La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Incipit – Abarat: Giorni di magia, notti di guerra


Torno alla lettura di Barker su Kindle.
E rompendo una mia solitamente rigida regola, mi leggo direttamente il secondo volume di una saga, quella di Abarat.
Perché lo faccio? Perché ho recuperato solo questo libro di quella saga, e al momento non sembrano all’orizzonte ristampe italiane delle altre storie. Quindi, meglio poco che niente…

L’incipit ci porta in un posto lugubre e pericoloso, popolato di creature mostruose.
L’isola dell’Ora di Mezzanotte, Gorgossium. Dove risiede il Sire della Mezzanotte.

Ho già letto un bel po’ del libro, e malgrado si capisca chiaramente che è il secondo volume di una saga, si segue senza problemi la storia. E si comprende abbastanza bene l’ambientazione, con isole dedicate alle venticinque ore del giorno  e che vivono in perpetuo quell’ora, con creature assurde e con magie tremende.
Mi piace!

Prologo

Fame

Ecco una lista delle cose da temere:
Fauci di squalo, ali d’avvoltoio,
Il morso rabbioso dei cani da guerra,
La voce di uno che andò prima.
Ma sopra tutto lo sguardo dello specchio,
Che scarta uno a uno i nostri giorni contati.

Justus Bandy,
Poeta nomade di Abarat

Otto Houlihan era seduto nella stanza buia e ascoltava le due creature che l’avevano condotto là: una cosa con tre occhi chiamata Lazaru e il suo tirapiedi, Baby Congiuntiva, che giocavano a una sorta di bowling nell’angolo. Dopo la ventesima partita, il suo nervosismo e l’irritazione cominciarono ad avere la meglio.

«Quanto ancora dovrò aspettare?» chiese loro.

Baby Congiuntiva, che aveva grossi artigli da rettile e la faccia di un neonato deficiente, aspirò un sigato blu e sbuffò una nuvola di fumo acre verso Houlihan.

«Ti chiamano l’Uomo Incrociato, vero?» disse.

Houlihan annuì, scoccando il suo sguardo più freddo, il genere di sguardo che di norma rendeva la gente molle di paura. La creatura rimase impassibile.

«Credi di essere spaventevole, vero?» disse. «Ha! Questa è Gorgossium, Uomo Incrociato. Questa è l’Isola dell’Ora di Mezzanotte. Ogni cupa, impensabile cosa che sia mai successa nel Cuore della Notte è successa proprio qui. Quindi non cercare di spaventarmi. Perdi tempo.»

«Ho solo chiesto…»

«Sì, sì, ti abbiamo sentito» disse Lazaru, e l’occhio al centro della sua fronte roteò avanti e indietro in modo alquanto sconvolgente. «Dovrai essere paziente. Il Sire della Mezzanotte ti vedrà quando sarà pronto per vederti.»

«Hai delle notizie urgenti per lui, vero?» disse Baby Congiuntiva.

«È una cosa tra me e lui.»

«Ti avverto, non gli piacciono le brutte notizie» disse Lazaru. «Diventa una belva, vero, Congiuntiva?»

«Diventa matto! Fa a pezzi la gente a mani nude.»

Si scambiarono sguardi cospiratori. Houlihan non disse nulla. Stavano solo cercando di spaventarlo, e non avrebbe funzionato. Si alzò e andò alla stretta finestra. Guardò il paesaggio bubbonico dell’Isola della Mezzanotte, fosforescente di corruzione. Di ciò che aveva detto Baby Congiuntiva, almeno questo era vero: Gorgossium era davvero un luogo di orrori. Vedeva le forme scintillanti di innumerevoli mostri muoversi attraverso il paesaggio coperto di detriti; annusava incenso dal dolce aroma speziato levarsi dai mausolei nel cimitero avvolto nella nebbia; sentiva il frastuono penetrante dei trapani delle miniere dove veniva prodotto il fango che imbottiva le armate di ricuciti della Mezzanotte. Anche se non aveva intenzione di lasciar percepire a Lazaru o a Congiuntiva il suo disagio, sarebbe stato felice quando avesse riferito la sua relazione e se ne fosse potuto andare in luoghi meno spaventosi.

Alle sue spalle si sentì un mormorio, e un attimo dopo Lazaru annunciò: «Il Principe della Mezzanotte è pronto per vederti.»

17 aprile 2011 - Posted by | Bakker R. Scott, Incipit

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: