pratica comune amputare braccia e gambe, sostituendole con protesi computerizzate, nella convinzione che l’automutilazione impedisca ogni forma di violenza. È l’estremo perfezionamento del mandunga degli isolani, che elimina gli impulsi aggressivi. Tuttavia, Martine scopre con orrore che l’ispirazione per l’Immob nasce da un quaderno d’appunti che egli scrisse e smarrì molti anni prima, dove sosteneva che l’amputazione volontaria era l’unico mezzo per costruire una società pacifista. È quindi l’inconsapevole profeta di questo stato da incubo, dove il suo diario è diventato una bibbia e le sue pratiche folli sono state prese molto sul serio. In ogni caso tutto sembra vano, perché un’altra guerra si profila all’orizzonte…

Heaven’s needle, di Liane Merciel.
Un fantasy horror scovato grazie a Robert.

La fortezza di montagna Duradh Mal, distrutta misteriosamente secoli addietro, ha molte leggende, ma solo una verità. E ora, tra le ombre di quella fortezza un tempo potente, qualcosa di malvagio si sta muovendo. Inconsapevole del pericolo, l’alto sacerdote della Casa del Sole ha inviato due Illuminatori inesperti al villaggio di Carden Vale, ai piedi di Duradh Mal, per quello che dovrebbe essere un viaggio di routine per servizi religiosi. La guerriera Asharre, grosso e forte, col volto segnato dalle rune, col cuore ferito dalla perdita della sorella, riceve il compito di proteggere la giovane Benedetta. Ma in Carden Vale troveranno indicibili orrori, il primo indizio di una terrificante storia di fantasmi divenuta realtà.

Il Cavaliere del Sole Kelland, la ci fede è il suo potere, è stato liberato dalla donna che ama, l’arciere Bitharn, ma al prezzo di una missione che solo lui potrà portare a compimento. Accompagnato da Malentir, un Thornlord che utilizza la magia del dolore, seguiranno le orme di una vecchia spedizione sfortunata diretta a Durhan Mal. Lì giace la verità dietro le spaventose storie di morti tornati in vita, carne strappata dalle ossa, e creature che distruggono sé stesse in preda a una violenta frenesia. Perché una magia oscura che è stata sigillata per seicento anni è stata ora liberata, e adesso dovrà nuovamente venire contenuta. O il mondo intero cadrà vittima della piaga malvagia di un Dio Pazzo….

Never knew another, di J. M. McDermott.
Libro scoperto  grazie a Graeme e a Stephan e che verte sulla solitudine, e su cosa può provocare.

La fuggitiva Rachel Nolander è appena arrivata nella città di Dogsland, dove i ricchi danno feste e i poveri fanno tutto quello che possono per sopravvivere. Aiutata dal fratello Djoss, si nasconde nel loro squallido appartamento, vivendo con la paura che un giorno qualcuno scopra che lei è figlia di un demone.
Anche il caporale Jona Lord Joni è figlio di un demone, ma invece di vivere sopraffatto dalla paura mantiene il suo segrete e tira avanti la sua esistenza come un testardo e granitico uomo della giustizia.
Primo libro della trilogia di Dogsland, Never knew another è la storia di come questi due paria si incontrino. 

17 aprile 2011 - Posted by | L'angolo del cacciatore di libri, McCormack Una, McDermott J. M., Merciel Liane, Wolfe Bernard, Yovanoff Brenna

4 commenti »

  1. Per quanto riguarda il libro che ti ho consigliato, Limbo, anch’io credevo fosse irreperibile, ma lo trovo puntualmente in mercati dell’usato in condizioni perfette ed in numerose copie. In questo momento a Bologna lo si può trovare in piazza XX settembre, negli stand della “Fiera del Libro”. Ma probabilmente qualche copia è presente da MelOutlet; parlo sempre di Bologna.
    Per non parlare delle quattro copie *correntemente* acquistabili da eBay a prezzi umani: http://j.mp/hR3JJm .

    Commento di Jhack | 17 aprile 2011

  2. “The replacement” sembra veramente molto interessante! 😀

    Commento di Camilla P. | 17 aprile 2011

  3. Concordo con Camilla! The replacement *_* Visto che in questo periodo provo a migliorare il mio inglese mi pare interessante… naturalmente dopo aver letto almeno 3 libri e aver mantenuto la mia promessa.

    Commento di iri | 17 aprile 2011

  4. Naturalmente 😀

    Commento di tanabrus | 17 aprile 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: