La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Storm front


Autore: Jim Butcher
Editore: ROC
Prezzo: € 8,29
Pagine: 322

Ho conosciuto questa saga per colpa di Fed, e ovviamente è solo in inglese.
Dico ovviamente perchè si tratta di un urban fantasy senza una detective come protagonista, senza il sesso come argomento principale o quasi, senza vampiri affascinanti e licantropi machi che si contendono la protagonista dura, pura e dalle gambe molli.
Il protagonista qui è un uomo, un mago. Un mago alla Constantine, direi.
La cosa mi piace, e molto.

Harry Dresden non nasconde il suo essere un mago, e anzi compare pure sulle pagine gialle come mago. Come lavoro offre i propri servigi per trovare cose scomparse, fare esorcismi e cose del genere.
Non che gli venga generalmente concessa molta più credibilità che se lo facesse qui da noi, non è un mondo dove il soprannaturale è comunemente accettato. Ma è un’ambientazione in cui il soprannaturale sta tornando sempre più nella vita delle persone, dopo gli anni dello scietticismo e della scienza.

Ovviamente lavora molto poco, rischia lo sfratto per morosità, insomma è uno squattrinato. Per sua fortuna ogni tanto viene assunto per delle consulenze dalla polizia. Dal reparto addetto alle indagini particolari… quelle realmente assurde e inspiegabili. Il reparto di Murphy, tra le pochissime persone che Harry potrebbe forse chiamare amici.

La storia comincia quando nello stesso giorno Harry riceve due incarichi.
Rintracciare il marito di una cliente, che sospettava avesse deciso di dedicarsi alla magia; e aiutare la polizia a scoprire chi aveva ucciso una squillo e il suo cliente, un gorilla di un malavitoso locale. La particolarità dell’omicidio era come i due erano morti, una morte che aveva convinto la polizia a contattare il loro esperto di soprannaturale.

Così cominciano le indagini di Harry, che presto finisce col mettersi contro l’organizzazione della squillo (gestita da una vampira, e che vampira!), contro l’organizzazione del malavitoso, contro l’assassino e sopratutto contro il Concilio Bianco.
Il Concilio è il massimo organismo dei maghi, che controlla che le leggi che regolamentano l’utilizzo della magia non siano infrante. Leggi come “non uccidere con la magia un’altra creatura vivente”, ad esempio.
Purtroppo, in passato Harry ha già ucciso un uomo con la magia. Il suo maestro, che si era rivelato un praticante di magia nera. Era stata legittima difesa, il Concilio non aveva ucciso il giovane mago ma da allora era stato tenuto d’occhio, con molti a desiderare la sua morte per l’infrazione della legge o per l’essere venuto a contatto con la magia nera.

La storia in sé è abbastanza prevedibile, anche se francamente non mi aspettavo che una certa persona si comportasse come si comporterà al momento dello scontro finale tra Harry e l’assassino… sorprendente, davvero!
Comunque il libro è scritto bene, i riferimenti al background di Harry o al mondo magico sono ben dosati e lasciano la curiosità di saperne di più.
E sopratutto, finalmente ci si allontana dall’urban fantasy che gira intorno alla bella detective attorniata da succhiasangue e lupacchiotti desiderosi di andarci a letto.

Voto: 7/10

Annunci

5 marzo 2010 - Posted by | Butcher Jim | , , , ,

2 commenti »

  1. Ero proprio curiosa di sapere che ne pensavi, anche a me Harry ha fatto pensare al buon vecchio zio Constantine ogni tanto, solo che è mooooooolto edulcorato rispetto al nostro termine di paragone, ma zio Jom Butcher non fa certo mistero di amare i fumetti 😉
    Il primo romanzo della serie mi ha fatto esattamente lo stesso effetto, ma fidati che dal terzo (che è il mio preferito) migliora, si fa meno prevedibile e compaiono altri personaggi abbastanza interessanti 😉
    Il secondo non mi è piaciuto molto.
    Se deciderai di andare avanti vorrò sapere i tuoi pareri!!

    Commento di fed | 5 marzo 2010

  2. Certo che andrò avanti, almeno fino al terzo a questo punto. Ma lo farò chissà quando… capace che toccherà aspettare l’avvento dell’e-reader. O un nuovo ordine anglofono da ibs, quantomeno.

    Commento di tanabrus | 5 marzo 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: