La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Incipit – Sanctuary: Mirror Blues


Mi è piaciuto anche il racconto di Francesco Falconi, per quanto sia certo di averlo già letto altrove e devo ricordarmi dove lo posso mai avere letto, visto che è parte di questa raccolta. Ma ne sono certo, l’ho già letto, lo ricordavo bene.
Una bella storia tra passato e presente, con la Loggia, il Fato e una dura maledizione. E un paio di belle sorprese durante la lettura.

Ora tocca a Fabrizio Furchì, di Radio Impronta Digitale (dove gestisce Radio Fantasy Online).
Questo incipit mostra la parte bene di Sanctuary: ragazzi ricchi in cerca di divertimento, universitari, droghe. Musica a palla, alcool, ricerca dello sballo, dell’eccesso e del divertimento.
Un orrido ambiente che abbiamo anche nella realtà, insomma.
La situazione cambierà drasticamente in seguito, facendo entrare prepotentemente il blues in questa storia, dove il mirror è già entrato come droga.

Ho un fuoco dentro, baby
Un fuoco che sta per esplodere…


Nelle notti del Crystal palace nulla è proibito. Basta avere i soldi per comprarlo o lo stomaco per reggerlo. La più eccessiva discoteca di Sanctuary è una cupola geodetica di acciaio e vetro. Una larga passerella cresce a spirale lungo le pareti, raggiungendo sul cerchio più alto un costosissimo privè. Sembra volersi muovere, la struttura, come se fosse la pancia trasparente di un’enorme balena robot. Le luci esplodono come lampi elettrici verso l’esterno. Ovunque, corpi danzanti, fatti di ombre, colori, sudore.
E poi c’è la musica che batte come un cuore in corsa.
“Amico, se non ti sei mai fatto di Mirror, non sai cosa sia il vero sballo.” Marvin ride e sfida Ray, mentre i cocktail scorrono a fiumi. Sono matricole al Sanctuary College, e potrebbero essere scambiati per i più sfigati dell’università. Ma il padre di Ray possiede una grande industria: giacche firmate e auto da corsa trasformano i rospi in principi.

11 marzo 2011 - Posted by | Furchì Fabrizio, Incipit

6 commenti »

  1. Ehm… sbagliato post.

    Dicevo… rileggiti l’epilogo di Prodigium 2

    Lo scrissi dopo, con ovvio cross-over

    Commento di Francesco Falconi | 11 marzo 2011

  2. Ah, ecco!
    Lo dicevo io… grazie Francesco 😀

    Commento di tanabrus | 11 marzo 2011

  3. Riprendo il commento su Anobium scritto all’epoca di Prodigium 2: “Molto interessante anche l’extra, e cioè il racconto Anobium che era stato inserito lo scorso anno nella raccolta Sanctuary. Molto interessante anche per un simpatico parallelismo tra l’epilogo di Prodigium e l’inizio del racconto… davvero geniale, direi! E inoltre capiamo che Falconi ha la fissa per gli chignon, visto quanto li cita.”

    Giuro, la cosa degli chignon l’ho ri-pensata ieri quando ho letto il racconto 😀

    Commento di tanabrus | 11 marzo 2011

  4. Sù Sù che sei quasi alla fine, che son curiosa di vedere se ti piaceranno gli stessi che son piaciuti a me XD

    Commento di Marika/Yuko86 | 11 marzo 2011

  5. Grazie della citazione. E bello vedere il mio racconto che va ancora un po’ a spasso e ogni tanto rispunta.

    Fantasy On Air, su Radio Impronta Digitale.
    Giusto per essere precisi 😉

    Saluti

    Commento di SpaceChili | 12 marzo 2011

  6. Sai che non sapevo fossi te l’esordiente scelto per la raccolta?
    Mi è piaciuto il tuo racconto, complimenti!

    Commento di tanabrus | 13 marzo 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: