La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Neopaganesimo


Autore: Francesco Dimitri
Editore: Castelvecchi
Prezzo: € 12,00
Pagine: 196

 

Questo libro di Dimitri precede i suoi romanzi, è un saggio del 2005 sul rinnovato interesse che sta sorgendo nei confronti del paganesimo.

E sapendolo precedente a Pan, possiamo notare disseminati fra le sue pagine i semi di diverse cose che poi germoglieranno pienamente nel suo primo romanzo: abbiamo i riferimenti a Pan e i riferimenti al diabolico Greyface, abbiamo sciamani metropolitani e streghe…

Francesco ci guida dalla nascita dell’attuale neopaganesimo (andando a ricercare le sue origini, fino ad arrivare a Crowley e Gardner) al fenomeno Wicca, dalla Società Discordiana a culti come la Chiesa di tutti i mondi o i tecnopagani.
Una prima parte di storia del neopaganesimo e una seconda parte che illustra i movimenti attuali, o almeno i principali.
Condita da un’intervista a Erika dell’Acqua.

Ci sono i semi di Pan, come ho detto, ma si cita anche l’ottimo American Gods di Gaiman, si citano sciamani metropolitani che mi hanno fatto pensare subito a A madness of angels (libro che infatti era piaciuto tantissimo anche a Dimitri), si parla di Grant Morrison e della sua grande opera Invisibles, di cui prima dei Comics voglio parlare.
Si parla di Heinlein e di Straniero in terra straniera, e scopro qui che è stata fondata una chiesa basata sugli insegnamenti di quel libro. La Chiesa di tutti i mondi, la CAW. Dove accettano tutto e tutti, basta sforzarsi di grokkare gli altri.

Wicca di gruppo, Wicca solitari, Gardneriani, massoni, Discordi, tecnopagani, neopagani metropolitani… un’infinità di sottoculture, tutte in realtà abbastanza simili tra loro.
Tutte caratterizzate dal rispetto per la natura, dal rispetto per gli altri, dal non essere soddisfatti delle risposte date dai sistemi tradizionali. Dalla ricerca di una dimensione più profonda, in cui tutti siamo un tutt’uno con il divino, ognuno di noi può trovare il divino dentro di sé (e qui mi vengono in mente i Karamazov, tra l’altro).
Mi è piaciuta la definizione di religione open source, che ognuno si assembla come trova più congeniale: la sua concezione del divino, della morte, dei riti… un substrato comune, il resto a immagine del mago. Del resto, come dicono i Discordi, ogni uomo è Papa.

Affascinante, questo viaggio nel mondo del neopaganesimo.
Davvero affascinante, non ne conoscevo praticamente niente.

Do what thou wilt shall be the whole of the Law

 

Voto: 7/10

Annunci

10 ottobre 2010 - Posted by | Dimitri Francesco

1 commento »

  1. maronna…ma quanto leggi veloce!!!

    Commento di Anonimo | 10 ottobre 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: