La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Le cronache di Wormwood


 

Garth Ennis.

Non è malvagia come storia, e una volta tanto non c’è nessun faccia di culo (anche se abbiamo un naso di cazzo, comunque ci siamo allontanati dal classico sfigurato ed è già qualcosa).

Abbiamo Wormwood, figlio primogenito di Satana.
Anticristo.
La madre si è uccisa dopo averlo dato alla luce, i satanisti hanno preso di mira le sue famiglie adottive per anni prima che lui capisse cosa stava accadendo e vi ponesse fine. Non ha un bel rapporto col padre, sopratutto perché non ha la minima intenzione di fare ciò che lui vorrebbe: scatenare l’Armageddon.
Si trova bene in questo mondo, vive come produttore di serie televisive, ha una fidanzata e un coniglio (che, per non annoiarsi, ha dotato della parola).

Il suo migliore amico? Jay.
La nuova reincarnazione di Gesù Cristo. Adesso è di colore, con lunghi capelli rasta.
E dopo aver visto il modo in cui il mondo aveva ignorato il suo messaggio la prima volta, prendendo solo ciò che preferiva per creare oppressione e gerarchie, questa volta si è rifiutato di ripercorrere nuovamente la stessa strada, morendo e soffrendo per un mondo che non avrebbe seguito il suo messaggio di amore.
Ha deciso di seguire la sua strada… e si è scontrato con i pregiudizi della polizia nei confronti delle persone di colore.
Le botte prese gli hanno fatto perdere parecchia memoria, e ora ricorda solo a tratti qualcosa di chi sia in realtà.

I problemi cominciano quando il diavolo decide di forzare la mano al figlio degenere, e sfruttando i suoi agganci con la Santa Sede (e il suo nuovo papa australiano, Papa Jacko) si impegna per scatenare l’Apocalisse. Lui e Dio, che è ormai mezzo impazzito fin da quando aveva compreso, il settimo giorno, il casino che aveva creato con il libero arbitrio.

Inferno, paradiso, segni apocalittici, corruzione nella chiesa, sette sataniche, la meretrice di Babilonia, Giovanna d’Arco… e con un coniglio parlante, che si diverte a spingere al suicidio fanatici di Star Wars scrivendo sui forum teorie sull’omosessualità dei Wookiee o sulla produzione di un Episodio 3.5

Divertente, con frecciate nei confronti della chiesa e della televisione.
Con questo sono a due volumi che mi sono piaciuti su due Avatar che ho letto. Ottimo!

Annunci

31 luglio 2010 - Posted by | comics, Wormwood | , , , ,

2 commenti »

  1. Non so se è più dissacrante Papa Jacko e le sue battute (superlativa quella sui suoi due predecessori e il commento dei due cardinali sulla scelta al conclave) o il Dio erotomane.

    Una buonissima graphic novel! 🙂

    Commento di sommobuta | 31 luglio 2010

  2. Il Dio erotomane mi ricorda qualcosa, ma non riesco a mettere a fuoco cosa mi ricordi… comunque quelle battute sono splendide!

    Commento di tanabrus | 1 agosto 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: