La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Tutti i racconti 1897-1922


Autore: Howard Phillips Lovecraft
Editore: Mondadori
Prezzo: € 9.40
Pagine: 394

Fino a ora non avevo mai letto niente di Lovecraft. Conoscevo bene o male il genere, gli argomenti trattati, Chtulhu.
Ma personalmente non avevo mai avuto il piacere di incontrare qualche suo scritto.
Finalmente ho rimediato a questa grave mancanza con il primo dei quattro volumi nei quali la Mondadori qualche anno fa ha ristampato tutti i racconti dell’autore di Providence.

I racconti di questo primo volume sono i suoi primi lavori, spesso originati da sogni vividi e allucinanti che venivano poi tradotti in questi scritti. I primi accenni al Necronomicon e alle divinità cosmiche ormai tanto famose.
In appendice ci sono anche dei racconti giovanili -la cui ingenuità fa ridere- e dei racconti scritti in collaborazione con degli amici -questi invece al livello della produzione Lovecraftiana-.

Mi sono piaciuti, e molto.
Mi piace l’atmosfera che si respira, mi piace il punto di vista utilizzato, mi piace l’oniricità di certi racconti.
Inoltre, mi sono piaciuti in quanto racconti. Mi spiego, di solito non vado pazzo per i racconti, mi danno sempre una sensazione di incompiuto, sopratutto se sono bei racconti. Penso sempre che la storia potrebbe, dovrebbe continuare. Che ci sarebbe altro da dire, da raccontare, da svelare.
Qui invece questo non mi accade. Leggo il racconto, mi piace, e quando finisce lo trovo giusto. Queste storie sono dei racconti perfetti, mi lasciano qualcosa dentro senza però farmi imbronciare perchè sono finiti senza essere continuati a lungo.
E questo non mi era accaduto con King, con Gaiman, con Evagelisti, con Sapkovsky -il cui The last wish comunque era un libro di racconti atipico, erano tutti collegati-. Penso sia la prima volta che trovo dei racconti così perfetti in quanto racconti.

Di sicuro mi procurerò anche gli altri tre volumi della raccolta, così da godermi anche gli scritti più maturi.

Voto: 7/10

Annunci

30 novembre 2009 - Posted by | Lovecraft Howard Phillips | , , ,

5 commenti »

  1. meno male che stai colmando la gigantesca lacuna 😉

    Commento di Valberici | 30 novembre 2009

  2. Poco a poco colmerò tutte le lacune, spero 😀

    Commento di tanabrus | 30 novembre 2009

  3. Questa “opera omnia” della Mondadori è stata (anni fa) una lettura estremamente interessante per me, per quanto anche il mitico Lovecraft non abbia scritto sempre e solo capolavori. Buona lettura…

    Commento di Bruno | 6 dicembre 2009

  4. Ok, ma dei vari racconti, la cui qualità è altalenante, quali ti hanno colpito di più o ti sono piaciuti maggiormente?

    devero

    Commento di devero | 6 dicembre 2009

  5. Vediamo… La tomba, Oltre il muro del sonno, La rovina di Sarnath, La dichiarazione di Randolph Carter, Il tempio, Dall’altrove, La città senza nome, La ricerca di Iranon, La palude della luna, L’estraneo, La musica di Erich Zann, La stella polare.

    Commento di tanabrus | 6 dicembre 2009


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: