La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Il cimitero dei bambini addormentati


Ho scoperto questa storia ai Comics, vagando per gli stand del padiglione degli Editori.
Mi aveva incuriosito, avevo preso il primo numero (di cinque) dandogli una rapida lettura la sera stessa. E il giorno dopo mi sono procurato i quattro volumi restanti.
Niente spese  folli, il numero 1 costa 3 €, i numeri dal 2 al 4 costano 5 € e l’ultimo 6 €.
Sceneggiatura di Luca Belloni e disegni di Samanta Leone, casa editrice AbsoluteBlack, un fumetto horror italiano, in bianco e nero (quanto mai appropiato viste le atmosfere gotiche) e con protagonisti tre bambini.

Luka, Neve, Erik.

Tutto comincia con Erik che per tentare di fare colpo su una compagna di classe decide di andare nel cimitero di notte, portando fotografie a testimonianza della sua avventura. Però nel fare ciò cade in una cripta sotterranea, attirando l’attenzione di certe presenze spettrali che intravede di sfuggita.
Studiando poi le sue fotografie con l’amico Luka, ritrova le sagome spettrali che pensava di essersi immaginato. E i due vengono raggiunti dalla gotica e inquietante Neve, figlia di una cartomante, che gli dice che sono in grande pericolo, che l’avventura di Erik ha attirato attenzioni demoniache su di lui e che c’è un’oscura leggenda su quel cimitero.
La leggenda del Cimitero dei bambini addormentati. La leggenda di Adharma, regina dei demoni, che ogni 27 anni si ciba dell’anima di alcuni bambini per mantenersi in vita.

La storia comincia con i tre bambini che tornano nella cripta sotterranea, dotati di una chiave e di un libro mistico, per scoprire se ci sia della verità in quella leggenda e nelle parole che il professore ha detto loro.
I due volumi seguenti mostrano dei flashback: come tutto è cominciato per i tre bambini, e come è nata la demoniaca Adharma, con la triste storia della bambina che sarebbe diventata il demone.
Infine, nei due numeri finali gli eventi precipitano e grazie alla madre di Neve i bambini si preparano allo scontro finale per la salvezza delle proprie anime e di quelle dei bambini uccisi nel corso dei secoli.

Una storia interessante, coadiuvata da ottimi disegni.
Mi è piaciuto, terrò d’occhio la AbsoluteBlack per vedere se questa coppia di autori sfornerà qualche altro fumetto.

9 novembre 2010 - Posted by | Il cimitero dei bambini addormentati

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: