La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Pretty little liars


Con queste serie mi sono arreso al fascino assurdo, malvagio ma irresistibile del trash.
Puro e semplice trash,

Abbiamo quattro ragazze, quattro amiche che da un anno non si frequentano.
Un anno prima infatti, durante un loro pigiama party una di loro è scomparsa. La quattordicenne Alison, la capobanda, la ragazza che le aveva riunite e intorno alla quale tutto gravitava. Tutti i segreti, tutte le speranze, tutte le ambizioni, tutte le decisioni. Tutto girava intorno a lei.

Almeno fino alla sua scomparsa.

Dopo un anno, Amy torna in città. Ed è la prima che conosciamo.
Sembra quasi una darkettona, il che è bene. Va in un pub e, tempo due minuti, finisce in un bagno a slinguazzarsi un ragazzo. Ovviamente questo ragazzo si rivelerà essere il suo nuovo insegnante di inglese, e i due cominceranno una serie infinita di tira e molla che immagino durerà fino alla fine della serie.
Il suo ritorno comunque fa riunire il vecchio gruppo.
Hanna, la classica bellona della scuola, che per divertimento ruba oggetti di marca dai grandi magazzini fino a quando non viene scoperta. E sua madre per tenerla fuori dalla prigione comincia a andare a letto con l’agente che ha in custodia il suo caso, così lei comincia a vederlo la mattina in casa sua a fare colazione.
Spencer, figlia di ricconi, sempre in competizione con la sorella maggiore. Sempre perdente da questi confronti: lei è più brava, più bella, più intelligente, più tutto. Così Spencer comincia a fare piccoli imbrogli, nel tentativo di pareggiare i conti. Spencer era anche l’unica in grado di tenere testa a Alison.
Emily,  infine, era la più legata a Alison. Si lega ora alla ragazza che si è appena trasferita nella vecchia casa di Alison, una ragazza di origini indiane attratta da Emily. Che un po’ ricambia, un po’ è intimorita e si avvicina quindi al ragazzo più pericoloso del paese, Toby.

Comunque, a riunire queste quattro smorfiosette sarà più che altro il ritrovamento del cadavere di Alison.
E contemporaneamente la ricomparsa di Jenna, una ragazza rimasta cieca in seguito a un misterioso incidente di cui è stato incolpato il fratellastro Toby, anche lui tornato in scena.

Ma sopratutto, ci sono dei misteriosi messaggi firmati -A- che cominciano ad arrivare alle quattro ragazze. Messaggi che parlano di cose che solo Alison potrebbe conoscere, segreti noti a pochissime persone.
Questa A sembra conoscere il tradimento del padre di Amy (che era stato visto da Amy e Allison), sa bene che Spencer ruba di nascosto i fidanzati alla sorella, sa dell’omosessualità di Emily e del fatto che si era baciata con Alison, sa dell’affare Jenna in cui in realtà era stata lei con le amiche a scatenare l’incidente che toglierà la vista a Jenna, sa del passato da obesa di Hanna e di come solo grazie a lei sia potuta dimagrire. Sa tutto di tutti, e minaccia di continuo di spifferare i loro segreti.
Segreti tenuti su ogni cosa, visto che le quattro ragazze hanno mentito anche sul pigiama party, inventandosi una storia in comune per non spiegare che avevano bevuto e si erano ubriacate, perdendo così di vista Alison. Lo avevano fatto per evitare guai, ora non possono più cambiare versione… malgrado la polizia gli stia addosso, vista la loro amicizia con la morta.

Ma se Alison è morta, chi l’ha uccisa? E sopratutto, chi è A?

Un’apoteosi di trash, davvero. Trash e assurdità, incesti, tradimenti, vita quotidiana a scuola e quant altro si possa immaginare. Devo ancora capire perché continuo a vederlo, comunque non è noioso.
Diciamo che ora come ora preferisco una serie idiota e leggera come questa a un True Blood che sta diventando sempre più peso e inutile. Cioè, ormai auspico la morte di più di metà del cast…

Ah, quasi dimenticavo.
La serie è tratta da una serie di libri, che però devono essere ben brevi se i primi 10 episodi della serie tv (ora siamo alla pausa) coprono i primi tre libri (su otto).

Annunci

23 agosto 2010 - Posted by | Pretty little liars, Serie tv | , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: