La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Bearers of the black staff


Bearers of the black staff è il primo dei due volumi che costituiranno la nuva saga di Brooks, Legends of Shannara.
Uscirà il 24 agosto.

E’ di nuovo ambientato nel passato -ormai Brooks pare avere esaurito ogni tipo di idea per il presente e futuro del mondo di Shannara, e viste le ultime saghe tra navi volanti e Barriera direi che è un bene-, 500 anni dopo la fine della trilogia della Genesi di Shannara.

Falco aveva condotto al sicuro i suoi bambini, gli umani salvati dai Cavalieri dai campi di concentramento, gli elfi di Cintra, le Lucertole, i Ragni e gli altri mutati che si erano uniti alla sua  carovana. Li aveva portati in una vallata e poi aveva terminato il suo compito dissolvendosi in una sorta di nebbia magica che aveva circondato e sigillato la valle, isolandola dal resto del mondo. Resto del mondo dove i demoni spadroneggiavano, dove gli umani ormai impazziti stavano scatenando attacchi nucleari, dove le mutazioni erano sempre di più e sempre più assurde.

Dopo 500 anni, le cose saranno cambiate per forza.
Sia nel mondo esterno, che dopo mezzo millennio di anarchia, radiazioni e violenza sarà ridotto a un mondo alla Ken Shiro, sia nella vallata dove  elfi, umani e mutati hanno dovuto convivere per tutto questo tempo, al sicuro dai pericoli del passato.
Avranno vissuto un sogno Xavieriano di coesistenza pacifica, o si saranno divisi in piccoli agglomerati in base alla razza? Ci saranno state guerre tra di loro?

Come dice già il titolo, i protagonisti della saga saranno i portatori del bastone nero. I Cavalieri del Verbo, quindi. Gli antenati di Allanon e dei druidi. (Il che mi fa pensare a errori di continuity rispetto a ciò che il druido aveva raccontato a Shea e Flick Ohmsford una vita addietro, ne La spada di Shannara: i druidi in quel primo libro erano gli eredi dei pochi che erano riusciti a scampare alla distruzione del mondo causata dagli uomini portandosi dietro dei libri di scienza… a meno che il mondo di Shannara non sia ancora lontanissimo, certo…)

E’ disponibile online il primo capitolo del libro.
Un Cavaliere nella Vallata, i sigilli di Falco che cominciano a cedere, due creature del mondo esterno che sono riuscite a entrare. Sette religiose basate su Falco e sull’attesa del suo ritorno, sogni profetici, la fine imminente della tranquillità e dell’isolamento dei rifugiati, le insidie del nuovo mondo che si fanno sempre più vicine.

Un classico libro alla Brooks, direi.

Annunci

7 luglio 2010 - Posted by | Brooks Terry | ,

1 commento »

  1. Lo aggiungo alla lista dei libri da non leggere :->

    Commento di CMT | 8 luglio 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: