La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Chi ha paura della musica?


Un tempo, la musica era potente.
Il rock era ribellione.

Poi.. rock is dead, dicono.

E in effetti, va ammesso che è difficile trovare adesso dei gruppi o dei brani che possano rivaleggiare con quelli di trenta o quaranta anni fa. Brani incazzati, allucinati, potenti.

Ora non ho intenzione di stare a fare un paragone tra il vecchio metal e quello nuovo, tra il rock ribelle e il rock malinconico\scassapalle di adesso. Francamente, nemmeno me ne importa più di tanto: i vecchi gruppi esistono ancora, qualche buon gruppo nuovo esiste (anche se è dura scovarli, la mediocrità imperante li tiene sotto il livello di galleggiamento) e posso ascoltarmi quel che mi pare, fortunatamente.

Ma quello che mi ha fatto sorridere, è che c’è chi riconosce oggi il potere della muscia. E ne ha il terrore.
Chi poteva essere se non l’Iran, patria di ogni tipo di soppressione concepibile?

L’Ayatollah Ali Khamenei (per molti è santità, abbocchi sempre all’amo…) ha dichiarato che insegnare e promuovere la musica non è conforme agli insegnamenti del Corano.
Meglio che i ragazzi facciano sport, e magari studino le scienze (ovviamente quelle conformi alla dottrina del Corano, ci mancherebbe altro).

Stai a vedere che hanno paura che la musica possa far filtrare idee di ribellione bloccate dagli altri media… stai a vedere che temono una Woodstock, o un concerto rivoltoso come quello descritto in X da Cory Doctorow… lo ammetto, mi ha commosso vedermi ricordare che la musica, le idee hanno realmente il potere di cambiare le cose, di fare paura ai cretini che detengono il potere e che vorrebbero giocare ai piccoli dittatori da Monopoli.

Ma sopratutto… stai a vedere che quei geniacci pensano davvero di poter fermare la musica!

(non si arriverà mai a una rivolta in piazza con un esercito di manifestati vestiti di nero e ricoperti di borchie e catene che danno l’assalto al palazzo presidenziale, corna in alto e diti medi verso i politici… ma sognare non fa male, ogni tanto…)

Annunci

13 agosto 2010 - Posted by | Musica |

2 commenti »

  1. Lo stesso capita nella Striscia di Gaza, dove i fondamentalisti di Hamas e Al Fata vietano la musica, e minacciano e picchiano gli irresponsabili che osano farne. 😉

    Commento di Azusa | 13 agosto 2010

  2. …certa gente i neuroni non sa neanche dove dovrebbero essere.
    Avran paura che la musica insegni a qualcuno a non fare più da scudo umano, si vede.

    Vabbè, sai già come la penso su chi si comporta così… 160 cm dovrebbe essere un’altezza che limiti al massimo le vittime innocenti.

    Commento di tanabrus | 13 agosto 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: