La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Sherlock


Prendete gli indimenticabili personaggi creati da sir Conan Doyle, Sherlock Holmes e John Watson.
Aggiungeteci altri ingredienti tipici dei libri, come James Moriarty, Mycroft Holmes e Lestrade.
Miscelate il tutto con l’epoca moderna.
Ecco servita in tavola Sherlock,  nuova (e brevissima) serie inglese sul celebre investigatore.

Brevissima, visto che si tratta di tre soli episodi. Ma è stata annunciata una seconda stagione, fortunatamente.
E bella, molto bella, anche se il finale non è piaciuto a tutti.

Abbiamo Holmes che… beh, è Holmes. Indisponente, saputello, arrogante. Solitario, a causa del suo carattere. Ha un sito internet dove parla della sua scienza deduttiva, e si è inventato il lavoro di consultente investigativo.
Dagli altri poliziotti -e quindi non da chi cerca il suo aiuto- viene visto come uno psicopatico, potenzialmente pericoloso come gli assassini che contribuisce a smascherare: per ora si diverte così, ma quanto passerà prima che lui stesso si inventi dei casi?
E in effetti questo Holmes sembra davvero psicopatico, travolto da una noia esistenziale che solo qualche crisi o qualche caso interessantissimo possono scacciare, rendendolo felice come un bambino.

Abbiamo Watson, il buon dottore. Qui reduce della guerra in Iraq, dove è stato colpito da un proiettile ricevendo il congedo. Anche Watson è isolato dagli altri, gli incubi lo perseguitano e la sua psichiatra cerca di convincerlo a uscire dal guscio, a tornare a vivere.
Verrà risucchiato nel mondo di Sherlock Holmes a causa di Lestrade, suo vecchio amico, e in breve tempo finirà col diventare il coinquilino e il collega del consulente investigativo.

L’attore che interpreta Holmes mi pare particolarmente azzeccato, e un poco mi rammenta Neil Gaiman. Il che non guasta.

Tre episodi, si è detto.
Il primo introduce i personaggi, mostra un caso abbastanza complesso, fa comparire il misterioso nome di Moriarty e pure un misterioso individuo che pare interessato a Sherlock Holmes, il fratello.
Il secondo episodio vede più azione.
Il terzo vede lo scontro tra Holmes e Moriarty, i due opposti talmente opposti che quasi si assomigliano. Uno scontro che, in caso di fallimento della serie, immagino sarebbe durato qualche secondo in più terminando in un modo abbastanza netto, invece della chiusura su un cliffhanger come  è accaduto.

Molto bello e interessante, tre episodi per meno di cinque ore di intrattenimento.
Mi dispiace solo che, vista la velocità della parlata di Holmes quando spiega le sue deduzioni e vista l’importanza dei tecnicismi, per seguirlo ho dovuto per forza aspettare i sottotitoli. Avevo provato senza, ma alla prima dimostrazione di saccenza da parte di Sherlock ho dovuto abbandonare il tentativo.

Annunci

22 agosto 2010 - Posted by | Serie tv, Sherlock | , , ,

3 commenti »

  1. Taaaan! Evita gli spoiler, disgraziato!
    Comunque, rimango della mia opinione sul finale – e anch’io non riuscivo a seguire Holmes nemmeno piangendo, senza sub.
    Che tristezza!

    Commento di Azusa | 23 agosto 2010

  2. Ma via, non è nemmeno considerabile uno spoiler, su…

    Commento di tanabrus | 26 agosto 2010

  3. […] sbadigliare. Prima o poi guarderò gli episodi 3-6, già presi. Mi sono totalmente goduto invece Sherlock , la serie inglese che ripropone le avventure di Holmes nel presente. Tre soli episodi, ma belli. La […]

    Pingback di Ripartono le serie tv « La torre di Tanabrus | 7 settembre 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: