La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Doctor Who, season 3


Ringraziando il fatto che in questo periodo, tra serie concluse e serie in pausa mi sono rimaste solo tre serie tv da seguire, mi sono potuto godere tutta la terza stagione di Doctor Who.
Non riuscirò a mettermi in pari per l’arrivo dello speciale natalizio 2010, ma conto di poter seguire in tempo reale la sesta stagione della serie, quando comincerà.

Un’altra bella stagione, anche se la nuova compagna del dottore –Martha Jones, interpretata da Freema Agyeman, ha impiegato parecchio tempo a trovare una sua caratterizzazione, schiacciata a lungo dall’ombra ingombrante di Rose Tyler e obbligata a maturare poco a poco seguendo un percorso obbligatoriamente differente da quello di Rose, fino ad arrivare all’ottimo livello del season finale.
Interessante il fatto che Martha, a differenza di Rose, sia più coinvolta sentimentalmente con il Dottore, e senza fraintendimenti di sorta punterebbe volentieri a conquistarne il cuore. Peraltro, il Dottore la bacia fin dal suo esordio!

In questa stagione fa il suo ritorno un personaggio della prima stagione, otteniamo qualche sconvolgente rivelazione sulla faccia di Boe, abbiamo un cattivo temibilissimo e alcuni episodi davvero affascinanti, e un episodio triplo invece del solito doppio episodio, in occasione del season finale.

Elenco degli episodi

Christmas special: the runaway bride ci mostra un nuovo attacco natalizio, con i soliti robot travestiti da Babbo Natale a fare il lavoro sporco, e con alberi di Natale e decorazioni in versione assassina. Simpatico, anche se minaccia di diventare ripetitiva questa cosa.

Smith and Jones invece ci offre l’esordio di Martha Jones, una studentessa di medicina che si ritrova invischiata nel rapimento di un intero ospedale, trasferito sulla luna da un gruppo di rinoceronti spaziali che operano tipo forza di polizia, a caccia di un assassino stellare.

The Shakespeare code è il viaggio promesso dal Dottore a Martha, come ringraziamento per l’aiuto offertogli, malgrado sia ancora sconvolto per la fine fatta da Rose. La porta così a teatro a vedere Shakespeare (in una sorta di parallelismo con quando aveva portato Rose ad ascoltare Dickens), e assieme al Bardo dovranno affrontare streghe, spettri e alieni. Armati solo del potere delle parole.

Gridlock, dopo il passato tocca al futuro. E il Dottore decide di portare Martha nella Terra del futuro, la stessa in cui aveva portato Rose quando finirono nella clinica delle donne-gatto, con la Faccia di Boe ricoverata e L’ultima umana nascosta nei seminterrati. La situazione ora è profondamente diversa, si materializzano in una sorta di quartiere buio e sporco e si ritrovano divisi, costretti a cercarsi in mezzo a un traffico interminabile con file su file di auto volanti incolonnate in un viaggio della speranza lungo decenni.

Daleks in Manhattan, si torna quasi al presente. America, qualche annetto fa, con questo episodio doppio. Operai seduti sulle travi sospese sui grattacieli, ballerine di teatro… e mostri mutanti che, passando dalle fogne, rapiscono la gente. Portandola dai loro padroni, nascosti in un grattacielo in costruzione.

Evolution of the Daleks è la seconda parte di questo primo episodio doppio. I Dalek superstiti, quelli del culto, si sono mostrati e hanno spiegato i loro piani. Il loro capo si è evoluto, un misto tra umano e Dalek che lo costringe a venire a patti con le emozioni che adesso lo colpiscono. Cerca l’aiuto del Dottore per creare una nuova razza di Daleks, farli evolvere da qualche parte, su un altro mondo. Ma sarà davvero possibile cambiare i Daleks?

The Lazarus experiment ci riporta al presente. Al tempo di Martha.
Il Dottore, finito il viaggio promesso, è pronto a ripartire ma la curiosità come sempre ha la meglio: come mai il datore di lavoro della sorella di Martha ha promesso che la sua scoperta modificherà totalmente il concetto stesso di essere umano? Cominciano inoltre a comparire degli individui che sembrano conoscere e avversare il Dottore…

42 si svolge nel futuro. I due viaggiatori finiscono su un’astronave, separati dal Tardis, in caduta libera verso il sole. E con un membro dell’equipaggio colpito da una strana infezione, che lo ha dotato di strani poteri e lo ha fatto possedere da una coscienza aliena, intenzionata a uccidere tutti i passeggeri dell’astronave per vendetta.

Human nature è il primo episodio di due e ha un inizio che lascia abbastanza sconcertati. Si capisce che Martha e il Dottore sono cacciati, braccati, inseguiti nel flusso spaziotemporale. E il Dottore gioca la carta della disperazione: diventa umano, nascondendo la sua natura di Timelord in un orologio da taschino e dimenticando tutto ciò che era, rinchiudendosi nei primi anni del 1900. Solo Martha, sotto forma di sua fedele cameriera, ricorda. Solo lei lo potrà risvegliare restituendolo alla sua vera natura.

Family of blood prosegue le vicende dell’episodio precedente. La Famiglia ormai è sulle traccie del Dottore, ma Martha non ha più modo di risvegliarlo! Intanto un ragazzino dotato di una notevole empatia entra in comunicazione con l’orologio. Due begli episodi!

Blink è una storia atipica, e davvero molto bella. Il Dottore compare solo di striscio, come autore di scritte su un muro o come protagonista di contenuti extra nascosti in alcuni dvd, a parte una scena nel passato e una nel presente, alla fine dell’episodio. La protagonista dell’episodio è una ragazza che scopre che chi gli sta vicino scompare nel nulla. Salvo ricomparire sotto forma di lettere inviate decenni prima, o di versioni più vecchie, moribonde in un ospedale. Cosa le sta accadendo? Chi o cosa sta spedendo nel passato tutta quella gente? Che c’entrano il Dottore e Martha? E sopratutto, cosa sono tutte quelle statue di angeli che non ne vogliono sapere di rimanere ferme in uno stesso punto?

Utopia dà il via al trittico finale di questa terza stagione. Il TARDIS, con a bordo un passeggero clandestino proveniente dalla prima stagione (e dalla serie TORCHWOOD) si ritrova attratto da un luogo collocato temporalmente alla fine dell’universo, un tempo nel quale anche i Timelord non si avventurano. Qui scopriamo che l’umanità è sopravvissuta, anche se una sua evoluzione bestiale minaccia di soppiantarla. L’unica speranza è partire nello spazio, alla ricerca di Utopia… ma il vecchio scienziato che sta rendendo tutto questo possibile, reagisce stranamente all’arrivo del Dottore e alle sue parole. Una reazione che lo porterà a ricordare chi è realmente…

The sound of drums, secondo episodio del trittico finale. Il Master si trova nel presente, inseguito dal Dottore, da Martha e da Jack. Ma si trova nel presente da più di un anno, e nel frattempo è riuscito a diventare potente. Primo Ministro Britannico. Ha scatenato una caccia all’uomo nei confronti del Dottore e dei suoi compagni, e ha preparato un folle piano per far rinascere l’impero…

Last of the Time Lords è il finale della stagione. Martha in una versione che mi ha fatto pensare a Sarah Connor, l’aspetto del Dottore senza rigenerazione, il potere del pensiero umano unificato e potenziato dalla rete Arcangelo, la verità su Utopia, lo scontro tra il Dottore e il Master, i flashback sul pianeta natale dei Time Lords. Un ottimo finale di stagione, un arcinemico che immagino comparirà ancora. E niente Cybermen, per una volta.

Annunci

20 dicembre 2010 - Posted by | Doctor Who, Serie tv | , , ,

2 commenti »

  1. Tutti mi parlano benissimo di questo Doctor Who…riuscirò mai a vederlo?

    Commento di giulia | 20 dicembre 2010

  2. Quasi ti invidio… devi ancora vedere il meglio, e non hai ancora visto il peggio!

    @ Giulia: non esitare, Doctor Who va assolutamente guardato 😉

    Commento di Muscaria | 22 dicembre 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: