La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Nemesis – L’ordine dell’Apocalisse


Autore: Francesco Falconi
Editore: Alberto Castelvecchi Editore
Prezzo: € 16,00
Pagine: 277

 

Tendenzialmente, le storie di amore non mi piacciono.
Se poi parliamo di storia d’amore con angelo e demone mi vengono in mente immagini alla Twilight, con gnokki e ragazzine mononeuronali adoranti, e rischio di cadere preda di un attacco di epilessia.
In definitiva, questo libro non lo avrei preso non fosse stato di Falconi. E probabilmente non lo avrei preso lo stesso, non fosse che ormai è una mia abitudine prendere un paio di suoi libri ai Comics.

Premesso questo, sono stato piacevolmente sorpreso da questo libro.

Si, è un libro di amore.
Si, c’è il ragazzo bellissimo e perfetto che piace a tutte ma a cui piace la protagonista.
Si, la protagonista è bella ma quasi nessuno lo sa, si sente inadeguata e adora il ragazzo bellissimo.

Ma la protagonista ha quindici anni, si comporta da maschiaccio asociale… comprensibile, tornando con la mente a quell’età, che anche se è bella passi inosservata. Resta il fatto che lui è una sorta di gnokko, ma la cosa è gestita abbastanza bene.
E’ un libro di amore, si, ma diciamo che ci sono tre storie che si intrecciano.

C”è la storia d’amore tra Ellen e Kevin, in una sorta di riproposizione di Giulietta e Romeo (come fa notare lo stesso autore): infatti lui è un Angelo Ombra, deputato a controllare che i demoni non infrangano l’Equilibrio e ogni tanto a portare un po’ di luce nel mondo misero degli umani; lei invece è un Demone Emerso, portatore di malattia, morte e dolore, destinato a combattere contro i nemici Angeli Ombra. Lui è nato e cresciuto consapevole della sua natura, addestrandosi fin dall’età di otto anni per diventare un guerriero. Lei ha scoperto di essere un demone compiuti quindici anni, un anno prima di quanto succede solitamente ai demoni. Lui non potrebbe socializzare con gli umani, ma si è innamorato di Ellen. Lei non sa cosa è, cosa può fare, cosa la aspetta… vuole solo stare con lui.
Ovviamente, quando scoprono cosa è l’altro, le loro nature cozzeranno in maniera totale: non solo le loro “famiglie” si opporranno, qui si parla della loro specie e della loro stessa natura!

Poi c’è la storia che è la storia principale: Damien, il fratello di Ellen da lei creduto morto per cinque lunghi anni. E che invece non era morto, ma era stato imprigionato dalla rigida e idiota giustizia dell’Equilibrio, il patto di non aggressione che equivale alla politica tra angeli e demoni. Damien è stato incastrato poiché aveva spiato un dialogo tra due traditori del Patto, e ora stava per essere torturato e ucciso. Per anni i genitori avevano cercato inutilmente di scagionarlo, e ormai erano tristemente rassegnati al suo fato. Ma Ellen non si rassegna, ora che lo ha ritrovato non intende abbandonarlo così facilmente una seconda volta.

Infine, la storia che dà il titolo al libro, che rappresenta gli eventi globali e più importanti, ma che rimane in secondo piano nascosta dietro le vicende personali di Ellen: il risveglio di Nemesis, l’angelo dell’Apocalisse, che con i suoi seguaci intende portare la guerra tra angeli e demoni, spalancare i cancelli dell’Armageddon, sterminare buona parte dell’umanità e schiavizzare i superstiti. Un angelo potentissimo, che riunisce in sé la luce degli angeli e l’ombra dei demoni. La sua ombra agita la vita delle alte sfere di angeli e demoni, ma sopratutto causa l’arresto di Damien per l’ingiusta accusa di omicidio nei confronti di un angelo.
E riempie il libro di potenziali traditori, di potenziali seguaci dell’Ordine dell’Apocalisse. Alcuni scontati, altri un po’ meno.

Il libro è leggero e si lascia leggere con piacere, la scrittura di Falconi è ulteriormente migliorata a mio avviso (almeno giudicando da quanto tempo ho impiegato a finire la lettura, rubando tempo ad altre cose).
Interessante la sua visione di angeli e demoni, mai troppo buoni e puri i primi, mai troppo cattivi e impuri i secondi. Gli angeli sono creature bellissime e potenti, della luce, dotati di poteri che possono aiutare la gente. Ma non usano quasi mai questi poteri per preservare l’Equilibrio, gli servono i permessi dei superiori… una gerarchia rigida e assoluta, un addestramento volto a togliere le emozioni e a lasciare soldati celesti pronti eventualmente a lottare contro i demoni.
Dall’altra parte, i demoni vivono invece in famiglie, aiutandosi a vicenda e vivendo in mezzo agli umani, mescolati tra loro. Alcuni amano fare del male, certo, ma altri vedono il male che fanno -che gli viene ordinato di fare, secondo le loro attitudini e capacità- come necessario per far comprendere all’uomo la necessità del bene. Spiegazione cervellotica e abbastanza risibile, ma che fa capire come loro stessi cerchino una giustificazione alla loro natura.
Purtroppo il libro presenta parecchi refusi –io ne ho notati molti, e solitamente non mi balzano mai all’occhio… immagino allora ce ne siano anche più di quelli che ho visto-, un editing più accurato avrebbe potuto sistemare questa pecca. Un altro difetto che ho trovato è che non capisco come gli spuntino le ali ad angeli e demoni, senza che gli si spacchino mai i vestiti… non sono immateriali visto che sono il loro punto debole, spuntano al tramonto o quando le fanno uscire ma passano attraverso gli abiti. La cosa mi lascia molto perplesso.
Mi è piaciuta invece l’ambientazione, con gli accenni alla storia scozzese (che non conosco, quindi per la loro accuratezza mi fido di Falconi).
Infine, faccio presente che per tutto il libro mentre leggevo di Ellen e Kevin mi immaginavo al loro posto Liz e Marco, gli ottimi cosplayer di cui avevo già parlato alla fine di Lucca Comics. E’ la prima volta che mi succede, ovviamente, è stato stranissimo 😀

La fine mi è piaciuta, ora Falconi sta pensando a un seguito (che onestamente ci sta, visto che la trama globale rimane incomputa a causa del focus che è sulle vicende di Ellen… ma a me sarebbe piaciuto se fosse finita col finale di questo libro. Poi magari mi piacerà il seguito, certo, ma questa fine era di mio gradimento).

Insomma, un libro rapido e leggero, scorrevolissimo. Con qualche piccola pecca, ma si lascia leggere che è una meraviglia. Anche se il genere non è il mio preferito, per quanto mi riguarda Falconi continua a crescere rispetto a Prodigium e Gothica.

 

Voto: 7/10

8 novembre 2010 - Posted by | Falconi Francesco

3 commenti »

  1. […] – Recensione Nemesis di Tanabrus (che è solito essere schietto, fin troppo :p): LINK […]

    Pingback di Links | Il Sito Ufficiale di Francesco Falconi | 9 novembre 2010

  2. No, un’altra saga no! Non posso sopportarne un’altra, mi dispiace.

    Commento di giulia | 9 novembre 2010

  3. Beh, per me potrebbe essere anche autoconclusivo questo volume 😉

    Commento di tanabrus | 9 novembre 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: