La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Incipit – Sanctuary: l’inizio di ogni fine


Comincio la lettura di questa raccolta di racconti con il racconto iniziale, a cura di Luca Azzolini.
Un incipit che sa di oscurità e di oppressione, di paura, di pericolo.
Pare quasi una scena da una città preda della guerra o della guerriglia, con rastrellamenti e fucilazioni sommarie…

La camionetta si arrestò di colpo con uno stridio di ruote sull’asfalto.
Fu quel suono a svegliarmi, e istintivamente mi rannicchiai contro una delle pareti del vano di carico, il cuore in gola.
Allo stesso modo fecero tutti i presenti, nel disperato tentativo di farsi piccoli e invisibili. Notai che alcuni si erano stretti gli uni agli altri, in teneri abbracci, sforzandosi di sorridere. Altri ancora si segnavano la fronte sussurrando a fior di labbra vecchie litanie in apparenza prive di senso. Preghiere, le chiamavano. Pochi infine fissavano il portellone della camionetta con in volto un’espressione che ptoeva essere scambiata per rassegnazione, ma che io sapevo essere coraggio.

Annunci

7 marzo 2011 - Posted by | Azzolini Luca, Incipit

1 commento »

  1. Io ho letto questa antologia un po’ di tempo fa: diciamo che sono pochi i racconti che mi hanno davvero colpito, gli altri non mi hanno detto molto. Non vedo l’ora di leggere il tuo giudizio!

    Commento di Marika/Yuko86 | 9 marzo 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: