La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’angolo del cacciatore di libri (4)


Ritorna l’angolo del cacciatore di libri, dopo una lunga latitanza dovuta ai tanti libri e affini di cui parlare.
E ovviamente, visto il tanto tempo passato, la lista di prede avvistate è bella corposa…

La prima segnalazione riguarda l’uscita del primo romanzo di Graham Hancock, autore di saggi di archeologia alternativa che io onestamente adoro (mi sono riletto almeno due volte Le impronte degli Dei Talismano).
In questo libro, che ho scoperto grazie a Keira, una ragazza dei giorni nostri finisce in coma per overdose e si ritrova catapultata all’incirca sui 22000 anni fa, nell’Età della Pietra, dove unirà il suo destino a quello della giovane Ria in lotta contro i soldati Illimani del demone Sulpa.
Immagino che in questa storia verranno riversate molte delle sue teorie sulla storia prima della storia ufficiale, voglio leggerlo assolutamente.

 

Questo libro l’ho scoperto sul blog di Alessandra e pare davvero interessante.
In pratica, negli USA si è combattuta una seconda guerra civile, detta anche Guerra Morale. La prima era stata una guerra combattuta -si può dire- intorno al concetto di schiavitù. La seconda invece è stata combattuta intorno al concetto di aborto.
E alla fine della guerra, ecco spuntare una via di mezzo, un compromesso: non c’è più l’aborto, e fino ai 13 anni ogni vita è intoccabile. Poi però, tra i 13 e i 18 anni, i genitori possono abortire retroattivamente, senza però uccidere realmente il figlio dato che tutti i suoi organo saranno donati a persone in attesa di trapianto.
Così si risolve il problema dei trapianti e quello degli aborti, oltre a liberarsi delle persone che sembrano incapaci di integrarsi o che sono già avviati verso la criminalità o la ribellione, immagino.
Una cosa francamente aberrante, con i primi 13 anni di vita che diventano una sorta di “tempo di prova” durante il quale convincere i genitori a farti vivere.
I protagonisti del libro sono tre ragazzi Divisi, tre ragazzi che saranno abortiti retroattivamente. E che sono pronti a combattere per rimanere in vita.
Mi piace!

 

Grazie ad AyeshaKru ho scoperto l’arrivo in Italia del nuovo romanzo di Sergej Luk’janenko, l’autore della bella trilogia dei Guardiani (si, esatto, trilogia, per me rimane una trilogia) dal titolo La torre del tempo.
E’ il primo volume di due in cui racconta la storia del venticinquenne Kirill (nella Mosca di oggi) che all’improvviso scopre di essere scomparso dal mondo e dalla memoria di chi lo conosceva, come non fosse mai esistito: amici, parenti, documenti, casa… non ha più nulla, e nessuno lo conosce.
Viene guidato verso una vecchia torre idrica, in realtà un valico di frontiera tra mondi paralleli, dove diventa una sorta di doganiere tra i mondi. Quando però scopre che qualcuno di molto potente, tramite degli agenti detti Funzionali, sfrutta i vari mondi sfasati temporalmente come banco di prova per agire nel modo ottimale nel suo mondo, scopre anche che i Funzionali hanno grandi poteri e libertà di azione, e che c’è chi ha scoperto nel nostro mondo l’esistenza dei mondi paralleli…
Sembra interessante, consocendo l’autore sono sicuro che mi piacerà.

 

Sul sito di Doctorow ho trovato questo libro interessante, Bedtime story (ovviamente in inglese).
Parla di uno scrittore fallito che per l’undicesimo compleanno del figlio, invece di regalargli Il signore degli anelli gli regala To the four directions, un libro per ragazzi di uno scrittore sconosciuto che lui aveva adorato da piccolo.
Però.
Però suo figlio diventa totalmente assorbito dal libro, non mangia, non va a scuola, è distratto. Fino al punto di cadere in uno stato catatonico ed essere portato in ospedale. In realtà è stato risucchiato nel libro, dove deve compiere il viaggio dell’eroe della storia in una trama fantastica dove le cose non sono del tutto corrette.
Nel suo stato catatonico, David si calma solo quando il padre gli legge il libro ad alta voce. E molto presto il padre comincia a indagare sul libro, sull’autore e sulle altre vite che quella storia ha rovinato, diventando una sorta di thriller soprannaturale, una corsa contro il tempo per salvare l’anima di David dalle forze che stanno dietro quella storia.
Affascinante!

 

Una macchina percorre più volte al giorno una statale deserta nelle Highlands scozzesi. Alla guida c’è una donna, Isserley. Sembra che stia cercando qualcosa. All’improvviso nota sul ciglio della strada un giovane robusto seduto sul suo zaino, gli fa cenno di salire a bordo. Il ragazzo la ringrazia del passaggio, non ha motivo di diffidare di una bella ragazza dall’apparenza inoffensiva. La fattoria in cui Isserley lo conduce è una base sotterranea, un labirinto di cucine, camere frigorifere e gabbie in cui altre prede attendono di essere macellate. Isserley appartiene a un’altra specie, che si definisce umana per distinguersi da quella dei “vodsel”, la razza inferiore che riempie le strade e le città e che il suo popolo usa come cibo. I Vodsel siamo noi.
Scoperto grazie a VoceDelSilenzio, sembra interessante.

Il secondo volume della saga Wild Cards, in cui una nuova minaccia aliena si presenta ai confini della terra: l’organismo extraterrestre Swarm.
Ho scoperto grazie ad Anita che è uscito un paio di settimane fa, il primo libro non era male.

 

Grazie ad AyeshaKru ho poi avuto notizia dell’arrivo di Vex e Kaix, il seguito dell’ottimo Ragazze lupo, di Millar.
Ricompaiono tutti i personaggi del primo libro: Kalix sarà costretta ad andare al college di recupero, Thrix avrà una storia con uno dei Cacciatori, Malveria rischierà un colpo di stato, Vex diventerà giustamente coprotagonista, ci sarà sempre la musica delle cugine musiciste… e poi qualcuno morirà. E tutte le carta in tavola di mescoleranno.
Lo voglio, assolutamente.

 

Annunci

28 novembre 2010 - Posted by | Faber Michel, Hancock Graham, L'angolo del cacciatore di libri, Luk'janenko Sergej, Martin George, Millar Martin, Shusterman Neal, Wiersema Robert J.

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: