La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La spada della verità – libro sesto


Autore: Terry Goodkind
Editore: Fanucci
Pagine: 703
Prezzo: € 14,90

Anno nuovo, saga vecchia. In attesa di fare acquisti librari (oggi mi sono preso Tortuga, uno dei libri che mi ero ripromesso di leggere quest anno) ho continuato la lettura di questa saga che riparte dopo aver toccato il minimo storico con il quinto volume, volume che ho inserito nei libri peggiori letti nel 2008.
L’inizio è sconcertante. In senso cattivo, intendo.
Sconcertante perchè è l’elogio dell’inutilità. Non c’è un senso, non c’è una missione, non c’è una qualche enorme minaccia.
E’ tutto basato sulla psicologia. Richard che decide di aspettare che la gente capisca cosa vuol dire libertà, depresso per aver perso ai voti nel libro precedente; Necci che è stata plagiata fin da piccola e passa il tempo in un’apatia totale, dalla quale solo l’incognita Richard riesce a toglierla.
E così che succede? Quale è la trama del libro? Necci si congeda dall’Ordine, una volta capito il trucco per non avere Jagang nella testa. Raggiunge Richard e Khalan nella radura dove Richard aveva condotto la moglie, lontano dalla guerra, e con un incantesimo lega Kahlan a sè. Per salvarla Richard deve seguirla ed ubbedirle in tutto e per tutto.
Richard parte, e Necci lo porta nel Vecchio Mondo per mostrargli che in realtà l’Ordine è il bene e lui è il male (si, la Sorella dell’Oscurità è molto, molto complessata).
Kahalan, sconvolta, raggiunge l’esercito e riprende a guidarlo in guerra  contro il gigante dell’Ordine.

Ecco, malgrado l’assenza di un motivo per il quale esista questo libro, la guerra di Kahlan contro l’Ordine è scritta abbastanza bene da rendersi interessante. E col tempo, se si dimentica la necessità di un motivo serio per il quale questo debba essere un libro, ci si può anche scoprire interessati alle vicende di Richard nel Vecchio Mondo.
Ma il fatto che si possa provare interesse per le due vicende non sminuisce il grandissimo difetto del libro, e cioè l’assenza più completa di una trama degna di questo nome.
Perchè no, “Nicci porta Richard a sud per motivazioni psicologiche sue e lo fa vivere come un comune cittadino” non è una trama.
Ecco, volendo questo libro sarebbe potuto essere unito al precedente, sfoltendoli parecchio entrambi. E con qualche aggiunta sarebbe potuto venire fuori un libro decente. Così invece abbiamo due libri che si basano su due episodi.

Meglio questo libro del quinto, comunque. Almeno qui si finisce con l’interessarsi alle vicende di guerra, a Warren, a Cara che matura sempre di più. A Nicci, il cui fato è scontato ed ovvio (non altrettanto quello di Alessandra, lo ammetto). E magari a come Richard distrugge la vita ordinaria della città dove finisce.
Ma essere meglio del nulla non è poi questo gran vanto… comunque è un lieve miglioramento.

Voto: 2/5

Annunci

5 gennaio 2009 - Posted by | Goodkind Terry | , , , , , ,

6 commenti »

  1. Tortuga è un libro che scivola via come l’acqua, non porta via tempo e non bisogna farsi troppi “viaggi mentali”…Niente a che vedere con Eymerich insomma! Storia lineare e ottimo affresco sulla pirateria! 😉

    Avevo intanzione di comperare il primo libro de “La spada della Verità” – orfano di Martin cercavo qualche lettura fantasy “consistente” – ma dopo aver letto recensioni varie, e alla fine, le tue…Beh, desisterò! 😛

    Commento di sommobuta | 6 gennaio 2009

  2. Di Tortuga infatti ho sentito parlar molto bene 🙂
    Per la Spada… i primi due sono buoni, enon lasciano la storia troppo in sospeso (per quanto possibile). E’ dopo che inizia la discesa agli inferi letterari 😀

    Commento di tanabrus | 7 gennaio 2009

  3. In genere mi trovo ad essere daccordo con i giudizi espressi sui libri, ma questa volta no: credo che, a differenza del precedente, questo sia un bel libro… è bella la descrizione della vita nella capitale dell’Ordine,e del modo in cui Richard la destabilizza… belle le pagine sulla guerra… molto commovente la morte di Warren (uno dei miei personaggi preferiti)

    Commento di marcotar | 6 agosto 2009

  4. Si, la vita di Richard nell’Ordine e come modifica tutto con la sua presenza (sembra quasi un Ta’Veren…) è interessante, come la guerra di Khalan.

    Ma dobbiamo considerare che non è un filler, non è un interludio o una parte di un libro.
    Questo è un libro intero, un libro praticamente senza senso visto che la sua unica trama è “mostriamo questo e quest altro”.

    Il che è il grossissimo difetto di tutta la parte centrale di questa saga: libri che in realtà sono solo episodi, dilatati all’inverosimile.

    Commento di tanabrus | 6 agosto 2009

  5. salve, sto cercando disperatamente questo volume (il 6) da MEEEEEEEESI ormai!!!!!!
    Volevo sapere se qualcuno può vendermelo o aiutarmi a cercare una copia!!!!!

    GRAZIE

    Commento di Bruna | 12 novembre 2010

  6. Quando ripasso dalla fumetteria darò un’occhiata, dato che mi sembra abbiano diversi volumi della saga… nel caso mi informo se fanno spedizioni.

    Commento di tanabrus | 12 novembre 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: