La torre di Tanabrus

True Blood


True Blood è una serie tv vampiresca abbastanza sui generis.
Non ci sono investigatori vampiri nè investigratrici che hanno a che fare con i vampiri.
Non ci sono scontri tra le forze del bene e le forze del male, epiche lotte per salvare il mondo.
Incredibilmente non ci sono neanche persone prescelte per dare la caccia ai vampiri, cosa che avrebbe fatto assomigliare True Blood a una brutta copia di Buffy.

Innanzi tutto, True Blood parte da un assunto fondamentale: i vampiri hanno fatto outing.
In Giappone è stato creato del sangue sintetico, cosa che permette ai vampiri di non nutrirsi di umani. Non essendo costretti a nutrirsi di umani, i vampiri hanno deciso di palesarsi al mondo intero, richiedendo il riconoscimento dei propri diritti. Una situazione che richiama alla mente i libri della Hamilton e della sua Risvegliante, Anita Blake.
Ci sono vampiri che, in televisione, rappresentano la faccia pulita dei vampiri. Educati, pazienti, rispettosi. Affrontano verbalmente i loro avversari, come i gruppi religiosi che li osteggiano, cercando di ragionare con gli umani per ottenere diritti civili.
E intanto bevono il sangue sintetico, imbottigliato e distribuito come Tru Blood, la bevanda dei vampiri (disponibile nei vari gruppi sanguigni, e da servire a temperatura “corporea”).

Questa è la premessa.

La serie, invece, si concentra sulla sconosciuta cittadina di Bon Temps, Louisiana, dove vive Sookie (interpretata dalla Paquim).
Sookie è una ragazza particolare, evita di stare troppo a contatto con le persone, non ha mai avuto un ragazzo, ha pochi amici.
Il motivo è presto detto: è una sorta di telepate, riesce a sentire ciò che le altre persone pensano o provano. Solitamente, sforzandosi, riesce a tenere quei pensieri fuori dalla sua testa, ma è una pratica stressante che non le consente certo di rilassarsi.
La situazione cambia quando arriva nel paese il primo vampiro di quel luogo, Bill Compton. E Sookie scopre di non riuscire a leggere i suoi pensieri.
Questo fatto, assieme al fascino del vampiro, fà scattare la scintilla dell’amore tra i due.

Ma le cose saranno molto complicate per i due.
Si comincia dal fratello di Sookie, Jason, una sorta di sessuomane di una stupidità incommensurabile che ovviamente osteggia in ogni modo possibile la relazione con quel vampiro.
I pregiudizi della gente, che vede male una relazione tra umani e vampiri, che ancora sono guardati come mostri sanguinari e assassini.
Il capo di Sookie, Sam, è anche lui da sempre innamorato della ragazza. E nasconde diversi scheletri nell’armadio…
Una catena di efferati delitti sconvolge la cittadina: ragazze trovate barbaramente uccise -ragazze che avevano avuto rapporti con vampiri, bada bene- con due soli sospetti: vampiri (tra i quali rientra ovviamente Bill) o Jason, che aveva avuto rapporti con le ragazze morte.
E intanto comincia a dilagare una nuova droga, il V. Piccole dosi di sangue di vampiro, che mandano completamente fuori di testa, funzionano meglio del viagra e danno anche una grande forza. E moltissima dipendenza, certo.

Come se questo non bastasse, in città arrivano altri vampiri. Che a differenza di Bill non puntano all’integrazione, disprezzano il Tru Blood e avrebbero preferito non dover mai uscire allo scoperto, per poter continuare a uccidere senza possibilità di essere scoperti.

Serie vampiresca… ma come sono trattati i vampiri, qui?

Hanno canini “retrattili” che si allungano quando li snudano. Si muovono velocissimi e hanno una forza inimmaginabile, oltre ad un udito soprannaturale.
Non gli fanno nulla le croci o l’aglio o l’acqua corrente (leggende messe in giro per sviare i sospetti), mentre l’argento li ferisce e li debilita gravemente.
Spesso si riuniscono in Nidi, in gruppi di 3-4 vampiri che vivono insieme come un branco, e in quel caso difficilmente tengono a bada i loro istinti. Più spesso, riescono a controllarsi ma reputano gli umani esseri inferiori. In pochi cercano l’integrazione, come Bill.
Ci sono poi rimandi al gioco di ruolo di Vampire, nella terminologia (chi crea un altro vampiro è definito Sire, chi controlla un’area è lo Sceriffo, sono organizzati secondo una rigida gerarchia che rispecchia la loro forza, se si beve un po’ di sangue di vampiro si ottiene una massimizzazione dei propri sensi e una capacità di guarigione accelerata). E a questo riguardo, è affascinante il personaggio dello Sceriffo dell’Area 5, Eric. Un vampiro svedese che sembra davvero potentissimo.

La serie è buona, malgrado alcuni personaggi sembrino un po’ stereotipati (i due poliziotti, malgrado gli sforzi per differenziarli, sembrano abbastanza stupidi; Jason è troppo stupido, troppo!!!!!!; Tara -l’amica di Sookie- è invece troppo rabbiosa) ma nel complesso è molto godibile, e i colpi di scena non mancano.
Mi piace
! (E verso gli ultimi episodi, sono arrivato a provare quasi tenerezza per quell’idiota di Jason…)

Da segnalare inoltre come, prima dell’esordio della serie, sia stata fatta una campagna come quella per The Blair witch project (non a caso affidata alla stessa compagnia) con messaggi misteriosi sparsi su internet che conducevano a siti creati appositamente. C’era un sito dei produttori del Tru Blood (con tanto di test psicologico per i vampiri) o un forum (due giorni per ottenere l’accesso) dove si potevano vedere i vampiri discutere sull’opportunità o meno di rivelarsi al mondo.

La prima stagione dura 12 episodi, è incentrata sulla storia tra Sookie e Bill e sul serial killer che colpisce le ragazze che hanno rapporti con i vampiri.
La seconda stagione, già confermata, vedrà l’inizio delle riprese dei suoi 12 episodi a gennaio, e sarà trasmessa a partire da giugno.

Per finire, faccio presente che questa serie è basata sul ciclo Southern Vampires Mysteries, di Charlaine Harris (i primi tre dei quali editi in Italia da Delos):
Dead until dark (Finchè non cala il buio)
Living dead in Dallas (Morti viventi)
Club Dead (Il club dei morti)
Dead to the world
Dead as a doornail
Definitely dead
All together dead
From dead to worse

About these ads

18 novembre 2008 - Pubblicato da | Serie tv, True Blood | , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 231 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: