La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Battlestar Galactica


E alla fine è finita.
Dopo quattro stagioni, da oggi cominciano i sabato privi della pesca dell’episodio settimanale di Battlestar Galactica.

E dopo aver smaltito con calma il finale, dopo averlo digerito per bene, un post in memoria di questa serie ci voleva proprio.

Innanzitutto ricordo che è una sorta di remake -almeno inizialmente- della vecchia serie Battlestar Galactica del ’78.
Ciò premesso, di cosa parla questa serie?

L’umanità vive allegramente e in pace divisa in dodici colonie, dodici pianeti sotto un unico governo centrale. Ogni colonia (che ha il nome di una costellazione “zodiacale”) ha il proprio rappresentante nell’assemblea che vota le decisioni del Presidente.
Niente guerre, tutti amici e tutti in pace.

Se non fosse per i Cylon, degli androidi senzienti creati dagli umani e che, come era ovvio, alla fine hanno capito di essere più forti, più resistenzi e più veloci di quelle creature basate sul carbonio: perchè fargli da schiavi?
Era così cominciata la guerra tra umani e Cylon, terminata dopo anni con un armistizio in seguito al quale i Cylon erano scomparsi, facendosi vivi solo periodicamente in un punto di frontiera per una sorta di controllo vicendevole tra umani e cylons.

Battlestar Galactica comincia (con un film in due puntate) quando a questo incontro arriva un nuovo modello di Cylon, dalle sembianze perfettamente umane. E i vecchi Cylon al suo seguito uccidono tutti gli umani in vista.
Poco dopo sulle Colonie arriva l’attacco Cylon, e in breve tempo le Colonie sono distrutte a suon di esplosioni nucleari.

Si salvano solamente le astronavi che in quel momento erano in viaggio tra i pianeti, navi che poco a poco cercano di radunarsi per capire cosa sia successo.
Inoltre anche il Galactica si salva, unica tra le Battlestar -o almeno così si crede-. Si salva perchè era una nave molto vecchia, priva della tecnologia d’avanguardia condivisa dalle altre Battlestar. La tecnologia che li aveva messi alla mercè dei Cylon, visto che erano riusciti a disattivarla.
Il Galactica invece si alza in volo, combatte, alla fine opta per la fuga e trova i superstiti.

I sopravvissuti all’olocausto nucleare, guidati dal Galactica, cominciano la fuga dai Cylons che li inseguono cercando di eliminare ogni traccia di umanità dall’universo. Le battaglie con i Cylons, le crisi sulle navi, la ricerca di normalità attraverso la creazione di un nuovo Consiglio e l’elezione di un nuovo Presidente… e la ricerca della Terra, la tredicesima colonia di cui si parlava nei testi sacri.
La colonia che era stata fondata lontana da tutte le altre, quando l’umanità era partita dal pianeta natale, Kobol.

Combattimenti bellissimi, ottimi attori, tematiche interessantissime. E sopratutto, eccellenti rapporti tra i personaggi.
Adama, il vecchio comandante duro e puro che vive per la sua nave;
Lee, il figlio, con i suoi problemi col padre, diviso tra le sue aspirazioni e le aspettative del genitore;
Kara, la pilota indisciplinata e folle, che corteggia la morte;
Gaius, lo scienziato egoista responsabile dell’olocausto nucleare e affetto da visioni.

E la Presidentessa predestinata, il capomeccanico Tyrol, il vicecomandante Saul, la scoperta dei Cylons infiltrati e il sospetto verso ogni altra persona sulla nave.
L’avvento del rivoluzionario Zarek, l’arrivo della Pegasus…

Ma anche il punto di vista Cylon. Le divisioni interne, la loro visione di Dio, il loro tentativo di vivere con gli umani. Il mistero delle loro resurrezioni e della nascita dei “lavori in pelle”.
Le visioni del modello Sei, anche qui.
Tra complotti e colpi di stato, tra tradimenti e alleanze, tra morti e resurrezioni, tra fede e razionalità, siamo arrivati alla fine del lungo cammino dell’umanità traghettata fino a qui dal Galactica.
Una fine che può essere o non essere piaciuta, e a me non è piaciuta.

Non tanto per la soluzione finale -ci stava, era una delle possibilità- quanto per il  fatto che quella sia stata la risposta ad ogni singola domanda creata negli ultimi mesi.
Come fa a tornare Kara Trace? Come mai era destinata alla Freccia? Come mai era chiamata Portatrice di morte? Che senso hanno le visioni di Gaius e Caprica Six? Come faceva Fithia ad aver previsto tutto? E le visioni condivise dalla Roslin, n°8, Hera e Caprica Six? E quella dannata canzone, che sembra risolvere ogni cosa? E Daniel?

Tutto ha questa soluzione, che da soluzione diviene quindi un deus ex-machina radicato in ogni aspetto della serie, in grado di risolvere tutti i punti rimasti in sospeso.
Un deus ex-machina troppo intrusivo, troppo totalitario. Mi ha dato il voltastomaco.

Ma finale a parte, la serie rimane un qualcosa di splendido.
Mi mancheranno da morire i “What the frack?” gridati dai piloti, gli scontri con i tostapane e i lavori in pelle, i vipers e i raptors lanciati nello spazio, i tentativi di ricordare dei final four, i dilemmi dei cylons.
Mi mancheranno Gaius e Kara, Saul e gli Adama.
Mi mancherà l’epicità di questa serie, mi mancheranno le scelte dure e difficili prese dai personaggi.

Una serie che va guardata, se si è minimamente interessati alla fantascienza. Un must.

So say we all.

Voto: 8.5/10

Annunci

30 marzo 2009 - Posted by | Battlestar Galactica, Serie tv | , , ,

19 commenti »

  1. Effettivamente sembra interessante, anche se io non ho mai amato i telefilm alla “star trek”, ma questo sembra differente. Quante puntate sono?

    Commento di Rorschach | 30 marzo 2009

  2. Film iniziale in due puntate (semmai prova a guardarlo, così vedi se può piacerti o meno).
    Prima stagione 13 episodi
    Seconda, terza e quarta stagione 20 episodi

    Commento di tanabrus | 31 marzo 2009

  3. …vabbè, metterò sotto alle fatiche il “mulo” della mia girl vah!! 😀

    So bene che questa è una serie che non deve essere persa! 😛

    Ps: so che il film e (almeno) le prime due stagioni ci sono già in italiano…Sbaglio?

    Commento di sommobuta | 31 marzo 2009

  4. In italiano dovrebbero essere arrivati alla fine della terza stagione.

    Commento di tanabrus | 31 marzo 2009

  5. Non leggo nulla sennò va a finire che mi spoileri! In questi giorni mi sto “procurando” le tre serie in italiano…. 😀

    Commento di m1980 | 31 marzo 2009

  6. Hem… m1980 ero io sotto altro login!! Sorry….

    Commento di mirtillangela | 31 marzo 2009

  7. Tranquilla, non c’erano grandi spoilers 😀

    Comunque ottimo, un’altra convertita! 😛

    Commento di tanabrus | 31 marzo 2009

  8. so say we all!

    (warning : cerco di tenermi sul vago ma seguono spoilers)

    e poi a me il deus ex machina del finale non è dispiaciuto. Era coerente con il resto della serie e secondo me ci stava bene, molto meglio di qualsiasi altra spiegazione più tecnica che sarebbe stata un po’ un arrampicarsi sugli specchio uno sminuire il misticismo di tante situazioni passate.

    L’unica cosa che mi ha dato davvero fastidio è il fatto che una certa decisione molto, molto importante è passata come se niente fosse. Non riesco a credere che tutti l’abbiano accettata così facilmente, senza nemmeno un accenno di dibattito nel quorum.

    comunque, davvero una gran bella serie. So say we all, davvero.

    Commento di sauroneraunbravoartigiano | 31 marzo 2009

  9. (spoiler)

    Beh, ma se alcune cose era ovvio avessero una risposta mistica (o almeno era la probabilità più quotata.. vedi la Roslin e le profezie, o le visioni di Gaius e Caprica Six) la questione Kara&canzone no.
    Va bene resuscitare dalla morte (ma anche no), ma addirittura ti regalano un viper come quello distruttosi?
    E la canzone di attivazione dei final four, che guardacaso son le coordinate… già tutto progettato da prima della fine della tredicesima colonia, visto che Sam la suonava!
    No, TROPPO ricorso al deus ex-machina per i miei gusti.

    A quel punto potevano pure far comparire Chtulhu che si pappava tutti e diceva di aver manovrato umani e cylon per farsi arrivare il cibo a casa, sarebbe stato uguale…

    Commento di tanabrus | 1 aprile 2009

  10. @tan: sei così certo che sarò una convertita??? Mica è detto sai… Mirtilla è sempre in agguato!!

    Commento di Mirtillangela | 1 aprile 2009

  11. Finale pessimo, non c’è scampo. Troppe idee buttate lì malamente, mal congegnate. Personaggi sul cui ruolo hanno menato il torrone per anni (Hera, Kara), e tutto si rivela una sciocchezza… Peccato, BSG meritava di finire meglio.

    Commento di Bruno | 1 aprile 2009

  12. Io spero in un lavoro alla “Evangelion”: il finale della serie aveva fatto infuriare gli otaku, e anni dopo han fatto i due film.

    Se i nerd si infuriano, magari faranno un “Battlestar Galactica: the end” dove gli ultimi due episodi si rivelano un sogno di Gaius sotto effetto di funghi allucinogeni, e viene narrata la vera fine.

    Commento di tanabrus | 1 aprile 2009

  13. Ciao ragazzi, ciao Tanabrus! Apro il post dicendo che non ho letto niente sull’articolo! Eheheheh, troppa paura di ricevere qualche spoiler su BSG! Devo ancora vedere la quarta serie!
    Volevo solo dire che, personalmente, mi sono innamorato di questa saga.
    Sarà per il suo taglio così realistico, verosimile, nonostante alla fine dei giochi anche qui entri in campo, più di una volta, la necessità di sospendere la credulità.
    Però c’è qualcosa di coinvolgente, proprio nel fatto che i personaggi non sono “esagerati” (merito anche della recitazione che non pone mai troppa enfasi su dialoghi o gesti, ma crea un senso di “normalità” e “verosimiglianza” , quasi stessimo vedendo davvero delle persone che parlano e agiscono in una quotidinità tutta loro) o invincibili come certe serie ci hanno mostrato.
    Apollo ingrassa, commette errori, tradisce la moglie, sbaglia le decisioni come c.a.g., le prende da un subalterno. Adamo è una perfetta figura paterna, proprio perché estremamente umano e fallibile e la consapevolezza di questa sua natura lo rende “saggio” e carismatico.
    Mi piace e mi mancherà questa serie quando sarà finita!

    Commento di Yuri | 1 giugno 2009

  14. E invece no, non ti mancherà!

    Perchè dopo aver visto il successo di BSG non solo ci sarà la serie Caprica (primo episodio già disponibile) ambientata nel passato (Adama padre è un bambino, c’è il vecchio Adama avvocato, si assiste alla creazione dei Cylons…), ma è ufficiale che sarà fatta la serie Visitors.

    Un’altra grande e vecchia serie di fantascienza che tornerà a nuovi fasti (si spera) come accaduto con BSG.
    Le notizie trapelate finora fanno ben sperare… gaudio!

    Commento di tanabrus | 2 giugno 2009

  15. Holà! Signori, era un po’ che mancavo da queste pagine. Per varie vicissitudini personali con cui non voglio tediarvi, sono stato lontano dal mondo dei forum per un po’ ma ora, eccomi nuovamente qui.
    Ho finito di vedere BSG proprio ieri caro Tan e posso dirti una cosa?
    Io ho l’impressione che gli autori invece abbiano fatto una paraculata grossa come una cosa.
    Pensiamoci bene. Tu stesso hai detto che il finale, in realtà, non spiega molti misteri.
    Ce ne sarebbe anche un altro, poi, secondo me molto importante che non viene spiegato e che riguardo uno dei primissimi episodi della prima serie

    Commento di YURI | 19 luglio 2009

  16. … scusate, mi è partito l’invio! Si vede che sono arrugginito. Comunque, dicevo, c’è un mistero che non è stato chiarito, oltre a tutti gli altri: chi scrisse il biglietto “ci sono 12 modelli umani” che Adama legge dopo averlo trovato sulla sua scrivania?
    Dall’idea che mi sono fatto, BSG 75 è stato chiuso per volontà del canale Sci-fi, cosa che tra l’altro ha provocato nel cast reazioni piuttosto “dure”.
    E se gli autori avessero voluto lasciarci con tante domande irrisolte per un eventuale seguito?
    Non un prequel, bada bene, ma un vero seguito.
    Magari ambientato 150.000 anni dopo. Perché no?
    I due “angeli” dalle sembianze di Baltar e Caprica 6 sono davvero tali? Lui dice a lei: “a lui non piace essere chiamato così”, riferendosi al fatto che lei ha nominato Dio; dunque il dio di cui si parla nella serie, è davvero un ente divino, o qualcosa d’altro?
    I “final five” ci fanno sapere tramite Ellen, che i Centurioni Cylon che loro trovano al termine della loro fuga dalla “Vecchia Terra”, credevano già in Dio. Non era un’idea instillata dai cinque modelli umanoidi terrestri.
    Dunque i Cylon hanno avuto una sorte di illuminazione sulla via per Damasco o precedentemente erano stati contattati da un’altra forza in campo? Qualcuno di cui non abbiamo ancora saputo nulla e che ha agito, in modo molto ambiguo per altro, come se fosse una sorta di eminenza grigia?
    Kara è morta nello schianto sulla Terra, o Terra-1 se preferite (citazione DCiana) ma torna alla sua flotta con un nuovo corpo e un nuovo viper, entrambi ripreduzioni quasi perfette dei vecchi. Come fa a smaterializzarsi (apparentemente) nel finale, quando il povero Apollo si volta e non la trova più?
    I Cyloni partiti per lo spazio? Cosa ne è stato di loro?
    E domanda importante: è veramente un caso che la vita si sia evoluta autonomamente sulla Terra-2 in modo talmente tanto simile a quella originata su Kobol da essere compatibile con essa? Cavalli ed asini sono molto simili tra loro ma possono generare solo ibridi sterili. Come è possibile che gli abitanti delle 12 colonie, ed i cylon-umanoidi possano generare figli con gli abitanti di Terra-2 e che questi a loro volta possano generare tranquillamente altri figli(qualcuno poi mi chiarisca una cosa: ma sono dei cyborg? All’inizio veniva lasciato intendere che erano organici per la gran parte del loro corpo ma che i loro cervelli erano artificiali, un po’ come Isaac Asimov ci presentò uno dei protagonisti dei suoi racconti, o comunque in parte artificiali. Dunque i discendenti dei cyloni cosa avrebbero dovuto avere in comune con i loro antenati centurioni? Nulla. Le parti “artificiali” o prostetiche non si dovrebbero riprodurrre di un modello cylon umano saranno semplicemente “umani”. Non può esistere una pura razza cylon umana, perché non sarebbero dei cyborg i discendenti, a meno di successivi interventi, ma semplicemente esseri organici in tutto e per tutto a meno che non ci vengano spiegate altre cose ma tenendo presente che, se come è spiegato nel finale, i terrestri attuali sono i discendenti di quel gruppo di coloni e cylon ibridati con gli ominidi, passa la mia teoria che la parte prostetica dei cylon non è trasmissibile.)?
    Insomma, secondo me di domande ce ne sono abbastanza per fare una nuova serie, tra qualche anno.
    Per ora rimango ancora con gli occhi un po’ umidi a ripensare al coraggioso Bill Adama seduto sulla cima di quel monte, vicino alla tomba della donna della sua vita conosciuta in circostanze così tragiche, a contemplare l’orizzonte mentre ne ricorda con dolce malinconia la bellezza.
    Mi mancherà l’amicizia tra lui è Saul, capace di trascendere ogni cosa, ogni differenza umani-cylon.
    Mi mancheranno Apollo, così disposto a fare la cosa giusta da non fare sempre quella più “intelligente”, Starbuck e il suo fare spregiudicato, Chief Tyrrol e la sua aria da cucciolo bastonato, persino Gaeta che fa la scelta peggiore se pur convinto di fare il bene di tutti, la bellissima e sfortuna Dwalla, Billy che ci aveva lasciati già da un bel po’… insomma, mi mancheranno tutti.
    Grazie al cast e agli autori di BSG 75 che al di là di quanto potranno mai dire gli altri, ci hanno lasciato con un pezzo di storia della televisione!
    FRAAAAACK!

    Commento di YURI | 19 luglio 2009

  17. Dubito fortemente, purtroppo, che avremo mai tutte queste risposte. Ormai la serie è chiusa, le risposte sono state date (male), i progetti sono già virati verso altri lidi.

    Una nuova stagione di BSG, con un altro nome e nel futuro, sarebbe una cosa completamente diversa, con niente in comune con BSG se non l’origine prima del tutto. Difficilmente sarebbe un prodotto piacevole, e molto probabilmente anzi rovinerebbe il ricordo della serie.

    Mi consolo però pensando a una nuova serie in arrivo… via, oggi vedo di scrivere due righe al riguardo e di attaccarci il trailer, così puoi esaltarti anche te e cominciare ad aspettarla in gloria 😉

    Commento di tanabrus | 19 luglio 2009

  18. Holà! Visto i trailers da te caricati! Ma ci sono Jamie Bamber e l’attrice che fa Juliet su Lost! Mhhh… non so… mi sento meno attratto da questa serie di quanto non fui ai tempi di BSG 75. Comunque rimango nel dubbio… per me un’altra serie che riprenda quelle trame non è da escludersi. Tutto sommato i produttori ci hanno spesso sopreso con scelte “discutibili” che poi si sono rivelate migliori di quanto non credessimo.
    Per il finale io invece non mi lamento molto. Alla fine della fiera, non mi è dispiaciuto e mi ha fatto pure versare qualche lacrimuccia.
    Comunque terrò d’occhio questo Visitors… magari mi ricrederò!

    Commento di Yuri | 23 luglio 2009

  19. Condivido pienamente la recensione, Una serie da vedere assolutamente. Peccato per il finale, non ha fornito risposte alle varie aspettative generate, in particolar modo le aspettative relative alla tredicesima colonia e agli ultimi 5. Ma chi ha creato i Cyloni della tredicesima colonia? Meno male che qualche delucidazione l’ha fornita Wikipedia.
    Ora vedremo come sarà la serie Caprica, ma forse il vero prequel doveva essere ambientato almeno 2000 anni prima delle vicende narrate in BATTLESTAR GALACTICA.
    Credo proprio che, dopo tanto bel vedere, gli sceneggiatori siano implosi sulle loro idee alla fine della quarta stagione. Forse non hanno imparato a sufficienza da maestri come Asimov o Heinlein.

    Commento di Enrico | 19 agosto 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: