La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Mistborn: il pozzo dell’ascensione


Autore: Brandon Sanderson
Editore: Fanucci
Prezzo: € 22,00
Pagine: 820

Questo secondo volume della trilogia dei Mistborn comincia non troppo tempo dopo la fine del primo.
Il primo libro era stato davvero una piacevole sorpresa: un’ambientazione intrigante, un sistema magico innovativo, personaggi interessanti.
E un background che non poteva non attirarmi: cosa succederebbe se l’eroe delle leggende, una volta sconfitto il male che minaccia di distruggere il mondo, decidesse di impadronirsi lui stesso del mondo? Diventando così un Tiranno immortale e onnipotente, in grado di modificare il mondo a suo piacimento… un mondo più smorto, ricoperto dalle nebbie.
Alla fine del libro si scopriva poi cosa era accaduto all’eroe, al campione delle ere, per farlo diventare il Tiranno.

Senza più il Tiranno, per buona parte del nuovo libro il ritmo è lentissimo.

Adesso Luthadel è governata da re Elend, con al fianco la sua amante Mistborn, Vin. I vecchi membri della banda di Kel ricoprono cariche politiche, gli skaa sono liberi e Elend, seguendo i propri ideali, ha istituito un’Assemblea con rappresentanti della nobiltà, degli skaa e dei mercanti per assicurarsi che non possa più prendere il potere un tiranno.
Ma non sono mai riusciti a trovare le scorte di Atium del tiranno, l’economia soffre ancora, e dalle altre Dominazioni stanno arrivando eserciti desiderosi di invadere questo regno giovane e diviso.
Regni come quello di Cett, certo, ma sopratutto cmoe quello di Venture, il crudele padre di Elend.
Gli Inquisitori paiono scomparsi, entrano in scena i formidabili Koloss, una razza guerriera creata a suo tempo dal Tiranno.

Buona parte di questo libro è focalizzata sull’assedio di Luthadel, sulle lotte di Vin per difendere Elend dagli assassini inviati dalle altre fazioni, sul suo rapporto con il Mistborn di Venture, Zane. Una persona spezzata, impazzita… che vede in Vin la sua unica speranza di salvezza.

Ma poco a poco viene fuori dell’altro.
Le nebbie sono cambiate, le nebbie ora uccidono la gente, a caso. E Vin intravede nelle nebbie una figura umanoide, immateriale. Sente un sordo tambureggiare, udibile solo da lei, proveniente dal Pozzo dell’Ascensione.
Le similitudini con Aliendi, il vecchio Campione delle Ere tradito dal suo portatore terrasiano, si sprecano. E la consapevolezza di non sapere cosa il Tiranno stesse facendo per tenere a bada le nebbie, o cosa fosse realmente il Baratro, tiene sempre più sulle spine.

Fino alle rivelazioni finali, alcune davvero inaspettate. Come la pazzia di Zane, per esempio, o il fato di Elend.

Di buono c’è che il libro è scritto bene, scorrevole, e malgrado il ritmo lento tiene vivo l’interesse. Il Kandra diventa un personaggio interessantissimo, mentre invece i vecchi membri della banda scivolano quasi tutti in secondo piano. Solo a tratti conquistano un piccolo spazio tutto loro… per lo più, qui rimangono sullo sfondo.

Vin è un po’ scema in alcune decisioni, ma come ci viene ricordato alla fine è una ragazzina e per di più totalmente inesperta di certe cose, vista la vita vissuta fino a un anno prima.

Elend invece soffre della gravissima sindrome da Cercatore: è una persona che, appena ottenuto il trono, decide di rendere il tutto un paese moderno e democratico.
Storcevo il naso quando lo faceva Richard Cypher, che pure veniva da una terra abbastanza libera e aborriva certe forme di governo; figuriamoci se a farlo è un nobile, illuminato quanto vogliamo ma pur sempre un nobile nato e vissuto in un mondo grigio governato da un Dio in terra, il Tiranno onnipotente e immortale che sempre li controlla. Un tiranno che nel corso dei secoli ha cancellato i ricordi del passato rimodellandoli secondo il suo volere, ha eliminato le idee che non gli piacevano, ha sterminato chi riteneva potesse danneggiarlo.
Da dove diavolo ha tirato fuori la monarchia costituzionale una persona vissuta nel pieno del regno del Tiranno???
Capisco il rendere liberi gli skaa, capisco il non voler essere crudele. Ma l’assemblea e la costituzione no, sono ridicole.

In compenso, sempre restando nell’ambito dei paragoni, per un Elend che gioca a fare il Cercatore (buuuuu!!!), abbiamo una Vin che pare quasi ricordare in certi tratti il giovane Rand al’Thor, il protagonista della saga di Jordan (che sta terminando adesso lo stesso Sanderson) La ruota del tempo. E questo è un bene, visto che adoro quel personaggio e quella saga.

Un buon libro.
Anche se devo ammettere che fino a oltre metà del libro, la sua lentezza e staticità mi stavano facendo pensare a una sufficienza sfiorata per un pelo. Poi sono cominciate le rivelazioni, per lo più sul passato, e il giudizio è migliorato.
Di certo non è al livello del primo, e di certo non è un capolavoro. Ma si legge bene, intrattiene, e tiene incuriositi per il finale.
Peccato per la sorpresona finale su Elend,  che poteva venir risparmiata, ma ora più penso alle rivelazioni finali del libro e più mi ritrovo ad ammirare enormemente il tiranno… effettivamente non aveva altro modo di comportarsi, se voleva tenere in vita il mondo!

Voto: 7/10

Annunci

12 luglio 2010 - Posted by | Sanderson Brandon | , , , ,

1 commento »

  1. Tutto ciò mi ricorda un sacco la filosofia dei tiranni nel mondo disco, la saga di Terry Pratchett che recita, per bocca di Lord Vetinari, tiranno di Ankh-Morpork: “Un giorno si suonano le campane e si abbatte il malefico tiranno e il giorno dopo si ritrovano seduti in cerchio a lamentarsi del fatto che da quando il tiranno è stato ribaltato non c’è nessuno che porta via la spazzatura” 🙂

    Commento di Munky | 12 luglio 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: