La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’angolo del cacciatore di libri (8-2011)


Eccoci arrivati al consueto appuntamento domenicale con L’angolo del cacciatore di libri.
Ovvero, i libri di cui ho scoperto l’esistenza nell’ultima settimana e che mi hanno affascinato. Oppure libri di cui solo in questi giorni ho letto recensioni tali da farmeli giudicare interessanti, e meritevoli di finire nella neverending queue… chissà quali di questi titoli alla fine riuscirò a leggere!

Il guardiano dei demoni, di Peter V. Brett.
Grazie a Valentina ho scoperto che il 24 febbraio uscirà in Italia per la Newton Compton… io ho già letto il libro in inglese, e ne ho parlato qui. Ha fatto bene la Newton Compton a prendere i diritti per il libro, scritto bene e con buoni tocchi di originalità. Quello che mi lascia perplesso è il titolo scelto per la traduzione italiana.
Il guardiano dei demoni… ma dove? Guardiano?
In originale era The painted man, in Inghilterra era The warded man. Titoli che hanno senso nella storia.
Il painted indica lo stato a cui giungerà uno dei tre protagonisti durante il libro, uno stato che condurrà direttamente al secondo libro della saga (The desert spear, che ancora devo leggere).
Il warded si riferisce allo stesso personaggio, e ha senso sia per quando diventerà the painted man che prima, in quanto lui è tra i migliori del suo villaggio nel tracciare i simboli in grado di tenere a distanza i demoni che, ogni notte, escono da sotto terra per cacciare gli umani sorpresi fuori casa, testare la potenza e l’integrità dei simboli magici, perseguire il loro scopo di sterminio della razza umana.
Un bel libro, l’unica cosa ad avermi lasciato un po’ di amaro in bocca era stato il supereroismo evidente dei tre protagonisti, che da subito si manifestano come creature superiori moralmente e\o fisicamente. Non mi piacciono i superuomini, non quando sono evitabili.

Quando cala il crepuscolo, il mondo si inginocchia al potere dei Corelings, terribili demoni che emergono dalle viscere della terra portando morte e distruzione. Gli anni passano e i villaggi sono sempre più deserti in quella distesa fredda e desolata che è ormai la terra, e sempre più deboli sono le speranze di scacciare l’incubo delle voraci creature: sembra che niente possa sconfiggerli e salvare l’umanità. L’unica speranza sono tre ragazzi, ArlenLeeshaRojer, isolati nei loro sperduti villaggi e protetti da magiche barriere. Un lungo viaggio li attende, tra territori sconosciuti e impervi, infestati da un male terribile e inafferrabile. Perché Arlen, Leesha e Rojer sanno che a paralizzare gli uomini non sono i demoni, ma la paura.

 

Quando il diavolo ti accarezza, di Luca Tarenzi.
Autore che ho conosciuto solo negli ultimi mesi del 2010 grazie al suo libro Il sentiero del legno e del sangue, che mi è piaciuto moltissimo.

E ora, questo suo nuovo libro in uscita il 24 febbraio pare rimablzare di blog in blog, come in misura minore era accaduto con il libro precedente. Evidentemente a tanti è piaciuto Il sentiero, e le aspettative per questo libro sono elevate. Ne ho trovata menzione  da Anita, da Francesco Dimitri e da AyeshaKru, e siamo ancora a diversi giorni dalla data di pubblicazione.

Eleonora – Lena per tutti – è una studentessa milanese di vent’anni. Una notte, inseguendo la sua amica Sofia, precipitata in uno stato di trance, arriva davanti alla stazione Centrale e assiste a un incredibile duello: un’immensa creatura alata sta per annientare un giovane già coperto di sangue. D’istinto interviene e permette al giovane di approfittare di un momento di distrazione dell’avversario per decapitarlo con al sua stessa spada. Solo che il giovane è Arioch, un demone appena evocato per uccidere proprio Sofia, l’amica del cuore di Lena.

 


Annunci

20 febbraio 2011 - Posted by | Brett Peter V., L'angolo del cacciatore di libri, Tarenzi Luca

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: