La torre di Tanabrus

Did you miss me?

I libri italiani del 2010


Dopo i peggiori libri letti nel 2010, e dopo i migliori libri letti nell’ultimo anno, ecco il riassunto dei libri italiani letti in questi 12 mesi.

Wunderkind – una lucida moneta d’argento e Wunderkind – la rosa e i tre chiodi, di G.L. D’Andrea.
Due libri sui quali inizialmente titubavo. Dopo averli letti, ho reputato il secondo molto meglio del primo, che invece non mi aveva detto granché.
Poi ho letto Barker, e ho rivalutato enormemente anche il primo.
Una bella storia, ottime citazioni, ambientazione affascinante. Aspetto il terzo volume, a questo punto, e le nuove opere di G.L.

Alice nel paese della vaporità, l’ultimo libro di Dimitri.
Un libro che ha diviso i suoi lettori, c’è chi l’ha amato e chi invece l’ha odiato, ritenendolo un grosso passo indietro rispetto a Pan.
A me è piaciuto, il giudizio era inizialmente negativo ma andando avanti è migliorato fino a ribaltarsi col finale.

Gothica, di Francesco Falconi.
Libro sociale, libro con un messaggio. Libro che parla dell’ingegneria genetica.
Libro che non mi è piaciuto, a prescindere dal messaggio ho trovato carente la storia e l’ambientazione. E in un romanzo sono cose che per me contano molto.

Il principe, la famosissima opera di Machiavelli.
Interessante, e sorprendente per quanto certi consigli siano validissimi ancora adesso in politica.

Neopaganesimo, di Dimitri.
Saggio davvero interessante sul neopaganesimo che sta tornando alla ribalta.

 

Avelion: la figlia dell’acqua, il figlio del fuoco e il sigillo dell’equilibrio.
La trilogia fantasy dell’esordiente Alessia Mainardi, autoprodotta e che ha ottenuto un contratto con una casa editrice per la pubblicazione in un unico volume dell’intera saga. Una storia interessante, sopratutto considerando che è autoprodotta.

L’aurora delle streghe, di Francesco Falconi. Probabilmente il libro che mi è piaciuto meno di questo autore, dopo Gothica.

Nemesis, di -tanto per cambiare- Francesco Falconi.
Un gran bel libro, con l’autore in costante crescita: se continua così dove arriverà?

Ottimo libro di Luca Tarenzi, Il sentiero di legno e sangue è onirico, fantascientifico, fantastico, folle.
In due sole parole: da leggere.

Geshwa Olers e il viaggio nel Masso Verde, primo libro della saga fantasy di Fabrizio Valenza.
Non mi ha entusiasmato.

Esbat, di Lara Manni.
Inizialmente ero scettico riguardo a questo libro, poi leggendolo lo scettismo è evaporato. Bello!

Finito di leggere ieri sera, ne parlerò a gennaio.
Ma è un’ottima lettura, un gran bel libro (necessaria però la lettura de L’ultimo elfo, prima).

Annunci

30 dicembre 2010 - Posted by | classifiche di fine anno, D'Andrea G. L., De Mari Silvana, Dimitri Francesco, Falconi Francesco, Machiavelli Niccolò, Mainardi Alessia, Manni Lara, Tarenzi Luca, Valenza Fabrizio

1 commento »

  1. Merci.

    Commento di G.L. | 31 dicembre 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: