La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Incipit – La figlia del drago di ferro


Di questo libro -primo di una saga composta da due libri, entrambi presenti in questo volume Urania- avevo sentito parlare unicamente sul blog di Gamberetta diverso tempo addietro. Lo ricordo bene, perché era uno dei libri che le erano piaciuti, e se avete mai letto il suo sito saprete che non è facile trovare qualcosa che la soddisfi appieno.
Così quando ha annunciato che Urania avrebbe proposto la saga, in versione peraltro priva di tagli, mi sono subito procurato il libro, desideroso di leggerlo.
E ora che ho deciso di prendermi una piccola pausa dalla fine dell’800 Salgariano, penso proprio sia il momento ideale per buttarmi su questo titolo.

L’incipit certo è affascinante…
La prima frase fa pensare a un fantasy.
Abbiamo una changeling, bambina scambiata dagli elfi; abbiamo draghi. Certo, abbiamo anche dei bambini che complottano per uccidere il loro supervisore, ma ci può stare…

E’ la frase dopo che modifica tutta la nostra visione.
Si, i bambini lavorano in una fabbrica. Una fabbrica di draghi a vapore. Cosa sono???
E più che un lavoro, sembra una schiavitù mascherata da lavoro legalmente contrattualizzato.
L’immagine dei condotti addominali mi ha fatto pensare alla fabbrica di elefanti presente in un racconto di Murakami.

Di sicuro dopo questo incipit la curiosità è aumentata, e ho davvero voglia di leggerlo!

Fu nella notte in cui i bambini si riunirono per complottare la morte del loro supervisore che la changeling, la bimba scambiata dagli elfi, prese la decisione, anche se al momento non se ne rese conto, di rubare un drago e di fuggire.
Fin da quando ricordava, era sempre vissuta nella fabbrica di draghi a vapore. Ogni giorno all’alba marciava, con gli altri minori vincolati dal contratto d’apprendista, dal dormitorio nell’Edificio 5 alla caffetteria, per una colazione che faceva appena in tempo a mandare giù prima di mettersi al lavoro. Di solito la mandavano all’officina cilindri, per la lucidatura, ma altre volte l’assegnavano all’Edificio 12, dove i corpi di ferro nero erano ispezionati e oliati prima dell’invio all’officina del montaggio finale. I tunnel addominali erano troppo piccoli per un adulto. Lei aveva il compito di strisciarvi dentro, di pulire a fondo e ingrassare quei condotti bui. Lavorava fino al tramonto, a volte anche oltre, se sotto contratto c’era un drago di particolare importanza.
Si chiamava Jane.

Annunci

20 febbraio 2011 - Posted by | Incipit, Swanwick Michael

5 commenti »

  1. In effetti sembra davvero intrigante 😀

    Commento di Camilla P. | 20 febbraio 2011

  2. Io l’avevo letto anni fa, ma non mi era piaciuto.
    Possibile che fossi troppo giovane, e che in ogni caso non è troppo il mio genere. Ma lo prenderò per Larry, se mi ricordo di passare in edicola. ^^

    Commento di Azusa | 20 febbraio 2011

  3. Cominciata la lettura, e trovo il libro molto, molto intrigante!
    Un fantasy, con tutte le sue assurde razze, ma trasportato in un’epoca industriale. Molto alla Dickens.

    Fantasy tecnologico?
    Steam fantasy senza steam?
    Urban fantasy sui generis?

    Devo ancora capire se corrisponde a un genere, e nel caso, di che genere si tratti.
    Ma mi piace, su questo non ci piove.

    Commento di tanabrus | 20 febbraio 2011

  4. Una cosa non capito, la saga è completa nel volume o questo è il primo capitolo e poi uscirà il secondo?

    Commento di riccardo | 21 febbraio 2011

  5. Saga completa, La figlia del drago di fuoco e I draghi di Babele.
    Inoltre, “saga” è un parolone… direi che in comune hanno l’ambientazione e basta, avendo finito il primo libro ed essendo all’inizio del secondo.

    Non per nulla, tra i due libri ci sono 14 anni di distanza! (reale… 1993 e 2007)

    Commento di tanabrus | 21 febbraio 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: