La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’angolo del cacciatore di libri (11-2011)


Eccoci arrivati al consueto appuntamento domenicale con L’angolo del cacciatore di libri.
Ovvero, i libri di cui ho scoperto l’esistenza nell’ultima settimana e che mi hanno affascinato. Oppure libri di cui solo in questi giorni ho letto recensioni tali da farmeli giudicare interessanti, e meritevoli di finire nella neverending queue… chissà quali di questi titoli alla fine riuscirò a leggere!

Nessuno si era accorto del suo arrivo, e di colpo è sopra tutta la città: una spaventosa, gelida tempesta. Quando il quattordicenne Matt la vede incombere, vorrebbe avvisare i genitori, capire che cosa succede, se c’è un reale pericolo. Ma è già troppo tardi: viene colpito da un fulmine e perde conoscenza.
Quando si risveglia, è solo. La madre e il padre sono scomparsi, volatilizzati i vicini di casa, vuote le strade· Cosa è successo?
Insieme all’amico Tobias, Matt cerca disperatamente di trovare qualcuno ancora in vita, in questa New York muta e fredda che sembra non dare speranze. Eppure, i due non sono soli: strane presenze dagli occhi di ghiaccio ne seguono i movimenti, bizzarre creature mutanti li spiano. Ai due ragazzi non resta che fuggire dalla città.
Li attende un mondo selvaggio, nel quale la natura ha ripreso totalmente il sopravvento. Riescono a trovare riparo su un’isola a ovest, presso una comunità di bambini, i “Pan”. Il loro rifugio è però tutt’altro che sicuro: perché ad Alterra, gli unici adulti sopravvissuti sono diventati ormai cacciatori di bambini.

Alterra, di Maxime Chattam. Primo volume di una trilogia che verrà pubblicata in Italia da Fazi, a partire dal 25 marzo.
Scoperto grazie a Daze(d), pare molto interessante.

Pastworld, di Ian Beck per l’editore Asengard.

Pastworld è il più grande parco a tema mai realizzato. Ha sede a Londra, o meglio è Londra: restaurata e ripristinata in una fedele, viva e pulsante replica di se stessa all’epoca vittoriana.
Per Eve, nata e cresciuta a Pastworld, calessi e lampade a gas sono invenzioni moderne. Eve non sospetta nemmeno di vivere in una finzione fino a quando è costretta a fuggire dall’unica casa mai conosciuta, e affrontare la verità sulla sua città e su se stessa.
Per Caleb, turista in vacanza a Pastworld, il parco a tema costituisce il perfetto antidoto al soffocante conformismo e alle norme oppressive del 2048. La cruda ferocia del passato è elettrizzante, o almeno lo è fino al momento in cui si ritrova sulla scena di un delitto, con un coltello in mano e improvvisamente in balia di un antiquato sistema giudiziario.
Nel frattempo una sinistra e micidiale figura si aggira tra la densa nebbia di Londra, mietendo una vittima dopo l’altra: Fantom, creatura del passato e del futuro, nei cui oscuri piani confluiranno i destini di Caleb ed Eve.

Uscirà a fine marzo, pare interessantissimo e il fatto che venga prodotto dalla Asengard mi fa pensare a un ottimo prodotto anche a scatola chiusa.

Questo libro l’ho scovato grazie a Robert, e ovviamente è in inglese.

Moon ha passato tutta la vita a nascondere quello che è -un mutaforma in grado di trasformarsi in una creatura alata capace di volare. Un orfano con solo dei vaghi ricordi della sua razza, Moon cerca di mescolarsi tra i terricoli con fortune alterne. E proprio quando Moon è scoperto per l’ennesima volta e cacciato dalla sua ultima tribù adottiva, scopre un mutaforma come lui -qualcuno che sembra sapere con precisione chi è- che gli promette che sarà il benvenuto nella sua comunità.

Quello che questo straniero non dice a Moon è che la sua presenza modificherà l’equilibrio del potere, che il suo lignaggio straordinario è fondamentale per la sopravvivenza della colonia, e che la sua gente rischia l’estinzione per mano dei temuti Fell.

Adesso Moon deve superare una vita di condizionamento per salvare se stesso… e la sua nuova gente…

Annunci

13 marzo 2011 - Posted by | Beck Ian, Chattam Maxime, L'angolo del cacciatore di libri, Wells Martha

5 commenti »

  1. Pastworld mi affascina molto. Su fantasy magazine avevo letto un articolo, e mi aveva colpito. Non vedo l’ora di leggerlo.

    Commento di iri | 13 marzo 2011

  2. Anche a me sembra molto interessante “Pastworld”, ma diciamo che prima di farmelo prestare/comprarlo/altro preferirei leggermi qualche opinione 🙂

    Commento di Camilla P. | 13 marzo 2011

  3. Io confido nella mia notoria assenza di memoria quando devo procurarmi i libri adocchiati… immagino finirò col prenderlo tra qualche mese, se non addirittura ai Comics.

    A meno di non incappare in una buona versione digitale, certo…

    Commento di tanabrus | 13 marzo 2011

  4. Pastworld sembra degno di nota.
    Ambientazione non troppo originale, ma pur sempre interessante.

    P.S. ti ringrazio per l’inclusione nel blogroll

    Commento di Sekhemty | 14 marzo 2011

  5. Ogni tanto mi ricordo di aggiornare il blogroll con i blog interessanti che seguo grazie ai mai troppo lodati feeds, per fortuna xD
    Magari con un bel ritardo, ma prima o poi i blog che mi piacciono e che seguo (sempre siano lodati i feeds) finiscono anche qui 😉

    Commento di tanabrus | 14 marzo 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: