La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La spada della verità – libro ottavo


Autore: Terry Goodkind
Editore: Fanucci
Pagine: 527
Prezzo: € 14,90

Punti a favore di questo capitolo: la storia riguarda Richard e Khalan, il che è una piacevole novità malgrado siano i protagonisti della saga.
Certo, i due sono sempre nel Vecchio Mondo con Jennsen, Tom, Friederich, Cara e la capra; certo, non ci pensano nemmeno a provare a difendere il D’Hara dall’invasione di Jagang; certo, finiscono coinvolti in una missione che, stessimo parlando di un anime, avrebbe tutto il sapore dell’ennesimo filler.

Ma come negli anime ci sono filler ridicoli, filler inutili e filler interessanti, lo stesso vale per questi capitoli riempitivi. Non che questo sia particolarmente interessante, o utile, ma almeno è meno inutile\ridicolo di altri capitoli. Come il settimo, ad esempio. Si lascia leggere senza fare problemi, senza avere troppe pretese e senza far danni.

Certo, a voler fare i pignoli si potrebbe dire che il ragionamento che segue Owen (appartenente a un popolo di Buchi nel mondo, banditi tremila anni prima dal D’Hara e segregati dai maghi del Vecchio Mondo in una valle difesa dalla Barriera) per ottenere l’aiuto di Richard è assurdo, vista la filosofia di vita dell’uomo. O che Richard, imperatore e fulcro della ribellione, non dovrebbe cadere in tranelli del genere, specie se così ovvi. O si potrebbe criticare l’ennesimo deus ex-machina totale (cioè, alla fine i buoni sconfiggono i cattivi di turno ma Richard sta male, avvelenato e col dono che fa i capricci. Prima dal nulla scopre il problema col dono, e poi il dono lo premio concedendogli senza motivo le cognizioni di un esperto erborista, così da consentirgli di prepararsi l’antidoto. Irreale è dir poco).
E probabilmente ci sarebbe da focalizzare l’attenzione su questa pochezza a livello di trama, sulla facilità con la quale chiunque va e viene di continuo dagli accampamenti militari, sulla facilità con la quale gli esiliati hanno abbandonato tradizioni millenarie. Per non parlare di quanto risulta noioso leggere, in ogni libro, una sorta di lungo riepilogo delle puntate precedenti inframezzato alla storia per i primi capitoli. Eccheccavolo, se uno compra “Spada della verità, libro ottavo” (che poi sarebbe “libri 15 e 16”) vorrà dire che ha comprato gli altri, no? E alla peggio inserisci un riassunto prima della storia.. così è solo una rottura di palle!

Ma preferisco godermi l’evoluzione mostrata da Goodkind: invece di incontrare la solita massa di pacifisti ad oltranza che per avere pace, uguaglianza e miseria invadono e saccheggiano -e si risentono se glielo fai notare… ovvero tutti quelli incontrati negli ultimi libri, gente che dopo le prime cinque pagine di dibattiti filosofici viene voglia di mandare a quel paese-, ora passiamo a un popolo di filosofi Gandhiani: oltre a schifare la violenza e i violenti e a vivere in una sorta di comune orgiastica, visto che non hanno il dono hanno sviluppato un sistema filosofico per il quale tutto ciò che ci circonda non è reale, nessuno può conoscere la verità e via dicendo. Originale, eh?
Sono irritanti pure loro, certo, ma in poche pagine ci prendono gusto a spargere sangue e in un paio di giorni sono in grado di tenere testa a un contingente di soldati dell’Ordine. Alla faccia!

In conclusione: volume inutile come i precedenti, ma almeno è leggibile senza grossi sbattimenti.

Voto: 2\5

Annunci

24 gennaio 2009 - Posted by | Goodkind Terry | , , , , , ,

4 commenti »

  1. Anche erborista adesso? Ero rimasto a quando intagliare occasionalmente qualche figura nel legno si convertiva perfettamente nello scolpire opere michelangiolesche nel marmo. Quello è il libro in cui ho deciso di abbandonare definitivamente la serie.

    personalmente, ritengo che il ciclo della spada della verità sia più che altro un interminabile trattato che avrebbe dovuto intitolarsi “Delle Mary Sue e delle loro caratteristiche. Con un’ appendice dedicata al sadomaso”.

    Commento di sauroneraunbravoartigiano | 24 gennaio 2009

  2. Però guarda, ho avuto lo stomaco di reggere e devo dire che dopo l’ottavo anche il nono volume sembra dare segnali di miglioramento.

    Come se avesse avuto in mente una certa storia (libri 1, 2 e pezzo finale) ma ci avesse voluto mettere in mezzo dei libri inutili dove dilungava all’infinto gli eventi necessari per il finale.
    Ora che il finale sta arrivano, il libro sta tornando a farsi abbastanza interessante (benchè permangano i difetti congeniti della serie come il ricorso ossessivo al deus ex-machina, o il fatto che per mezzo libro quando c’è la possibilità scatta il riassunto delle puntate precedenti).

    Commento di tanabrus | 25 gennaio 2009

  3. Per la serie: “Continuo a farti del male” insomma… 😛

    Ho trovato in rete 7-8 volumozzi…Appena ho un pò di tempo, ci dò uno sguardo veloce…

    Commento di sommobuta | 25 gennaio 2009

  4. Ops… “farmi” , non “farti”… XD

    Commento di sommobuta | 25 gennaio 2009


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: