La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Incipit – Sanctuary: il ditirambo di Samarat


Bello anche il racconto di Fabrizio Furchì -comincio a pensare che possa essere indicativa l’iniziale del nome-, tra antiche vendette e creature soprannaturaliaturali.

 

Ora tocca a Michele Giannone, autore dei libri di Krune. Il suo incipit ci mostra inizialmente un combattimento all’ultimo sangue tra un cavaliere e un drago, una scena che male si amalgama con i racconti di Sanctuary. Almeno fino a quando il combattimento non termina, e scopriamo che si trattava solo di realtà virtuale, che invece potrebbe benissimo essere presente nella megalopoli multietnica, decadente e fantasy che è Sanctuary.

Con un balzo, Alberto si lanciò contro il drago, la Spaccadraghi levata dinanzi a sé.
Incapace d’alzarsi, l’ala recisa, la bestia torse il collo nella sua direzione e gli scagliò contro un’altra ondata di fiamme. I colpi subiti ne avevano però ridotti i valori. La magia risultò debole e non intaccò affatto l’incantesimo protettivo di Alberto.
Lui mirò alla testa del drago. La Spaccadraghi s’accese di magia, dipingendo un lungo arco dorato mentre s’incuneava tra le creste in mezzo agli occhi.
Ce l’aveva fatta, esultò. Aveva…
Captò un movimento dietro di sé. Cercò di voltarsi ma non fu abbastanza rapido. Emise un gorgoglio e vide tutti i propri valori precipitare di colpo. Inebetito, lasciò cadere la spada e abbassò lo sguardo verso il petto.
Simile alla punta di un arpione, l’estremità della coda del drago sporgeva insanguinata all’altezza del suo sterno.
Attorno a lui per qualche istante tutto si fece buio. Poi la luce del neon gli restituì i dettagli del proprio laboratorio.
Alberto sbattè le palpebre e fissò il simulatore.

11 marzo 2011 - Posted by | Giannone Michele, Incipit

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: