La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Jerry Cornelius: programma finale


Autore: Michael Moorcock
Editore: Fanucci
Prezzo: € 11,00
Pagine: 213

Di Moorcock conoscevo solo Elric, il principe albino. L’antieroe per eccellenza, il prode imperatore che provocò la distruzione del suo stesso popolo e dell’intero mondo nel tentativo di non essere come lo avrebbe voluto la sua natura. Il campione eterno.

Mi è finito invece tra le mani questo libro. Fantascienza, verrebbe da dire dopo averlo letto.
Inghilterra degli anni ’60, un eccentrico e ricchissimo Jerry Cornelius si destreggia tra complotti e omicidi con lo scopo di distruggere il castello del padre, sconfiggere il fratello -vero erede della mentalità contorta del padre e suo seguace negli studi sulle droghe- e liberare l’amata sorella dalla schiavitù delle droghe somministrateli dal fratello.
Jerry Cornelius che ha infinite risorse monetarie, sistemi di sicurezza che anche adesso appaiono come futuristici. Jerry Cornelius che è una sorta di vampiro emozionale, un prodotto del suo tempo, un figlio della metropoli. Vive in mezzo alla gente e in mezzo ai palazzi, ne assorbe energia prosperando mentalmente e fisicamente.
Jerry Cornelius, una delle menti più brillanti del suo tempo, un genio assoluto.

E la signorina Brunner, una programmatrice informatica. Spietata e calcolatrice, affascinante e terrorizzante. Una donna che si nutre totalmente delle energie delle altre persone, inglobandole in sé per continuare a vivere. Una sorta di Selene degli X-Men Claremontiani, per intenderci.

Una storia che sembra andare in una direzione, ma che dopo il raid iniziale per il salvataggio desiderato da Jerry  prenderà una strada inaspettata, deviando sempre più verso la fantascienza. E verso il programma finale, l’ambiziosa meta che si è prefissa la Brunner e per il quale avrà bisogno di Jerry. E di tutti gli scienziati disponibili, in un mondo che sta scivolando fuori dal tempo e fuori da ogni schema, tra antiche scoperte, vecchie leggende e bunker nazisti.

Non è male, sopratutto considerata l’età del romanzo: 1969. Sarebbe interessante leggere gli altri libri della serie (tre libri e cinque storie più brevi) visto che la fine del libro mi sembrava abbastanza netta, ma in Italia questo è l’unico libro del ciclo pubblicato.
Certi elementi comunque ritornano in queste pagine, direttamente dai libri di Elric di Melniboné e a questo punto immagino siano dei temi ben cari all’autore: l’amore tra consanguinei -sempre tragico e sfortunato-, il protagonsita tenuto lontano dall’amata a causa dell’opposizione di un parente che usurpa i suoi diritti al potere e droga la fanciulla, l’assalto alla fortezza\vecchia dimora del protagonista e lo scontro finale col parente, la presenza di molte droghe.

Non mi è piaciuto quanto il primo libro di Elric, non mi ha preso particolarmente.
Vive dei suoi due protagonisti, e del fascino che dovrebbe avere Jerry -una specie di James Bond, alle volte, mentre altre volte mi sembra quasi un incrocio tra il vampiro Lestat e il vampiro Cassidy di Preacher.

Voto: 6/10

Annunci

27 luglio 2010 - Posted by | Moorcock Michael | , , ,

1 commento »

  1. payday loans

    Commento di payday loans | 24 dicembre 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: