La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Wunderkind – La rosa e i tre chiodi


Autore: G. L. D’Andrea
Editore: Mondadori
Prezzo: € 17,00
Pagine: 394
Decisamente meglio del primo libro, questo è certo.

Questo secondo libro è quasi claustrofobico, opprimente. Il Dent de nuit diventa una sorta di prigione oscura e pericolosa, dove la gente vive rintanata per paura di quello che si aggira per le strade.
E quello che si aggira per le strade sono le orde di creature agli ordini del Venditore, e i cacciatori suoi alleati.
Loro, e i cambiavalute ancora vivi e ancora desiderosi di combattere, agli ordini di Bulywif che in questo clima di guerriglia concede sempre più spazio al licantropo dentro di sè.

Ma questo libro è anche intriso dell’assenza di speranza.
Ne è un esempio Pilgrind, ormai l’ombra di ciò che era, distrutto dagli errori commessi; ne è un esempio la condizione di Gus, chimera priva di umanità, o la realzione di Mathis al fato di Gus.
Ne è un esempio Caius stesso. L’esempio principale.
Caius che lentamente si trova a scoprire sempre più cose su di sè, sul Wunderkind. Su cosa è, su cosa può fare. Scopre che tutta la sua vita è stata una menzogna, e trova un amico sincero nell’ultima creatura alla quale avrebbe guardato, in altre condizioni. Assediato da menzogne e tradimenti, trova l’unico frammento di speranza che è rimasto nel Dent de nuit. Lo trova nella figura esile di Lucylle, la ragazza piumata che viveva nei cieli, libera.

Ed è quando gli viene tolta anche questa unica scintilla di speranza che tutto il Dent de nuit sprofonda dalla paura nel terrore, dalla mancanza di speranza alla consapevolezza della propria fragilità.

Perchè nel Wunderkind c’è un vuoto, una fama spaventosa. Un nucleo nero che cerca di spingerlo a sfamarsi dei ricordi delle altre persone, a dare libero sfogo alla sua rabbia, a fare qualunque cosa l’ira e l’odio gli suggeriscano.
Il Wunderkind sembra essere male allo stato puro, più potente dei demoni, più potente di qualsiasi altra creatura.

Scopriamo qualcosa di più sul Wunderkind, sulla sua nascita, sulla precedente guerra tra il Barbuto e il Venditore. Sul loro legame.
Scopriamo la natura del Barbuto, molto Gaimaniana. Mi è piaciuta.
Scopriamo il passato di Gus. Bello. Molto bello anche il brano finale del libro su Gus.
Scopriamo qualcosa in più su Bulywif e sul Primo, e assistiamo alla cupa disperazione di Rochelle.

Non capisco solo il motivo per cui il Profeta abbia agito così, essendo un Profeta. Posso capire che ciò che avrebbe guadagnato potesse valere il gioco per lui, ma portare con sè tutti i Profughi?
Profeta da due soldi, immagino.

Comunque un bel libro, questa volta non è l’autore a dirci che emozione suscitano le varie scene. Sono le scene stesse a trasmetterci le sensazioni. La cupezza, il dolore, la rabbia, la disperazione.
Inoltre restano sempre tante domande: a che servono le trenta monete? Cosa diavolo è alla fin fine un Wunderkind? Che sta succedendo oltre il mare? Che voleva ottenere il Venditore, da tutto questo? E’ semplicemente impazzito, o come ha dimostrato finora c’è del metodo nella sua pazzia?

Peccato solo che il tutto non sia accompagnato da una grande trama: a parte la guerra del licantropo, che comunque fa da contorno, è tutto un viaggio di Caius verso una maggiore consapevolezza, una sorta di romanzo di formazione. Non dico che potesse essere condensato, va benissimo così, ma mi ha lasciato con una sorta di “…finisce qui?”, un vago sentore di insoddisfazione.

Insomma, c’è stato un netto miglioramento rispetto al primo volume. Ora mi aspetto parecchio dal terzo volume: risposte, atmosfera, azione. Peccato tocchi aspettare quasi un anno, però.

Voto: 7/10

Annunci

27 maggio 2010 - Posted by | D'Andrea G. L. | , , , ,

3 commenti »

  1. Ero praticamente certo che lo avresti apprezzato più del primo 😉

    Commento di Valberici | 27 maggio 2010

  2. è impossibile che non piaccia più del primo è oggettivamente più bello più maturo più ragionato ancora se possibile

    Commento di Eleas | 28 maggio 2010

  3. il W2 è dieci spanne sopra il W1. E se procede di questo passo, il terzo sarà eccellente!

    Commento di giulia | 29 maggio 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: