La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Fiabe in esilio


Autore: Bill Willingham
Matite: Lan Medina
Chine: Steve Leialoha, Craig Hamilton
Editore: Planeta De Agostini
Prezzo: € 15.95
Pagine: 256

Il mondo delle fiabe è stato sconvolto da un attacco senza precedenti: l’avversario è emerso dalle sponde di ciò che è e, con il suo esercito, ha conquistato rapidamente le terre delle fiabe, una dopo l’altra. Prima il regno di Smeraldo, poi il regno del Grande Leone, e poi tutti gli altri. Le fiabe catturate venivano fatte prigioniere, schiavizzate.

Un solo luogo era al sicuro dall’ombra dell’avversario, il mondo terreno. E attraverso dei passaggi segreti, le fiabe fuggitive si sono riversate nel nostro mondo per sopravvivere in attesa di poter un giorno tornare nel loro mondo.

Così ora abbiamo un governo di Favolandia presieduto dal sindaco Re Cole (dalla tradizione inglese) che però ha delegato tutti i compiti all’efficientissima vicesindaco Bianca Neve.
Gli altri protagonisti di questi primi due archi di storie sono la gemella di Bianca, Rosa Spina; il Principe Azzurro, dongiovanni che è stato sposato con quasi tutte le principesse di Favolandia e che ora vive seducendo donne e facendosi mantenere da loro; Barbablu, che è riuscito a portare con sè le sue immense ricchezze; Jack delle favole, il vecchio Jack del fagiolo magico e di svariati racconti americani; e sopratutto Luca Wolf, il lupo delle favole, qui in veste di sceriffo di Favolandia nella sua forma umana. Perchè ovviamente le favole non devono farsi smascherare dagli umani e occorre che ci sia qualcuno in grado di controllarle e di incutere timore: chi meglio del vecchio lupo cattivo?

Il primo arco di storie, che ci presenta Favolandia (nascosta in New York City) è Fiabe in esilio.
Una sorta di giallo, in cui Wolf deve indagare sulla scomparsa e presunta morte di Rosa Spina, destreggiandosi tra il suo truffaldino ragazzo Jack, un vecchio contratto firmato con Barbablu, il difficile rapporto con la più famosa gemella.
Una storia simpatica, che sopratutto ha il pregio di mostrarci i personaggi e di chiarirci come sono giunti alla convivenza.
Una sorta di amnistia generale ha cancellato ogni crimine commesso prima dell’esilio consentendo a Wolf di fare lo sceriffo e a Barbablu di sorvolare sulla sua vecchia abitudine di far fuori le mogli la prima notte di nozze.
Alcuni personaggi sono interessantissimi, su tutti Wolf, Jack e Barbablu.

Segue un racconto scritto, alla Moore. La storia di Luca Wolf dall’invasione in poi: come è vissuto nel mondo delle favole, come è arrivato da noi, come è passato dai boschi rumeni al ruolo di sceriffo di New York.
Il racconto aggiunge spessore al personaggio, il che è senza dubbio un bene visto che è tra i protagonisti fissi della serie.

Il secondo arco di storie è La fattoria degli animali. Ed è molto bello.
Oltre a Favolandia c’è una seconda colonia di fiabe, nascoste in un’ampia tenuta in campagna. E’ la Fattoria, dove vivono le fiabe che non possono confondersi con gli umani: giganti, animali parlanti, creature dall’aspetto troppo diverso rispetto alle persone comuni.
E proprio alla Fattoria cominciano a sorgere dei problemi: i suoi abitanti si sentono discriminati, vogliono tornare quanto prima a casa per riprendersi il loro mondo, vogliono parità dei diritti con le fiabe umanoidi. E decidono di fare una rivoluzione, capeggiati dalla politicizzata Riccioli d’oro supportata dagli orsi, dai porcellini e sopratutto dalle fiabe animali più feroci.
Bianca finirà alla fattoria proprio nel mezzo di queste macchinazioni, ignara di tutto…
Una bella storia, tra rivoluzioni e riflessioni sulla correttezza dei mezzi impiegati per ottenerle.

Un’ottima serie, consigliatissima!

Annunci

16 novembre 2009 - Posted by | comics, Fables | , , ,

4 commenti »

  1. Già letta fin dove possibile. Concordo col giudizio. ^__^

    Commento di CMT | 16 novembre 2009

  2. Per me l’unica pecca è che nell’edizione italiana non hanno fatto un editoriale in stile vecchia Panini dove spiegavano chi fossero i personaggi.

    Jack e Cole li ho dovuti cercare su google (di Jack conoscevo solo il fagiolo magico), Boy Blue ignoro chi sia… delle note avrebbero aiutato non poco.

    Commento di tanabrus | 16 novembre 2009

  3. Nel volume in effetti non ci sono, ma c’erano quando veniva pubblicato a puntate.

    Commento di CMT | 19 novembre 2009

  4. Dove veniva pubblicato? Vertigo presenta?

    Commento di tanabrus | 19 novembre 2009


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: