La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Manga assortiti – inizio dicembre


Qualche giorno fa sono stato dallo spacciatore.
Nessun fumetto, in compenso parecchi manga.

Prosegue lo scontro tra le Gilde della Luce e Oracion Seis, con i buoni -guidati sopratutto dai membri di Fairy Tail e dal mago dell’Ordine dei Dieci- che finalmente mettono fuori combattimento i nemici.
O così almeno pare, perché in realtà Midnight è ancora vivo e vegeto, e continua a proseguire il piano del padre: infatti Nirvana si sta preparando a scatenarsi sulla gilda di Cat Shelter, e nessuno sembra avere la minima idea su come fermare tutto questo.
Inoltre Gerard sembra rinsavito, dopo la resurrezione, e scopriamo che nel passato aveva conosciuto e aiutato la piccola Wendy. Certo che Gerard è sempre molto potente, anche se alla fine viene sconfitto tutto sommato facilmente da Oracion Seis (tra le cui fila si cela il suo mentore???)

Termina il secondo viaggio in Psyren.
Scopriamo diverse cose interessanti sui Taboo, su Psyren e sul misterioso individuo comparso alla fine del secondo volume: si tratta di Tatsuo, il ragazzo per cercare il quale Asaga è entrato in Psyren.
Cosa gli è successo per trasformarlo a tal punto?
Cosa si nasconde realmente dietro Psyren e dietro i Taboo?
Inoltre, come prevedibile, si manifesta per la prima volta il potere psi di Ageha, ed è qualcosa di travolgente, terrificante e distruttivo. Pericoloso sia per i nemici che per gli amici, altamente incontrollabile.
Se la parta dei combattimenti è abbastanza prevedibile, il mistero dietro Psyren per ora contina a rimanere oscuro, e tiene viva l’attenzione sulla serie.

In questo secondo volume, Koinzell prosegue la sua corsa forsennata per tentare di raggiungere i sette eroi e vendicarsi del tradimento subito dai quattro veri eroi anni prima.
Ma affrontare d’impeto i suoi sette avversari non è una mossa molto saggia, sopratutto se sono supportati dall’esercito e dal favore dell’itnera popolazione, che li acclama come eroi, santi e salvatori.
Vedere il trattamento che gli eroi ricevono getta Koinzell nello sconforto più profondo, mentre questi fanno un madornale errore non riconoscendolo (ovvio, ha un altro corpo e comunque lo ritengono morto) e quindi lasciandolo in vita.
Per buona parte del volume abbiamo quindi un Koinzell apatico e in evidente stato di shock, almeno fino a quando non ricompare Ato, pronta a tutto per vendicare la morte del fratello. E scopriamo così che Vid è un  suddito di Ato, era uno degli uomini di suo fratello e ora è in missione solitaria per ritrovare la loro sorella, rapita da alcuni loschi individui. Individui che sembrano essere legati al conte regionale, verso cui esiste una venerazione pari a quella verso i sette eroi.
Conosciamo soldati dal cuore puro, con Geranpen che mi ha ricordato Armstrong diFull Metal Alchemist, e individui spregevoli degni eredi dei sette eroi, come il summenzionato conte. Che pare rapire giovani fanciulle -immagino belle- per ignoti motivi -che possono andare dal sollazzo personale al loro traffico, per quanto ne sappiamo, fino ai sacrifici umani-.
E Altea alla fine porta a termine l’incontro con Koinzell iniziato nel primo volume. Koinzell che ha il corpo di un ragazzino… lolitismo al contrario, visto che invece lei è una bella e matura signora? Mah, sono giapponesi…

Scopriamo il legame tra Kyo e la ninja apparsa nel finale del volume precedente. Una donna molto improtante per Kyo, che sta rapidamente l’aura demoniaca che inizialmente lo avvolgeva per rivelarsi molto più umano di quanto probabilmente gli piaccia. Scopriamo anche il rapporto tra Yukimura e Kyoshino, anche se manca ancora il tassello fondamentale, ovvero il rapporto tra Kyo e Kyoshino.
Scopriamo qualcosa in più sulla storia di Yukimura e sul perché vuole la testa dello shogun.
E assistiamo a un torneo inutile combattuto da gente ridicola e da qualche fuoriclasse, che invece di partecipare al torneo avrebbe potuto tranquillamente puntare subito al pesce grosso risparmiando una notevole quantità di pagine.
Ma la cosa del torneo ormai pare essere un must per i manga che contemplano dell’azione…

Secondo volume della ristampa di City Hunter, questa volta con poche bicromie e nessun aneddoto editoriale.
Si conclude -per ora- lo scontro con la Union Teope, con una vittoria parziale di Ryo e la decisione dell’unione di non disturbarlo più.
Dopodiché si passa  all’arrivo di Sayaka, la figlia del boss Ryujin cui Ryo finisce col fare da guardia del corpo e che il padre progetta di far sposare con lui per avere un degno successore.
Ancora una volta mi sono sorpreso di come il manga sia infinitamente più sanguinario e cupo dell’anime.

Come si intuisce dalla copertina, compare nel manga Umibozu, il Falcon dell’anime.
E compare nel lungo arco narrativo dedicato all’attrice Yumiko, una donna ormai terrorizzata dall’amore e dall’abbandono al punto da assoldare un killer per venire uccisa. Ma ha fatto i conti senza l’oste, cioè la produzione che invece ha ingaggiato Ryo per difendere la sua famosa attrice dagli attacchi di questo misterioso sicario.

E infine, il secondo volume delle storie di Mother Sarah.
Altro volume, altra città.
Una città retta dagli Epoch e ancora più militarizzata della città precedente.
Una città dove i giovani detengono il potere e disprezzano gli adulti, causa dei mali del mondo attuale.
Una città dove Sarah troverà qualche indizio, finalmente, sui suoi figli. Ma troverà anche una madre pessima, troverà dolore e sofferenza, troverà un bambino dotato di poteri psichici in grado di influenzare i pensieri di chi gli sta intorno, troverà un bambino indifeso nel corpo di un uomo.
E noi invece scopriremo qualcosa di ciò che ha passato Sarah dopo il viaggio verso la Terra, le sofferenze patite, le umiliazioni. Come mai gli manca un seno.
E il suo più grande segreto, il peccato che non potrà mai perdonarsi.
Una bellissima serie.

Annunci

6 dicembre 2010 - Posted by | City Hunter, Fairy Tail, Manga, Psyren, Samurai Deeper Kyo, The legend of Mother Sarah, Ubel Blatt

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: